Definizione di: Bias | Concetto, significato e che cosa è: Bias


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Bias possono essere contemporaneamente un aggettivo e un nome comune, che indica che cosa è obliqua, piegato o deviata. Il termine è quindi utilizzato per riferirsi a qualsiasi taglio ad angolo (per il significato reale o figurato), piegato o trascurato o anche diverso.
Oltre il lato obliquo o dirottato, il concetto si anche significato simbolico per parlare di una tendenza o un tilt lontano da ciò che è standard.
Ad esempio: "le misure annunciate dal governatore hanno un innegabile bias autoritario", "il suo pensiero rivela un bias fascista che certamente ha acquisito durante il servizio militare", "il film ha un orientamento omosessuale che lo ha reso popolare all'interno della comunità gay".
La nozione di bias è molto comune in psicologia. Una distorsione cognitiva è una caratteristica del soggetto che tende a pensare in modo non corretto, e che ha un impatto sul trattamento delle informazioni. Questi pregiudizi sono il giudizio conoscitivo (le distorsioni che influiscono sul modo di percepire la realtà).
La polarizzazione retrospettiva è pregiudizi che deve cambiare, una volta l'evento, ricordo su previo parere favorevole del risultato finale. Polarizzazione di falso consenso, d'altra parte, avviene quando la persona è convinto che la propria opinioni e credenze (compresa la sua attributi negativi) sono supportate o condivisa da molte persone.
Nel campo delle statistiche, il bias statistico è un errore che viene rilevato nei risultati di uno studio e che è dovuto a fattori quali la raccolta, analisi, interpretazione o revisione dei dati.
Quindi, l'espressione "attraverso" è sinonimo con "soggetto" o "dei".
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.