Passa ai contenuti principali

Biografia di Alfred Nobel | Scienziati famosi.

La Fondazione del premio Nobel-che è stato onorare persone provenienti da tutto il mondo per le loro grandi realizzazioni in fisica, chimica, medicina, letteratura e per il lavoro in pace-è stato presentato nientemeno che Alfred Nobel. Era un scienziato svedese, inventore, imprenditore, autore e pacifista. Egli era un grande genio che ha inventato la dinamite e molti altri esplosivi. Costruì anche aziende e laboratori in oltre 20 paesi in tutto il mondo.

Primi anni di vita:

Alfred Nobel è Nato il 21 ottobre 1833 a Stoccolma, Svezia. Era il terzo di quattro figli della famiglia svedese. Suo padre, Immanuel Nobel, un ingegnere e un produttore di armi Prospero, ha incoraggiato i quattro figli di perseguire campi meccanici. Quando Alfred aveva appena nove anni, sua famiglia si trasferì a San Pietroburgo nel 1842, dove suo padre ha avviato una "torpedo". Qui giovane Alfred ha ricevuto la sua educazione da tutori privati. Ha studiato chimica con il Professor Nikolay Nikolaevich Zinin.
All'età di 18 anni ha viaggiato per gli Stati Uniti dove ha trascorso quattro anni a studiare chimica e anche lavorato per qualche tempo sotto John Ericsson. Durante questo periodo si recò anche a Parigi dove è stato introdotto a nitroglicerina, un liquido volatile, esplosivo preventivamente da uno scienziato italiano, Ascanio Sobrero nel 1847. Con la fine della guerra business dell'arma del padre crollato lasciando la famiglia povera. Di conseguenza la famiglia ha dovuto contare sui guadagni di sua madre, Andriette Ahlsell Nobel che ha lavorato al negozio di alimentari.

Contributi e realizzazioni:

Dopo che l'azienda di famiglia ha fallito, Alfred si dedicò allo studio degli esplosivi e cercavano un modo per rendere l'esplosione aggressivo di nitroglicerina liquida in qualche modo più controllabile. Nel 1863 riuscì a esplodere nitroglicerina da lontano con una carica di polvere da sparo, e due anni più tardi ha brevettato il detonatore di fulminato di mercurio che è un componente critico per lo sviluppo di esplosivi ad alto potenziale. Nobel ha poi costruito le fabbriche ad Amburgo e Stoccolma e presto New York e California.
Purtroppo il suo nome è diventato controverso dopo molti incidenti gravi nel transito e l'uso del suo prodotto intrinsecamente instabile, tra cui un'esplosione 1864 a loro fabbrica in Heleneborg a Stoccolma che ha ucciso il fratello minore di Nobel Emil, fra altri incidenti.
Al fine di migliorare l'immagine della sua impresa, Nobel messo tutti i suoi sforzi per produrre un esplosivo più sicuro. Nel 1866 ha scoperto che quando la nitroglicerina è stata incorporata in una sostanza assorbente ancora come farina fossile (argilla porosa) è diventato più sicuro e più comodo da gestire. Chiamò questa dinamite di miscela e ha ricevuto un brevetto nel 1867. Lo stesso anno ha dimostrato il suo esplosivo per la prima volta in una cava a Redhill, Surrey, Inghilterra. Dopo pochi mesi ha sviluppato anche un esplosivo più potente con il nome di 'Gelignite', (chiamato anche gelatina sabbiatura). Ha fatto questo assorbendo la nitroglicerina in pasta di legno e sodio o nitrato di potassio.

Vita successiva:

Durante novembre 1895, al Club svedese-norvegese di Parigi, Nobel ha firmato la sua ultima volontà e Testamento e stabilito i premi Nobel, da assegnarsi ogni anno senza distinzione di nazionalità. Gli esecutori della sua volontà hanno formato il fondamento Nobel per soddisfare i suoi desideri. Gli statuti della Fondazione sono state formalmente adottati il 29 giugno 1900 e il primo premio è stato assegnato nel 1901.
Questo grande uomo morì di infarto il 10 dicembre 1896 a Sanremo, l'Italia e fu sepolto in Norra begravningsplatsen a Stoccolma.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…