Passa ai contenuti principali

Biografia di Andre Marie Ampère | Scienziati famosi.

Il matematico e fisico francese, Andre Marie Ampère principalmente è accreditato per stabilisce le basi dell'elettrodinamica (ora conosciuto come elettromagnetismo). Fu la prima persona a dimostrare che un campo magnetico viene generato quando due fili paralleli si caricano di elettricità ed è noto anche per aver inventato l'ago astatico, una componente significativa del galvanometro astatis contemporanea.

Istruzione e carriera:

Andre Marie nacque a Lione, in Francia il 20 gennaio 1775. E ' cresciuto alle proprietà della famiglia a Poleymieux-au-Mont-d'or, vicino a Lione. Suo padre, Jean-Jacques Ampère era un benestante imprenditore e funzionario del governo locale. Giovane Ampère trascorso la maggior parte del suo tempo leggendo nella biblioteca della sua casa di famiglia e ha sviluppato un grande interesse nella storia, geografia, letteratura, filosofia e scienze naturali. Suo padre gli diede lezioni di latino e lo incoraggiò a perseguire la sua passione per la matematica.
In età molto giovane rapidamente cominciò a sviluppare le sue idee matematiche e anche iniziato a scrivere una tesi sulle sezioni coniche. Quando aveva solo tredici anni, dello stesso presentò il suo primo documento l'Academie de Lyon. Questa carta ha consistito della soluzione al problema della costruzione di una linea della stessa lunghezza come un arco di cerchio. Il suo metodo comportava l'uso infinitesimale, ma purtroppo la sua carta non è stato pubblicato perché non era a conoscenza del calcolo quindi. Dopo qualche tempo l'Ampère imbattuto articolo di d'Alembert sul calcolo differenziale nell'enciclopedia e sentito la voglia di saperne di più sulla matematica.
Ampère ha preso alcune lezioni nel differenziale e calcolo integrale da un Monaco a Lione, dopo di che ha iniziato a studiare le opere di Eulero e Bernoulli. Acquistò anche una copia dell'edizione 1788 del analytique Mecanique di Lagrange, che ha studiato molto sul serio.
Dal 1797 al 1802 Ampère guadagnava da vivere come insegnante di matematica, e più tardi fu assunto come professore di fisica e chimica a Bourg Ecole Centrale. Nel 1809 egli ha nominato il professore di matematica presso l'Ecole Polytechnique, incarico che mantenne fino al 1828. È anche nominato ad una sedia presso Universite de France nel 1826 che mantenne fino alla sua morte.
Nel 1796 Ampère incontrato Julie Carron e ci siamo sposati nel 1799.

Contributo:

Durante il 1820, il fisico danese, h. c Ørsted scoprì casualmente che un ago magnetico è agito su una corrente voltaica – un fenomeno che stabilisce una relazione tra elettricità e magnetismo. Ampère su diventando influenzato dalla scoperta di Ørsted compì una serie di esperimenti per chiarire l'esatta natura del rapporto tra flusso di corrente elettrica e magnetismo, come pure le relazioni che regolano il comportamento delle correnti elettriche in vari tipi di conduttori. Inoltre ha dimostrato che due fili paralleli che trasportano correnti elettriche magneticamente attraggono reciprocamente se le correnti sono nella stessa direzione e si respingono se le correnti sono in direzioni opposte.
Sulla base di questi esperimenti, Ampère formulato la sua famosa legge di elettromagnetismo, noto come legge di Ampère. Questa legge è una descrizione matematica della forza magnetica tra due correnti elettriche.
I suoi risultati sono stati segnalati all'Académie des Sciences, una settimana dopo la scoperta di Ørsted. Le fondamenta dell'elettrodinamica.

Morte:

Ampère morì a Marsiglia il 10 giugno 1836 e fu sepolto nel Cimetière de Montmartre, Parigi. L'unità di misura della corrente elettrica, l'ampere, prende il nome da lui..
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…