Biografia di Jean-Baptiste Lamarck | Scienziati famosi.

Jean-Baptiste-Pierre-Antoine de Monet, Joseph Boulogne chevalier de Lamarck, più comunemente conosciuto come Jean-Baptiste Lamarck, era un leggendario biologo francese che ha sostenuto che acquisita caratteri sono ereditabili. Anche se la sua teoria dell'eredità è stata confutata dalla teoria evolutiva e genetica moderna, nonostante Lamarck è unanimemente riconosciuto come uno dei più influenti naturalisti e un importante precursore dell'evoluzione.

Vita e carriera:

Nato a Bazentin, Piccardia, Francia nel 1768 a un padre aristocratico, Jean-Baptiste Lamarck ha iniziato a studiare botanica e rilasciato il suo primo lavoro, "la Flore Française", nel 1778. Il libro gli procurarono fama e con il suo buon amico e naturalista Georges Buffon, fu nominato membro dell'Accademia delle scienze nel 1779.
Lamarck è stato nominato un socio botanico nel 1783. Si guadagnò la fama mondiale dopo aver iniziato una carriera nel 1788 al prestigioso botanical garden, Jardin du Roi, Parigi (ora Jardin des Plantes). Come il giardino venne riorganizzato nel 1793, ha dato alcune grandi idee per impostare la struttura del nuovo Museo di storia naturale. Lo stesso anno stesso, Lamarck è stato selezionato come il professore della sedia di zoologia degli invertebrati.
Il contributi brillante di Lamarck alla scienza è composta da lavoro straordinario in botanica, paleontologia, geologia, meteorologia e chimica. Alcune delle sue famose pubblicazioni includono "Système des Animaux sans vertèbres" (1801) e "Recherche sur l'Organisation des espèces" (1802). È nominato membro dell'Accademia francese delle scienze nel 1779.

Vita e morte successive:

Lamarck è andato ciechi e morì povero a Parigi il 18 dicembre 1829.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici