Definizione di: Elettrone | Concetto, significato e che cosa è: Elettrone


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Elettrone significa la più leggera delle particelle elementari che costituiscono gli atomi e che presenta il minor carico di elettricità negativa. È una particella subatomica che circonda il nucleo dell'atomo ed è composto di protoni e neutroni.
Gli elettroni sono le attrazioni tra atomi e generano, attraverso il movimento, il potere sulla maggior parte dei metalli. Furono scoperti dal fisico britannico Joseph John Thomson (1856-1906), anche se la sua esistenza è stato suggerito dal fisico George Johnstone Stoney (1826-1911).
La massa dell'elettrone è 1.800 volte più piccola della massa del protone. Anche se gli elettroni sono parte degli atomi, ci sono gli elettroni che travi di forma nel vuoto o che si muovono indipendentemente dal materiale. Se gli elettroni si muovono fuori dell'atomo, che può generare corrente elettrica.
D'altra parte, il carico statico, si verifica quando un atomi del corpo hanno più o meno elettroni rispetto a quelli che sono necessari per bilanciare la carica positiva del loro nucleo. Se l'atomo a meno che gli elettroni, il corpo è caricato positivamente; Se meno, la carica è negativa.
Il movimento degli elettroni permette che abbiamo elettricità nelle nostre case. Le televisioni del tubo che emettono raggi catodici si basano anche su un fascio di elettroni che viene deviato da un campo magnetico prima del progetto sullo schermo fluorescente. Semiconduttori, microscopi elettronici, transistori e saldatori anche utilizzano gli elettroni.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.