Definizione di: Diritto processuale | Concetto, significato e che cosa è: Diritto processuale


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Diritto processuale è uno che è collegato a procedimenti civili e penali. È il ramo del diritto il cui obiettivo è l'organizzazione dei tribunali e la supervisione di persone coinvolte nel processo giudiziario.
Diritto processuale, tuttavia, contiene tutte le norme che disciplinano tutti gli aspetti della funzione giurisdizionale dello stato e che stabiliscono le procedure da seguire dal diritto positivo in casi specifici.
Concetti di base del diritto processuale sono la giurisdizione (l'obbligo dei giudici di sapere, pronuncia ed eseguire i condannati), azione (quando una persona sta cercando per la Corte si pronuncia su una questione qualsiasi) e trial (le azioni giudiziarie che seguono per l'effettivo conseguimento del diritto sostanziale).
Si ritiene che il diritto processuale è disciplinata da diritto pubblico (regolato alla giurisdizione dei tribunali), formale (controlla la giurisdizione), strumentale (è uno strumento per la conformità con il diritto sostanziale) e indipendente (non è soggetto a altri settori del diritto).
Diritto processuale può essere diviso in parecchi rami: diritto processuale civile, diritto processuale costituzionale, diritto processuale penale, del lavoro procedura e procedurali di diritto amministrativo.
Un'altra divisione può essere fatta a seconda del suo scopo. Il diritto processuale organico è che l'analisi dell'organizzazione e i poteri dei tribunali e dei loro statuti. Inoltre, il diritto processuale funzionale studiato le procedure e le rispettive azioni.
Infine, conserveremo che fonti di diritto processuale possono essere produzione / materiale (naturale o positivo che, a sua volta, può essere diretta o indiretta) o conoscenza (si resero conto di fonti di produzione).
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.