Definizione di: Contabilità | Concetto, significato e che cosa è: Contabilità


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

La contabilità può essere considerata una scienza o tecnica che è progettato per fornire informazioni utili al processo decisionale economico. Si occupa di studiare il patrimonio e tradurre il proprio bilancio cosiddetto risultati che riassumono le situazioni economiche.
Contabilità è considerato una scienza nella misura in cui fornisce informazioni autentiche (sistematica, verificabile e fallibile) e non ipotesi. Suo sviluppo comporta la formulazione di ipotesi e la costruzione di teorie per prevedere e spiegare i fenomeni del suo oggetto di studio.
Inoltre, la contabilità è anche una tecnica data quella data sulla base di propri processi, è possibile elaborare e applicare i dati.
Si dice che lo studio scientifico della data contabile dell'anno 1494, quando Luca Pacioli (noto come Fray Luca de Borgo Sancti Sepulchri) pubblicò la sua opera "Summa de Arithmetica, Geometria, Proportioni e Proportionalita".
Per quanto riguarda l'oggetto di studio di contabilità (patrimonio), solitamente è rappresentato graficamente a forma di t: sulla colonna di sinistra, indica quello che deve (tasso), mentre il diritto corrispondente al credito (o nota di credito).
Ci sono due principali tipi di contabilità: la finanziaria o esterna, che fornisce informazioni sul bilancio di un'impresa degli operatori economici interessati (ad esempio, clienti, investitori e fornitori) e che è ufficialmente regolamentato e la gestione contabile o interna, cioè, che viene utilizzato per calcolare i costi e le operazioni/transazioni economiche all'interno dell'azienda.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.