Definizione di: Facilitatore | Concetto, significato e che cosa è: Facilitatore


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano
Il facilitatore è una persona che svolge il ruolo di Pathfinder o istruttore in un'attività. In alcuni paesi, il termine è usato come sinonimo di professore o master.
Il concetto può anche designare relatori in seminari o eventi simili. È specialisti e professionisti che hanno imparato perfettamente il tema affrontato, e che cercano di sviluppare il potenziale di assistenti o conti.
Lavoro di squadra, il facilitatore è uno che dirige il flusso della discussione e chi è responsabile di promuovere un dialogo rispettoso. Così, il suo ruolo è di rimuovere gli ostacoli e vincoli, di riassumere i diversi punti di vista e di fomentare lo spirito positivo e imprenditoriale.
Si constata che il facilitatore è il leader né la testa del gruppo, ma piuttosto la testa nella misura in cui dirige il processo in modo che tutti i partecipanti concentrano e di concentrano sugli obiettivi. È importante che il facilitatore rimane neutro durante le discussioni.
Inoltre, come moderatore dell'incontro, il facilitatore assicura che soddisfa pienamente le esigenze dei partecipanti, aiuta a sviluppa la fiducia tra i partner e aiuta che diventano consapevoli degli eventi. È il garante degli atteggiamenti attivi e reciprocità. Fu lui, con il suo aiuto e il suo ruolo di intermediario, che lo rende più accessibile.
Nelle strutture, è l'interfaccia tra gli acquirenti pubblici e aziende. Esso mira a contribuire a definire le disposizioni per essere adattato a ogni mercato, identificare coloro che sono coinvolti, e riunire tutti i partner ad accompagnare l'attuazione degli impegni di aziende e privati per conto dell'acquirente.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.