Biografia di Alessandro Volta | Scienziati famosi.


Biografie di personaggi famosi e storici
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.
clip_image018
Alessandro Volta è stato un fisico, chimico e pioniere della scienza elettrica. È famoso per la sua invenzione della pila elettrica. In breve egli:
• Ha inventato la prima batteria elettrica – che persone poi chiamata la "pila voltaica" – nel 1800. Utilizzando la sua invenzione, gli scienziati sono stati in grado di produrre flussi costanti di corrente elettrica per la prima volta, scatenando un'ondata di nuove scoperte e tecnologie.
• È stata la prima persona ad isolare il metano.
• Scoperto metano miscelato con l'aria potrebbe essere esploso tramite una scintilla elettrica: questa è la base del motore a combustione interna.
• Scoperto "contatto elettricità" derivando dal contatto tra metalli diversi.
• Riconosciuto due tipi di conduzione elettrica.
• Ha scritto la prima serie elettromotrice. Ciò ha mostrato, dal più alto al più basso, le tensioni che possono produrre metalli diversi in una batteria. (Ora parliamo dei potenziali di elettrodo standard, che significa all'incirca la stessa cosa.)
• Scoperto che potenziale elettrico in un condensatore è direttamente proporzionale alla carica elettrica.
Riconoscimento del contributo di Alessandro Volta alla scienza elettrica, l'unità di potenziale elettrico è chiamato il volt.

Infanzia ed educazione

Alessandro Volta nasce a Como, Lombardia, Italia, il 18 febbraio 1745. Sua famiglia faceva parte della nobiltà, ma non ricco. Fino all'età di quattro, non ha mostrato segni di ne e sua famiglia temuto che non era molto intelligente o forse stupido. Fortunatamente, le loro paure erano fuori luogo.
Quando aveva sette anni, suo padre morì lasciando debiti non pagati. Il giovane Alessandro Volta venne educato a casa di suo zio, fino a quando aveva dodici anni. Ha iniziato gli studi in un collegio gesuita. La scuola dei gesuiti non addebitato nessun costo, ma pressurizzato lui a diventare un sacerdote. Sua famiglia non voleva questo e lui si è ritirato dalla scuola dopo quattro anni. Volta, poi studiato al Seminario Benzi fino a diciotto anni di età.
Famiglia di volta voleva lui per diventare un avvocato. Volta aveva le proprie idee! Egli era interessato al mondo intorno a lui; voleva essere uno scienziato.
Anche se come un bambino era stato lento a parlare italiano, Volta ora sembrava di avere un talento speciale per le lingue. Prima ha lasciato la scuola, aveva imparato latino, francese, inglese e tedesco. Suoi talenti di lingua lo ha aiutato nella vita più tarda, quando viaggiò in Europa, discutendo il suo lavoro con gli scienziati nei centri dell'Europa della scienza.
18 anni, Volta era abbastanza audace per iniziare uno scambio di lettere sull'elettricità con due fisici principali: Jean-Antoine Nollet a Parigi e Giambatista Beccaria a Torino. Beccaria non piaceva alcune delle idee di Volta e lo incoraggiò a saperne di più facendo esperimenti.
Quando scrisse la sua dissertazione prima, Volta affrontato e lo dedicò al Beccaria.
"È necessario essere pronti a rinunciare anche le idee più attraenti quando esperimento mostra loro di essere sbagliato."
Alessandro Volta

Timeline di carriera di volta prima che la batteria

Scienziato dilettante, inventore, insegnante e professore di fisica
1765 – Volta aveva raggiunto 20 anni di età. Suo ricco amico Giulio Cesare Gattoni aveva costruito un laboratorio di fisica nella sua casa. Per diversi anni ha gentilmente permesso di Volta di fare esperimenti in questo laboratorio.
1765 – Volta ha scritto la sua prima carta scientifica, che ha rivolto a Giambatista Beccaria, sull'elettricità statica generata da sfregamento diverse sostanze insieme – cioè triboelectricity.
1769 – Volta pubblicato una tesi Sulla forza attrattiva del fuoco elettrico e sui fenomeni dipendenti su esso, che mandò a Beccaria. Ha discusso le sue idee sulle cause di attrazione elettrica e repulsione e confrontato questi con gravità. Ha precisato la sua posizione che, come la gravità, l'elettricità statica coinvolto azione a distanza. Gli scienziati principali che influenzano il suo pensiero erano Isaac Newton, Roger Boscovich, Benjamin Franklin e Giambatista Beccaria se stesso.
1771 – Volta leggere di Joseph Priestley 1767 recensione di ricerca scientifica sull'elettricità. Ha imparato che alcune scoperte che aveva fatto recentemente erano già stata fatta da altri.
1774 – Volta iniziato scuole di supervisione del lavoro a Como. Ha detto che dovrebbe essere modernizzata insegnamento nelle aule di Como. Voleva che i bambini a trascorrere più tempo di apprendimento scienza e lingue moderne.
1775 – Volta iniziò a insegnare fisica sperimentale in pubblico ginnasio di Como, dove ha lavorato fino al 1778.
1775 – Volta scrisse una lettera a Joseph Priestley. Ha spiegato come aveva inventato un dispositivo che è stato una fonte di elettricità statica: l'elettricità potrebbe essere trasferito ad altri oggetti. Noi chiamiamo questo dispositivo l' elettroforo. Volta volevo sapere se il dispositivo era una nuova invenzione. Priestly gli disse Johann Wilcke aveva inventato un dispositivo del genere nel 1762, ma Volta aveva inventato indipendentemente. Priestley incoraggiato Volta a mantenere il suo interessante lavoro di ricerca.
1776 – età di 31 anni, Volta è stata la prima persona ad isolare il gas metano. Ha scoperto che una miscela di metano-aria potrebbe essere esplosa in un contenitore chiuso con una scintilla elettrica. In futuro, una reazione chimica elettricamente ha iniziata come questo sarebbe la base del motore a combustione interna.
1776 – Volta suggerito che apparato scintilla che ha usato per esplodere il metano potrebbe essere utilizzato anche per inviare un segnale elettrico lungo un filo da Como a Milano.
"Che cosa è possibile fare bene, in fisica in particolare, se le cose non sono ridotti a gradi e misure?"
Alessandro Volta, 1792
1777-Volta ha inventato un eudiometro molto migliore rispetto a qualsiasi che era andato prima. Un eudiometro test quanto ossigeno è presente nell'aria per determinare quanto per la respirazione è buono. Eudiometro di volta era superiore agli altri perché utilizzato idrogeno come gas di reagire con l'ossigeno, dando una reazione pulita e affidabile. La reazione è stata avviata anche in modo pulito utilizzando una scintilla elettrica. L'eudiometro lavorato sulla base del fatto che la diminuzione nel volume di idrogeno dopo scintille era proporzionale alla quantità di ossigeno presente nell'aria.
1777-Volta intraprese un viaggio scientifico in Svizzera e Francia. Incontrò altri scienziati e ha mostrato loro le sue innovazioni nelle apparecchiature elettriche. Ha anche viaggiato così che il suo nome sarebbe diventato meglio conosciuto fuori dall'Italia.
1778 – Volta ricoprì la cattedra di fisica sperimentale presso l'Università di Pavia, circa 55 miglia (85 km) dal centro di Como, una posizione che terrebbe per oltre 40 anni.
1778 – Volta scoperto che il potenziale elettrico (oggi spesso chiamiamo questo la tensione) in un condensatore è direttamente proporzionale alla carica elettrica.
1781-1782 Volta viaggiato intorno alla maggior parte dei maggiori centri scientifici d'Europa, tra cui l'Accademia di Francia a Parigi, dimostrando il suo equipaggiamento elettrico e invenzioni a personaggi eminenti come Antoine Lavoisier e Benjamin Franklin. Volta stava cominciando a diventare ben noto fuori dall'Italia.
1782 – Volta scritto a proposito del condensatore che aveva costruito (oggi che si direbbe un condensatore) raccolta e archivio di carica elettrica, e come egli aveva usato per studiare una varietà di fenomeni elettrici.
1788 – Volta costruito elettroscopi sempre più sensibili per rilevare e misurare gli effetti della carica elettrica.
1790 – Volta condotto esperimenti sul comportamento dei gas. Ha trovato un valore preciso per il volume crescente di aria con la temperatura aumentare.
1791 – riconoscendo che era diventato uno degli scienziati di tutto elettrici d'Europa, Volta venne eletto Fellow della Royal Society di Londra.
1794 – all'età di 50, Volta vinto primo premio della Royal Society – la Copley Medal – per i suoi contributi alla comprensione scientifica dell'energia elettrica.

Invenzione della pila elettrica

Un Feud sopra le cosce di rane ha condotto alla batteria
Volta non ha deciso di inventare la batteria. I suoi esperimenti in questo settore sono stati effettivamente eseguite per mostrare che le affermazioni di un altro scienziato erano sbagliate. Che lo scienziato era un altro italiano, Luigi Galvani.
Cosce di rane di salto
clip_image019
Galvani scoprì che i contatti tra i nervi di coscia di rana e diversi metalli causate le gambe spostare. Ora capiamo che aveva creato una cella elettrica. Le cosce di rana ha agito come l'elettrolito e anche spostato quando stimolato tramite il flusso di energia elettrica.
Galvani era un professore di anatomia. Nel tardo 1780 ha notato che una scintilla di elettricità statica, trasportato da un bisturi metallo toccare i nervi di una rana morta mentre le gambe giaceva sul metallo causato le gambe spostare. Questa è stata una scoperta sorprendente: movimentazione degli animali si basava sull'elettricità in qualche modo.
Nel 1817, questo ha portato a scrivere Frankensteindi Mary Shelley. In questo romanzo, una creatura fatta da una miscela mostruosa di parti del corpo da gente morta è portata alla vita da dottor Frankenstein usando l'elettricità da una tempesta di fulmini.
Nel 1791, Galvani ha annunciato la sua scoperta dell'elettricità animale. Egli credeva che gli animali generata elettricità nei loro corpi e che un fluido all'interno di nervi degli animali trasportati elettricità ai muscoli, causando il movimento. Egli credeva che l'elettricità da una fonte esterna rilasciato un flusso di fluido elettrico dai nervi, causando i muscoli saltare.
Credeva anche che animali come anguille elettriche potrebbero costruire una quantità supplementare di questo fluido e utilizzarlo per fornire scariche elettriche.
Galvani ha concluso che l'elettricità animale era simile all'elettricità statica, ma era diverso ed era una proprietà unica degli esseri viventi.
Immettere Volta
Volta ha studiato il fenomeno di Galvani.
Nel 1792, Volta ha detto che la parte "animale" di di Galvani elettricità animale non era necessario. Animali ha risposto semplicemente alla normale rete elettrica. Non c'era alcuna differenza tra elettricità animale ed elettricità.
Volta effettuato vari esperimenti su cosce di rane. Ha trovato la chiave per ottenere loro di muoversi era contatto con due metalli diversi . Contatto con pezzi dello stesso metallo non ha fatto nulla.
Poi, allontanandosi da cosce di rane, nel 1794, Volta fatto esperimenti per misurare l'effetto elettrico di portare diverse coppie di metalli in contatto. Ha elencato i metalli in ordine di ciò che egli chiamava la loro forza elettromotrice.
Elenco di volta dei conduttori, forza elettromotrice più alto prima
Zinco
Piombo
Stagno
Ferro da stiro
Rame
Argento
Oro
Grafite
Minerale di manganese
Questa era la prima volta chiunque aveva elencato potenziali di elettrodo. Era la prima serie elettrochimica.
Nel linguaggio moderno, diremmo che l'allontanate le sostanze presenti in questo elenco sono, maggiore sarà la tensione produrranno quando portò a contatto o utilizzato come gli elettrodi nelle cellule elettriche e batterie. Ad esempio, una cella di zinco-grafite produrrà una tensione maggiore rispetto a una cella di zinco-piombo.
Dal 1797, Volta aveva dimostrato completamente sua teoria"contatto" di energia elettrica.
Ora sapeva che la chiave per produrre quello che oggi chiamiamo una tensione era due metalli collegati da qualcosa di umido, come le cosce di rane. Il collegamento umido fra i metalli non doveva essere un animale. Collegare i metalli ponendoli in una tazza di acido diluito, è stato un modo molto efficace di produzione di energia elettrica.
Ha diviso formalmente conduttori elettrici in quelli del primo tipo: si trattava di metalli, grafite e carbone puro; e il secondo tipo: si trattava di sostanze che sarebbe ora chiamiamo elettroliti, come l'acqua salata o acidi diluiti. Una corrente elettrica provocherebbe quando un circuito è stato costruito utilizzando due conduttori del primo tipo combinato con uno del secondo tipo.
clip_image020
Un'illustrazione da carta 1800 di Volta. Pezzi di argento (A) e zinco (Z) collegati da strisce di metallo e seduta in tazze di acido diluito produrrà elettricità. Questo potrebbe essere testato mettendo un dito in ciascuna delle Coppe fine. Si otterrebbe una scossa elettrica. A differenza della versione di Galvani, gli animali non devono essere male in questa produzione, fatta eccezione per il tester umano che ottiene una lieve scossa elettrica.
In alternativa, collega i metalli con carta imbevuto di acqua di acido o sale diluito anche lavorato.
Volta ha detto che nel lavoro di Galvani, le cosce di rane avevano servito due funzioni:
  • Hanno condotto elettricità come conduttori di seconda specie.
  • Si sono comportati come una molto sensibile elettroscopio. (Un elettroscopio è un dispositivo utilizzato per rilevare l'energia elettrica).
clip_image021
Diagramma da carta 1800 di Volta. Il palo viene effettuato utilizzando dischi d'argento (A) e zinco (Z) collegate in serie con carta imbevuto in acqua salata. Le polarità positive e negative di questa batteria sono come mostrato. L'aggiunta di ulteriori coppie di dischi aumenta la tensione della batteria.
Volta trovato che collegando più coppie di metalli collegati con carta umida, poteva produrre tensioni sempre più in alto, portando a significative correnti elettriche.
E ' nata così la batteria elettrica.
Utilizzato volta alternati di zinco e argento dischi collegati da carta o un panno imbevuto di acqua salata.
Nel 1800, Volta descrisse i suoi risultati in una lettera a Joseph Banks, presso la Royal Society di Londra.
Le banche hanno mostrato la lettera agli altri scienziati e organizzato per descrizione di Volta della sua scoperta essere letta in una riunione della società e pubblicato.
"Continuare l'accoppiamento di un piatto d'argento con uno di zinco e sempre nello stesso ordine... e posto tra ognuna di queste coppie un disco inumidito. Continuare a formare una colonna. Se la colonna contiene una ventina di queste coppie di metallo, sarà in grado di dare alle dita più piccole scosse".
Alessandro Volta, 1800

Pila di volta ha scatenato un'ondata di nuove scoperte scientifiche

La batteria che aveva inventato Volta dato chimici un nuovo metodo molto potente per lo studio di sostanze.
La bellezza del dispositivo di Volta era che quasi chiunque potrebbe fare uno – monete d'argento e rame erano disponibili a molte persone, così come altri metalli come il ferro, stagno e zinco.
Nel giro di settimane di invenzione di Volta della batteria, William Nicholson e Anthony Carlisle costruito e usato una batteria per scomporre l'acqua in idrogeno e ossigeno.
In soli sei anni, Humphry Davy aveva costruito una batteria potente. Con esso, isolato nuovi elementi chimici e dedusse che legami chimici erano di natura elettrici.
clip_image022
Volta dimostra la sua batteria a Bonoparte di Napoleone nel 1801. Napoleone fu molto impressionato dal lavoro di Volta, dandogli il titolo nobiliare di Conte.
Scoperte di Davy del bario di elementi nuovi, calcio, litio, magnesio, potassio, sodio e stronzio, sono state fatte la possibile da invenzione di Volta della batteria.
Dal 1820, per gentile concessione di batterie di Volta, Hans Christian Oersted stava indagando il rapporto tra elettricità e magnetismo.
1821, Michael Faraday aveva già prodotto un motore elettrico.
Pila di volta prodotta una costante fonte di corrente elettrica per la prima volta in assoluto. Tutti i dispositivi elettrici dipendono dalla corrente elettrica. Senza invenzione di Volta, non potrebbe esserci nessuna tecnologia moderna. Pila di volta è stata un'invenzione assolutamente cruciale nello sviluppo della nostra civiltà tecnologia basata.

La fine

Nel 1819, all'età di 74, Volta deciso che era tempo di riagganciare suoi condensatori, suoi mucchi voltaica, suo elettroforo e suo lavoro amministrativo presso l'Università. Si ritirò in una casa di campagna vicino alla sua casa città di Como, dove potesse trascorrere più tempo con sua moglie, Maria Teresa. Hanno avuto tre figli, Zanino, salutato e Luigi.
Volta ha vissuto a Como fino alla sua morte, 82, di età compresa tra il 5 marzo 1827.
Nel 1881, gli scienziati hanno decisero che l'unità di potenziale elettrico sarebbe stato chiamato il volt per riconoscere il grande contributo di Volta alla scienza elettrica.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.