Biografia di Ludwig Boltzmann | Scienziati famosi.


clip_image006[4]
Ludwig Boltzmann è stato un fisico austriaco cui sforzi ha cambiato radicalmente diversi rami della fisica. Egli è principalmente noto per il suo ruolo nello sviluppo della meccanica statistica e la spiegazione statistica della seconda legge della termodinamica.

Primi anni ed educazione:

Nato a Vienna il 20 febbraio 1844, fater di Ludwig Boltzmann era una tassa ufficiale. Ha conseguito la laurea di dottorato nel 1866 presso l'Università di Vienna.

Contributi e realizzazioni:

Ludwig Boltzmann ha insegnato matematica, fisica sperimentale e fisica teorica in varie università, ma fisica teorica era la sua passione principale. Scrisse il suo famoso diario di viaggio "Reise eines deutschen professori ins Eldorado" durante questo periodo.
Approccio scientifico di Boltzmann doveva attaccare il problema. Ha spiegato la seconda legge della termodinamica dei primi anni 1870 in base alla teoria atomica della materia. Egli dimostrò che la seconda legge potrebbe essere interpretata miscelando le leggi della meccanica, applicata ai moti degli atomi, con la teoria della probabilità. Ha chiarito che la seconda legge è una legge essenzialmente statistica. Egli formulò la maggior parte della struttura della meccanica statistica, che più successivamente è stato ricercato dal fisico matematico Josiah Willard Gibbs.
Oltre ai suoi contributi alla meccanica statistica, Boltzmann fatto calcoli dettagliati nella teoria cinetica dei gas. Fu probabilmente la prima persona a comprendere il significato della teoria di James Clerk Maxwell dell'elettromagnetismo, su cui scrisse un trattato in due volumi. Boltzmann ha anche lavorato su una derivazione per la radiazione di corpo nero basata sulla legge di Stefan, che più successivamente è stato chiamato da Hendrik Antoon Lorentz come "una vera perla della fisica teorica". Il suo lavoro in meccanica statistica vocalmente fu criticato da Wilhelm Ostwald e la energeticists che ignorate gli atomi e scienza fisica in base esclusivamente sulle condizioni di energia. Non erano in grado di capire la natura statistica della logica di Boltzmann.
Le sue idee sono state sostenute dalle successive scoperte in fisica atomica nei primi anni del 1900, per esempio moto browniano, che solo può essere spiegato dalla meccanica statistica.

Vita e morte successive:

Ludwig Boltzmann era notevolmente demoralizzato dovuto le aspre critiche del suo lavoro. Si suicidò impiccandosi su 5 settembre 1906 a Duino, Italia. Egli era di 62 anni.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici