Definizione di: Ergonomia | Concetto, significato e che cosa è: Ergonomia


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano
L'ergonomia di termine è derivato da una parola greca e riguarda lo studio dei dati biologici e tecnologici che consentono l'adattamento tra uomo e macchine o oggetti.
La traduzione del concetto greco è associata con le norme che regolano e disciplinano l'azione umana. Tuttavia, ergonomia analizza l'interazione tra esseri umani e altri elementi all'interno del sistema per promuovere il benessere umano e le prestazioni del sistema.
L'ergonomia è che persone e tecnologie lavorano in armonia e all'unisono. Per effettuare questa operazione, si concentra sulla progettazione di posti di lavoro, attrezzi e utensili che, grazie alle loro caratteristiche, riescono a soddisfare i bisogni umani e affrontare i loro limiti. Questa disciplina permette quindi di evitare o almeno ridurre danni e malattie umane dovute all'uso di tecnologia e ambienti artificiali.
Un oggetto ergonomico è un oggetto conveniente presso l'utente / utente, efficace e che offre un buon livello di produttività. Ad esempio: si ha la persona non è male che trascorrono ore e ore, ogni giorno, seduto in ufficio prima di uno schermo di computer per motivi professionali. L'ergonomia è a idealizzare e produrre sedie (o posti) specifici per questo tipo di lavoro adattando alcuni elementi (ad esempio la tastiera) con il comfort dell'utente in mente. In assenza di tecniche ergonomiche applicate a tali oggetti, la persona può soffrire dalla sua schiena e avendo problemi di articolazioni, per non parlare solo un esempio.
Ergonomia coinvolge concetti di ingegneria, fisiologia, biomeccanica e psicologia, tra le altre scienze, per raggiungere i suoi obiettivi di efficienza e praticità.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.