Definizione di Kabbalah | Concetto, significato e che cosa è Kabbalah


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Dal qabbālāh ebraico, Kabbala è un mistico e allegorico dell'interpretazione dell'Antico Testamento attuale. Il concetto si riferisce a un insieme di dottrine che, di esoterismo e l'osservanza di talune disposizioni, mira a rivelare il messaggio di Dio e il mondo.
Le prime origini della Kabbalah data dalla diaspora della corrente ellenistica sebbene reale effettivo secolo A.C. sviluppato alla fine del XII secolo. Shimon Bar Yochai (vissuto tra il 1 ° e 2 ° secolo) ha spiegato nello Zohar quel seno che è infinito (En Sof), irradiati un raggio di luce, dando vita a o Ein Soph. Questa emanazione divina (Sefira), chiamato Kether, partorì nove altri sephiroth che rappresentano diversi aspetti attraverso i quali Dio si manifesta.
Il design moderno della Kabbalah, questo sistema è stato dato da Dio all'umanità, senza precondizioni. La dottrina cabalistica sostiene che l'universo funziona secondo principi che, se essi vengono riconosciute e accettate dagli esseri umani, essi sono in grado di migliorare la vita e raggiungere la pienezza.
Nella lingua familiare, una cabala è un calcolo superstizioso, un'ipotesi o una supposizione. Il concetto è associato con una sorta di rituale che una persona svolge sperando di avere fortuna o per raggiungere i suoi obiettivi. Immettere un percorso con il piede giusto, utilizzare un amuleto o è ancora seduto sulla stessa sedia (nello stesso luogo) per guardare un calcio partita è esempi di cabale.
Tradotto per scopi didattici