Definizione di: Disabilità | Concetto, significato e che cosa è: Disabilità


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Un danno è un difetto, un'imperfezione o la carenza di una qualsiasi qualità intrinseca di qualcosa. È un termine che deriva dalla parola latina deficientĭa.
Nel caso di disabilità mentale (o handicap mentale), questo significa meno di normale funzionamento mentale, si manifesta fin dall'infanzia ed è associato con ha dato a livello di comportamento.
Oggi, gli specialisti preferiscono utilizzare la disabilità intellettuale di designazione e la priorità di concetti quali l'inclusione, qualità della vita e autodeterminazione, affinché chi soffre di questo disturbo possono sviluppare nel miglior modo possibile.
Disabilità a motore, è anche il danno neurale che provoca una disfunzione dell'apparato locomotore dell'individuo. Tra le sue conseguenze, non c'è menzione posturale limitazioni, di viaggio o di coordinazione dei movimenti.
Persone che soffrono di difficoltà motorie potrebbero verificarsi alcuni vincoli come movimenti incontrollati, le difficoltà di coordinamento, riduzione di forza, così dire incomprensibili e scarsa accessibilità all'ambiente fisico.
Deficit di ormone della crescita, d'altra parte, è un disordine clinico causato da insufficiente produzione di ormone della crescita. Questo tipo di disturbo colpisce circa 1 su 4.000 bambini. Ipoglicemia e nanismo sono alcuni dei principali effetti di questo deficit.
Altre disabilità sono anche noti, come il deficit di alfa-1 antitripsina deficit (una malattia genetica ereditaria che può causare una malattia polmonare ostruttiva cronica), glucosio-6-fosfato deidrogenasi (il più comune deficit enzimatico nel mondo), iodio (che produce il gozzo e cretinismo) e fosfofruttochinasi (che qualche fatica muscolare nel paziente).
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.