Biografia di John Bardeen | Scienziati famosi.

John Bardeen era un eminente fisico statunitense, vincitore due volte del premio Nobel. Nel 1956, con colleghi scienziati Shockley e Walter H. Brattainhe, Bardeen ha condiviso il premio per l'invenzione del transistore. Ha ricevuto il premio per la seconda volta nel 1972, con Leon N. Cooper e John R. Schrieffer, per la formulazione della teoria della superconduttività. Bardeen rivoluzionato così i campi dell'elettronica e la formazione immagine a risonanza magnetica.

Primi anni ed educazione:

Nato a Madison, Wisconsin nel 1908, padre di John Bardeen era un professore di anatomia e il primo preside della facoltà di medicina presso l'Università del Wisconsin. Ha acquisito una laurea in ingegneria elettrotecnica presso la stessa università nel 1928 e dopo un anno, la laurea di MS nel 1929.
Dopo alcuni anni di ricerca lavoro in geofisica, Bardeen ha preso un'altra laurea in fisica matematica all'Università di Princeton, ricevendo un dottorato nel 1936.

Contributi e realizzazioni:

Dopo anni di ricerca di lavoro presso l'Università di Minnesota e Harvard, oltre al laboratorio di ordinanza navale a Washington DC, John Bardeen entrato infine il gruppo di fisica dello stato solido presso i Bell Labs nel New Jersey nel 1945. Ha sviluppato un interesse nella ricerca di semiconduttori e collaborato con Brattain e Shockley per scoprire l'effetto transistor nei semiconduttori nel 1947. Suoi sforzi ha gettato le basi per l'età moderna di elettronica e computer.
Bardeen lasciato Bell Labs e accettò un posto di insegnamento all'Università dell'Illinois nel 1951. In questo posto, ha lavorato con con Cooper e Schrieffer a formulare il prima successo teoria microscopica della superconduttività, che fu poi definito come teoria BCS. Bardeen ricevette il premio Nobel due volte per i suoi sforzi, e lui rimane l'unica persona nella storia ad avere due premi nello stesso dominio.
Ha rivoluzionato i campi dell'ingegneria elettrica e fisica solido dell'ardesia. Il transistor è spesso riconosciuto come l'invenzione più influente del ventesimo secolo.

Vita e morte successive:

Bardeen morì di malattia il 30 gennaio 1991 a Boston, Massachusetts, dove egli era venuto a Brigham and Women Hospital per il trattamento medico. Fu sepolto nel cimitero di Forest Hill. John Bardeen è stato nominato dalla rivista Life tra le 100 persone più influente del ventesimo secolo.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici