Passa ai contenuti principali

Biografia di Katharine Burr Blodgett | Scienziati famosi.

Scienziato americano, Katharine Burr Blodgett è conosciuto per i numerosi importanti contributi nel campo della chimica industriale. Lei è principalmente riconosciuta per la sua invenzione del calibro di colore e non riflettente o vetro "invisibile".

Infanzia, istruzione e carriera:

Nato a Schenectady, New York il 10 gennaio 1898, Katharine o Katie (il suo soprannome) era il secondo figlio di Katharine Burr e George Blodgett, un avvocato di brevetto per la General Electric Company. Suo padre è stato ucciso solo poche settimane prima che lei nascesse. La morte del padre ha lasciato più di sufficiente quantità di ricchezza della famiglia. Dopo la nascita di Katie, la famiglia si trasferì a New York, poi in Francia nel 1901 e poi di nuovo a New York nel 1912. Qui ha completato la sua istruzione dalla scuola Rayson e sviluppato un precoce interesse nella matematica. Ha completato la high school all'età di quindici anni e guadagnato una borsa di Bryn Mawr College e ha ricevuto la sua laurea nel 1917. Il suo interesse in fisica nasce quando ha frequentato il college. Dopo il college, Blodgett ha deciso che una carriera nella ricerca scientifica avrebbe permesso di perseguire ulteriormente il suo interesse nella matematica e la fisica. Durante le sue vacanze, Katie ha viaggiato a nord di New York in cerca di opportunità di lavoro presso lo stabilimento di Schenectady GE. Alcuni degli ex colleghi di suo padre a Schenectady presentare Katie a ricercatore chimico Irving Langmuir. Pur mostrando il suo laboratorio, Irving Lengmuir riconosciuta attitudine di Katie e consigliò di continuare la sua formazione scientifica. Seguendo il suo Consiglio ha continuato a perseguire la laurea magistrale in scienza e fu la prima donna ad essere mai conseguita un dottorato in fisica all'Università di Cambridge.
Dopo il suo Master divenne la prima donna a essere assunto come uno scienziato presso GE. Langmuir incoraggiata a partecipare ad alcune delle sue scoperte precedenti. In primo luogo, lei ha messo il compito di perfezionare i filamenti di tungsteno in lampade elettriche (il lavoro per il quale aveva ricevuto un brevetto nel 1916). Ha successivamente chiesto Katie a concentrare i suoi studi sulla chimica delle superfici. Suo contributo più importante è venuto dalla sua ricerca indipendente su una sostanza oleosa che Langmuir aveva sviluppato in laboratorio. L'allora esistenti metodi per la misurazione di questa sostanza insolita, solo erano accurate a pochi millesimi di pollice, ma modo di Katie ha dimostrato di avere una precisione di circa un milionesimo di pollice. Sua nuova scoperta di misurare oggetti trasparenti, ha portati alla sua invenzione di antiriflesso vetro nel 1938. Questo vetro invisibile si è rivelata un dispositivo molto efficace per i fisici, chimici e metallurgici. Esso è stato messo per utilizzare in molti prodotti di consumo da cornici a obiettivi di macchina fotografica e anche è stato eccezionalmente utile in ottica.
Durante la seconda guerra mondiale Katie ha fatto un altro passo avanti eccezionale: gli schermi di fumo. Gli schermi di fumo ha salvato molte vite coprendo le truppe quindi proteggerli dall'esposizione di fumo tossico.
Lavoro di Katie è stato riconosciuto da molti premi, tra cui la Medaglia Garvan nel 1951. Ha conseguito lauree honoris causa da Elmira College nel 1939, Brown University nel 1942, in1942 Western College e Russell Sage College nel 1944. Lei è stata nominata a far parte della American Physical Society ed era un membro della Optical Society of America.

Morte:

Katharine Burr Blodgett morì nella sua casa il 12 ottobre 1979.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…