Passa ai contenuti principali

Biografia di Niccolò Leoniceno | Scienziati famosi.


clip_image024
Niccolò Leoniceno è stato un medico e umanista italiano ed era noto anche come Nicolaus Leonicenus di Vicenza, da Nicolò da Lonigo Vincenza, Nicolaus Leoninus, Nicolo Lonigo, Nicolaus Leonicenus Vicentinus e Nicolo Leoniceno. Nacque nell'anno 1428 a Lonigo, Venenalla. Suo padre era stato un medico, e questo potrebbe hanno aperto la sua giovane mente alla medicina e richiesto il suo interesse ad essere un uomo di scienza pure.

Priorità bassa educativa

Niccolò Leoniceno ha studiato la lingua greca sotto Ognibene da Lonigo torna a Vicenza. Nel 1453, fu in grado di laureati presso l'Università di Padova. Fu in questa università dove ha preso i suoi studi in filosofia e medicina sotto l'ala di Pietro Roccabonella Veneziano. Dopo aver completato il dottorato, Leoniceno era in grado di andare all'Università di Ferrara. Lì, fu in grado di insegnare matematica, medicina e filosofia. Uno dei suoi allievi fu Antonio Musa Brassavola, un famoso medico italiano.
Grazie alla sua conoscenza in greco così come arabo e latino, fu in grado di aiutare a tradurre antichi testi di medicina, arabo e greco in copie latine più accessibile e leggibile. Ha tradotto le opere di Ippocrate e Galeno e ha contribuito a portare circa l'importanza di tali traduzioni a più persone. Leoniceno fu anche la prima persona conosciuta per avere scritto le critiche per Plinio storia naturale dell'anziano.

Dibattiti a Ferrara

Opere di Plinio il vecchio sono considerate essere materiale di riferimento forte in medicina allora, e il fatto che Leoniceno aveva una visione diversa sulle cose è stato sufficiente a suscitare curiosità e ottenere lui attenzione. Più in particolare, fu in grado di catturare l'attenzione dell'umanista Corte Angelo Poliziano. Poliziano non era affatto a favore come Leoniceno classificati Plinio il vecchio a fianco medievale e studiosi arabi. Per questo motivo, Poliziano impiegato l'aiuto di Pandolfo Collenuccio che era un avvocato, nonché uno storico per difendere Plinio il vecchio da cosa Leoniceno ha scritto su lui.
Era nel 1492 quando Leoniceno pubblicò il De Plinii et plurium alorium medicorum in medicina erroribus, un articolo dove è stato in grado di segnalare gli errori di proporzioni medicale fatta da Plinio insieme con i praticanti araba medievali di medicina. Dopo questa pubblicazione di Leoniceno, esso seguì rapidamente adversus di Collenuccio Pliniana defensio accusationem Nicolai Leoniceni che è stato pubblicato appena un anno dopo.
Dal 1492 al 1509, Leoniceno nonché Collenuccio pubblicato diversi opuscoli dove erano sottolineando e discutendo le fonti antiche hanno corrisposto. Una preoccupazione particolare avevano solo traduzioni di Plinio come precisa erano da testi originali greci in latino. Dopo un po', Collenuccio stesso convenuto che c'erano tali problemi che esistevano.
Gli attacchi di Leoniceno su Plinio il vecchio non erano però esclusivamente sui problemi di traduzione, e ha citato anche una sezione di una delle opere di Plinio, dove è stato dichiarato come la luna era più grande della terra. Per questo motivo, Leoniceno ha pensato che se Pliny era errata su un fatto fondamentale come questo, questo era motivo sufficiente per esaminare il lavoro di Plinio ulteriormente per vedere se c'erano altri errori di fatto.

Esperienza di storia naturale

Quando si tratta di storia naturale in quei giorni, conoscenza è stata acquisita quando persone studiano testi antichi per riferimento e uso delle formule date dagli studiosi precedenti. Che cosa ha fatto la differenza era che ha pensato non solo utilizzando testi antichi esistenti come erano, ma era il metodo con il quale ha confermato il testo scritto da suoi propri conti in prima persona. Quello che ha fatto era di avere una copia del testo e confrontato con il proprio insieme di osservazioni. Il suo approccio era infatti nuova allora ma ha affrontato diverse sfide. Il primo problema era circa la traduzione di testi.
Il problema principale era circa gli errori di traduzione e contraddizioni che è seguito dopo la traduzione del testo. Secondo le credenze di Leoniceno, se Pliny ha avuto errori, altre opere antiche, fatto da Dioscoride e Teofrasto può avere errori che dovrebbero essere esaminati anche. Aveva mostrato una preferenza per un po' di greco rispetto agli autori Arabi troppo, e questa unità della sua è stata una delle principali caratteristiche distintive che ci ha aiutato riforma la pedagogia medica di allora.
È stato davvero molto più difficile poi, lavorando su tali testi, perché sarebbe stato difficile per confermare da autori morti da tempo, se la pianta viene osservato al giorno d'oggi è stata la stessa uno essendo descritto prima. Nonostante questa sfida però, Leoniceno ancora proceduto con il suo lavoro e messo a fuoco con l'essere in grado di identificare le informazioni esistenti scritte su testi antichi rispettati invece solo l'aggiunta ad esso, che era quello che avrebbero fatto molti altri studiosi. Ha insistito su questa idea, perché ha creduto in "esattezza fattuale", e che era molto importante perché la salute, come pure la vita degli uomini dipendeva la precisione dei fatti scritti in antichi manoscritti.

Biblioteca personale

Essendo stato uno studioso e un uomo che era veramente interessato a opere antiche e traduzione per il miglioramento delle civiltà modernizzante, Leoniceno aveva la propria collezione di opere. Questi erano quello che ha usato per lavorare sui suoi confronti e osservazioni. Ha esistito durante il tempo che alcuni chiamano "l'età del manoscritto." In quei giorni, il modo principale per acquisire la conoscenza era quello di leggere i testi esistenti e aggiungere a loro piuttosto che loro, verificare quale era perché l'approccio di Leoniceno era stato davvero cruciale e importante per i contributi di testi medici, allora.
Dopo la sua morte, c'era un inventario di circa 345 volumi che si compone di 482 singoli lavori finiti. Un gran numero di volumi più piccoli sono stato combinato in un solo volume che fu rilegato separatamente. Fuori i 345 volumi noti, circa 117 era stato in greco. All'ispezione, c'erano numerose traduzioni e versioni di solo un testo unico e anche un sacco di Commenti su volumi diversi. A causa del suo lavoro approfondito su testi e volumi diversi, è stato riflesso chiaramente come egli abbia avuto un approccio altamente testuale. Questo approccio all'apprendimento e la conoscenza lo ha reso hanno una vasta libreria, che era quello che è servito come una solida base per il suo essere uno studioso scientifico.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…