Definizione di: Autismo | Concetto, significato e che cosa è: Autismo


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano
L'autismo è una personalità patologica su se stessi tuck. Per la psichiatria, egli è un sintomo schizofrenico che è di relazionarsi con la propria persona tutto ciò che sta accadendo intorno a lei. In medicina, l'autismo è una sindrome infantile caratterizzata da congenita incapacità di stabilire un contatto verbale ed emotivo con gli altri. La persona con autismo ha bisogno di preservare l'ambiente circostante assolutamente stabile.
In altre parole, l'autismo è un disordine inerente allo sviluppo del cervello che altera la comunicazione e l'interazione sociale delle persone, causando un comportamento limitato e ripetitivo.
Normalmente, le caratteristiche di autismo compaiono durante i primi tre anni dell'infanzia e continuano per tutta la vita. Anche se non c'è né cura né soluzione definitiva, una cura adeguata consente di promuovere uno sviluppo relativamente normale, in quanto riduce al minimo tutti i comportamenti considerati inappropriati.
Le statistiche indicano che l'autismo raggiunto tra due e dieci persone su 10.000 abitanti, utilizzato criterio diagnostico. Questo disordine raggiunge quattro volte più uomini che donne. Anche se non è chiaro la causa nella maggior parte dei casi, molti specialisti considerano che l'autismo è il risultato di un qualsiasi fattore ambientale che interagisce con suscettibilità genetica.
L'autismo si verifica più o meno intensamente: il mite altre forme, come la sindrome di Asperger può essere impercettibile e viene spesso confuso con la timidezza o eccentricità. D'altra parte, i casi più severe includono una totale assenza di linguaggio (la parola) e comportamento estremamente ripetitivo, autolesionista e aggressivo.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.