Definizione di: Cellula vegetale | Concetto, significato e che cosa è: Cellula vegetale


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Una cellula è l'unità di base di un organismo vivente in grado di riprodursi. Ci sono due principali tipi di cellule: eucarioti (che memorizzare informazioni genetiche in un nucleo cellulare) e procarioti (il cui DNA è disperso nel citoplasma, perché non sono il nucleo delle cellule differenziate).
Una pianta, d'altra parte, è un essere organico, che cresce e vive senza spostare impulso volontario. Le piante hanno la capacità di sintetizzare il proprio cibo attraverso la fotosintesi.
Detto questo, la cellula della pianta è quello che formano questo tipo di organizzazioni. È cellule eucariotiche il nucleo è delimitato da una membrana. La parete cellulare è cellulosa e sufficientemente rigida da evitare cambiamenti di posizione e la forma.
Le cellule vegetali contengono un vacuolo centrale (utilizzata per memorizzare e trasportare acqua, sostanze nutritive e rifiuti) e plastidi (strutture che sintetizzano cibo). La presenza di cloroplasti, d'altra parte, convertito piante in esseri umani autotrofi produrre il proprio cibo dalla fotosintesi.
I Plasmodesmi (citoplasmatiche canali) permettono che le cellule vegetali comunicano tra loro. Questi canali sono situati nelle zone della cella dove il muro è più stretto, facilitare il movimento di soluti e di acqua.
Tra le principali differenze tra cellule animali e cellule vegetali, si fa notare la parete cellulosica, cloroplasti e l'esistenza di un singolo vacuolo nel caso la pianta.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.