Civiltà Muisca | Enciclopedia di Storia Antica.

Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.

Definizione

clip_image058
La civiltà Muisca (o Chibcha) fiorì in Colombia antica tra 600 e 1600 CE. Loro territorio comprendeva quello che ora è Bogotá e i suoi dintorni e hanno guadagnato una fama duratura come l'origine della leggenda di El Dorado. Muisca anche hanno lasciato un patrimonio artistico significativo nella loro eccellente lavoro d'oro, gran parte di essa ineguagliabile da qualsiasi altra cultura Americas.
Società & religione
I Muisca viveva in insediamenti sparsi si sono diffuse attraverso le valli dell'altopiano Andino nella parte orientale della Colombia di moderno-giorno. Importanti cerimonie annuali legate alla religione, l'agricoltura e il élite ha aiutato unire queste varie comunità. Sappiamo che tali cerimonie coinvolti un numero elevato di partecipanti e includono canto, bruciare incenso e musica da trombe, tamburi, sonagli, campane e ocarine (bulbosi flauti in ceramica). Le comunità erano anche collegate da commercio e c'era anche un movimento di abili artigiani, specialmente orafi, fra le città di Muisca.
I Muisca preso teste Trofeo dai loro nemici sconfitti e sacrificavano a volte prigionieri.
Fondata dalla figura leggendaria di Bochica, che venuta dall'Oriente e ha insegnato moralità, leggi e mestieri, Muisca erano governati dai capi aiutati dai capi spirituali. I Muisca controllato e difeso il loro territorio con armi come Club, lancia-lanciatori, frecce e Lance. Guerrieri avevano anche caschi protettivi, piastre blindate seno e scudi. I Muisca preso teste Trofeo dai loro nemici sconfitti e sacrificavano a volte prigionieri per placare la divinità. Tuttavia, la guerra era altamente ritualizzato e probabilmente su piccola scala. Ci sono ampie prove, ad esempio, che materie prime come oro, conchiglie, piume, pelli di animali, tabacco, sale, foglie di coca e altri prodotti alimentari sono stati scambiati con colture vicine colombiani come il Tolima e Quimbaya. Beni preziosi sarebbero sono stati riservati per l'elite di Muisca, come era della caccia e della carne.
Idolatrando il sole, la Muisca aveva anche una speciale venerazione per oggetti sacri e luoghi come particolari rocce, grotte, fiumi e laghi. In questi siti che lasciassero offerte votive (tunjos) come sono stati considerati un portale per altri mondi. I più importante dei Muisca erano Zue il Dio del sole e Chie la dea della luna. Sappiamo anche di Chibchacum, il patrono dei metalmeccanici e dei mercanti. Il tipo più comune di offerte dei era prodotti alimentari insieme tipico tunjo di serpenti e figure piatta maschili, femminili e animali resi in lega d'oro che sono stati collocati in luoghi sacri. I soci Elite della società possono anche far parte a tali luoghi religiosamente significativi, in primo luogo essere asciugato e poi avvolto in molti strati di tessuti pregiati, infine collocati in una tomba seduti sulla loro sede dell'ufficio, un piccolo sgabello o tiangae circondato dalle merci preziose che avevano goduto in vita.
clip_image059
Muisca Tunjo

El Dorado

I Muisca sono oggi più famosa per la leggenda di El Dorado o 'The Gilded One'. Una cerimonia di Muisca tenuta al Lago Guatavita, in realtà solo uno dei molti generi, coinvolto un sovrano essere coperto di polvere d'oro che è stato poi remato su una zattera al centro del lago dove egli saltò nelle acque in un atto del rituale di purificazione e di rinnovamento. Muisca soggetti sarebbero anche lanciare oggetti preziosi nel lago durante la cerimonia, non solo l'oro ma anche smeraldi.
Gli spagnoli, sentendo questa storia, ha permesso loro immaginazione e la brama per l'oro a saltare oltre i limiti della realtà e presto una leggenda è sorto di una magnifica città costruita con oro. Naturalmente, come non fosse mai esistito in primo luogo, la città non fu mai trovata e anche il lago ha ostinatamente rifiutato di svelare i suoi segreti nonostante vari tentativi costosi nel corso dei secoli.

Arte di Muisca

Figure in Muisca arte sono spesso trasformazionale, ad esempio, un uomo con gli elementi di un uccello che possono rappresentare le visioni allucinate degli sciamani indotti dal consumo di coca lascia o yopo (semi schiacciati). Animali come i pipistrelli, felini, serpenti, alligatori e anfibi erano inoltre soggetti popolari. Muisca non limitava la produzione artistica di oro, ma anche creato tessuti pregiati che erano di lana o cotone, e quest'ultimo potrebbe anche essere dipinto.
Disegni di Muisca tipici includono spirali e altri geometrico, Inter-blocco forme. Anche prodotte erano ceramiche (tra cui figure di Creta) e pietre semi-preziose intagliate. Le donne di Muisca non erano solo capace tessitori di panno ma erano altrettanto abile in cestineria e piuma-lavoro. Maggior parte degli esempi sono stati scoperti nelle tombe e così sfuggito l'avarizia degli invasori europei nel XVI secolo CE e successiva tomba ladroni.
clip_image060
Muisca Double Eagle ciondolo
Per Muisca, oro era però il materiale di scelta, come è stato apprezzato per le sue proprietà lucente e trasformazionale e la sua associazione con il sole. Non è stato utilizzato come una moneta, ma piuttosto come mezzo artistico. Oro è stato estratto dalle vene esposte e stroncato da fiumi di montagna. Oro e sua lega tumbaga (un mix di oro e rame con tracce di argento) sono stati usati per fare tunjos come figure e maschere, contenitori di coca (poporos) con mestoli di calce e anche raffinati gioielli - tipicamente pettorali, orecchini e viti prigioniere del naso. Gli orafi di Muisca impiegato una vasta gamma di tecniche nel loro lavoro come perso-cera colata, lo svuotamento e dorature che dà una finitura bicolore, cesellare, saldatura, granulazione e filigrana. Oro è stato anche fatto sfoglie sottili colpi di martello su incudini di pietra rotonde o intagliato pietra stampi utilizzando un martello ovale di pietra o metallo.
Forse uno dei più bei pezzi di Muisca e solide prove della cerimonia del El Dorado, è una zattera di lega d'oro su cui sorgono figure, uno dei quali è più grande e, indossa un copricapo, è senza dubbio la 'Gilded One'. Esso è stato scoperto in una grotta vicino a Bogotá ed era un tunjo. Il pezzo è 10 x 20 cm con la figura principale essere 10 cm di altezza e si trova ora, insieme a molti dei migliori superstiti pezzi Muisca, nel Museo dell'Oro del Banco de la República, Bogotá, Colombia.
Traduzione autorizzata dal sito: Ancient History Encyclopedia sotto licenza Creative Commons.
Storia antica