Passa ai contenuti principali

Unni bianchi | Gli Unni bianchi erano una razza di popoli in gran parte nomadi

clip_image003
Gli Unni bianchi erano una razza di popoli in gran parte nomadi che facevano parte delle tribù degli Unni dell'Asia centrale. Essi regnarono su un'area che si estende dalle terre asiatiche centrale fino al subcontinente indiano occidentale. Pur essendo una tribù per lo più nomade, hanno tuttavia adottato gli stili di vita delle terre conquistate, ma conservava ancora la loro natura bellicosa. Loro regola comincia nel quinto cento CE, ma essi si soffermò nella regione per una notevole quantità di tempo dopo il loro regno è caduto ed eventualmente integrato così bene nella cultura indiana che loro pratiche e tradizioni è diventato una parte completa di esso.

Origini degli Unni bianchi

Non possiamo dire con certezza quale gruppo etnico o razza gli Unni bianchi ha appartenuto a ma determinati presupposti possono essere fatto su di loro. Per quanto loro origini fisiche, in di Litvinsky storia della civiltà dell'Asia centrale, non c'è menzione di fonti cinesi identificandoli variamente con il Ch'e-shih di Turfan (ora regione Uighur della Cina), K'ang Chu o Kangju da sud del Kazakistan o le tribù di Yueh Zhi diffuse dalla Cina centrale. Questi Yuehzhi, furono scacciati i territori cinesi che hanno occupato da un'altra band della tribù conosciute come il Nu di Hsiung. Una di queste tribù il Yueh Zhi era gli Unni bianchi o Eftaliti.
Secondo Richard Heli, cronisti cinesi affermano che erano conosciuti come il Ye-ti-li-do, o Yeda ma sono conosciuto anche come il popolo di Hua dai cronisti stessi. Da queste fonti vi è un'ambiguità che si pone quale potrebbe mostrare che qualcosa è stato perso nella traduzione tra il termine Hua che convertito in Hun invece e venuto per essere associato con le tribù degli Unni.
Il ricercatore giapponese Kazuo Enoki disattese teorie basate esclusivamente sulla somiglianza dei nomi, in quanto non c'è variazione linguistica così tanto che non possiamo dire per certo che un nome particolare non ha perso qualcosa nella traduzione. Il suo approccio verso la comprensione delle origini di insultato è vedere dove non erano in evidenza invece dove si trovavano. Con questo approccio ha dichiarato che avrebbe potuto essere loro origini da Hsi-mo-ta-lo sudovest del Badakshan vicino l'Hindukush, un nome che sta per snowplain o Himtala in tempi moderni e questo potrebbe essere la forma di Sanskritised di Hephthal.
Una pergamena datata al 492-93 CE menziona che erano buddisti e avevano nomi iraniani.
Di nota qui è il lavoro del Professor Paul Harrison della Stanford University, che ha decifrato un modulo di scorrimento rame Afghanistan nel 2007 CE. La pergamena datata da 492-93 CE e dal periodo degli Eftaliti. Esso menziona apparentemente che erano buddisti e avevano nomi iraniani e comprende circa una dozzina di nomi tra cui quello di loro overlord o re. Per quanto riguarda il loro nome generale, essi sono stati variamente conosciuti come Sveta Hunas o Khidaritas in sanscrito, Ephtalites o Eftaliti in Haitals in armeno, greco, Abdeles, Heaitels in arabo e persiano dallo storico bizantino Theophylactos Simocattes, mentre il nome cinese li il Ye-ta-li-to, dopo il loro primo righello principali Ye-tha o Hephtal.
La varietà dei nomi Mostra che non c'è ambiguità verso l'identità specifica di questa particolare razza e che storicamente non hanno un Imposta origine che li definisce separatamente da varie altre tribù che esisteva all'interno di quella regione, allo stesso tempo, per lo più di origine nomade. Lo scrittore cinese Wei Chieh ha dichiarato che nonostante queste affermazioni, non possiamo essere certi della loro autenticità come le informazioni sono venuto da paesi lontani e in lingue che hanno perso molto significato nella traduzione, così è Impossibile trovare le origini degli Eftaliti in questi conti.
C'è una definizione interessante delle loro origini che inoltre è stato proposto. Fino ad ora è stato considerato che furono chiamati gli Unni "bianchi" a causa del loro colore della pelle. Tuttavia questo a quanto pare non è il caso, come le varie tribù degli Unni aveva tempo fa si sono divisi in quattro gruppi lungo i punti cardinali, ognuno con un colore specifico. Gli Unni del Nord quindi è diventato gli Unni "Nero", gli Unni "Bianchi" furono le tribù occidentali, il "Verde" o "Blu" erano del sud e gli Unni "Red" occuparono i territori orientali. Così pur essendo identificato come fiera dalla pelle, il nome stesso ha meno a che fare con l'aspetto fisico e più a che fare con loro self-ideati metodi di affiliazione tribale.

Territorio & doganale generale

Procopio di Cesarea (6a cento CE) è citato più volte in pubblicazioni come dando le prime descrizioni fisiche di queste persone e la loro società con le seguenti parole:
"Sono il Ephthalitae dello stock di Unni infatti anche come nel nome; Tuttavia, essi non si mescolano con uno qualsiasi degli Unni noti a noi, per occupare una terra né adiacente, né anche molto vicino a loro; ma il loro territorio si trova immediatamente a nord della Persia; infatti la loro città, chiamata Gorgo, si trova di fronte la frontiera persiana e di conseguenza è il centro di frequenti concorsi relativi alle linee di confine tra i due popoli. Per essi non sono nomadi come gli altri popoli degli Unni, ma per lungo tempo sono stati stabiliti in buona terra. Di conseguenza non hanno mai fatto qualsiasi incursione in territorio romano tranne in compagnia con l'esercito di mediana. Essi sono gli unici fra gli Unni che hanno corpi bianchi e volti che non sono brutti. È anche vero che il loro modo di vivere è a differenza di quella dei loro parenti, né vivono una vita selvaggia come fanno; ma essi sono governati da un re, e poiché possiedono una costituzione legale, osservano il diritto e la giustizia nei rapporti sia con gli altri e con i loro vicini, in nessun grado di meno che i Romani e i persiani."

-Procopio di Cesarea (libro I. Cap. 3),

Riconosciuto un solo re, non erano divisi in tribù, avevano una vera costituzione per la governance di tutti i giorni e sono stati considerati solo e Fiera dai loro vicini. Loro sistemi di sepoltura sono stati anche diversi dal ben noto europea e chionita Unni come hanno sepolto i loro capi in cumuli di terra e pietra con i compagni che li servivano nella vita, mostrando anche una diversa cultura funeraria e possibilmente diverse credenze religiose.
clip_image004
Hun bianco o insultato Coin

Inizii di Hun bianco invasioni in India

Gli Unni bianchi è emerso, poi, nella regione della Transoxiana nel tardo III secolo e all'inizio del IV secolo D.C. che avevano occupato le regioni di Tokharistan e Battriana (Afghanistan settentrionale). Questo gruppo di persone era estremamente bellicoso, e fin dalla loro nascita hanno rapidamente conquistato i territori a sud di loro terre di origine.
Maggior parte dei ricercatori sono della mente che gli Unni bianchi erano anche aderiti e sostenuti in numero da Chioniti nella Transoxiana, come queste due tribù sono state collegate. Ancora altri studiosi pensano che questi Unni bianchi erano discendenti della dinastia Kushan, come si chiamavano "Shahan-Shahis", come ha fatto i Kushan, sulle monete che sono state trovate dal periodo. Infatti nelle fonti più indiani, non ha stato fatta distinzione tra i Kushan, Kidariti e gli Unni complessivo, così confusione rimane chi cui esattamente le fonti antiche come Purana quando hanno parlato di "Hunas".
In ogni caso potrebbe essere, quello che sappiamo è che il periodo durante il quale gli Eftaliti sono detto di essere stato in guerra per il controllo di questa regione era un tempo di generale tumulto nel subcontinente e adiacenti aree. In questo momento, simultaneamente, i Sasanidi erano in guerra con i Kushan (o Sakas, Kidariti o Eftaliti, come le loro identità sono descritti in modo diverso nelle varie fonti), che si erano impegnati con problemi interni, per non parlare cercando di aggrapparmi a territori in Oriente che erano essere conteso fra i Gupta al momento.
Il Guptas infine decisamente contrari i Kidariti e li sconfisse, inviarli nuovamente dentro le loro roccaforti nel Punjab attorno al 460 A.C.. A questo punto i Kidariti stessi erano usurpati dai loro posti di potere dagli Eftaliti in arrivo, ancora un'altra tribù da uno stesso stock come loro che comunque si è sforzato a stabilire la loro regola sui territori precedentemente tenuto dai loro rivali.
E ' stato circa 470 CE che Unni bianchi incursioni in India si dice che hanno cominciato o almeno ha raggiunto un alto punto, quando morì il Skandagupta re Gupta. Il Tegin (o governatore) Khingila si dice che hanno portato queste incursioni in India, prendendo Gandhara dai Kidariti nel 475 CE. Dopo questo hanno disceso dalla valle di Kabul in Punjab, saccheggiando le città fino a quando hanno raggiunto la sede del potere di Gupta a Pataliputra.

righelli di hun bianco

Prima di dettagliare i governanti dell'impero indiano degli Unni bianchi, circa che cosa era esattamente il loro ruolo dovrebbe essere fatta una distinzione. Il primo re degli Unni bianchi in India è conosciuto con il nome Tunjina o Khingila. Tuttavia, questo nome viene fornito con un titolo di "Tegin" pure. Questo titolo denota governatore o Signore della guerra. Tuttavia c'è un titolo completamente diverso di Kagan che viene dato a overlord degli Unni bianchi, cui la sede è detto di essere vicino a Bukhara. La prova suggerisce che gli Unni bianchi che è entrato in India erano, anche se della stessa linea evolutiva, differenti in termini di loro dinastia regnante e stabilito un regno indipendente periferico in India, che stava lavorando in tandem con i territori più ampia in Asia centrale. Come tale, gli Unni bianchi può essere diviso in Hunas dell'India e gli Eftaliti dell'Asia centrale. Anche se hanno mantenuto la regola separata, sono rimasti comunque in contatto e in alleanza, aiuto reciproco militarmente quando richiesto.

Lista dei righelli

I righelli interessati con qui sono quelle di Indo-Hunas, come sono più strettamente correlati al nostro argomento principale della regione di Gandhara. Diverse filiere emopoietiche sono date in posti, ma molti studiosi sembrano concordare la seguente cronologia:
  1. Tunjina (Khingila); Il primo ad avviare indiani invasioni. 455-484 CE
  2. Toramana; Figlio di Tunjina. 484-515 CE
  3. Mihirakula; Figlio di Toramana. 515-533 CE
  4. Pravarasena; Fratellastro più giovane del Mihirakula. 537-597 CE
  5. Gokarna; Figlio di Pravarasena
  6. Khinkhila; Figlio di Gokarna. CE 600 e 633
  7. Yudhishthira/Judhishthira; Figlio di Khinkhila. 633 a 657 CE.
  8. Lakhana; Figlio di Yudhishthira. 657 - 670 CE
In tempo di Lakhana gli Unni bianchi si ritirò a Ghazni attraverso la valle di Peshawar. Ahmad Hasan Dani è stata citata come Yudhishthira come l'ultimo re di denominazione per questo motivo, come in tempo di Lakhana che l'Hunas era stato indirizzato come un impero. È in questo momento che insultato regola in India è preso di avere terminato dopo quasi 20 anni di combattimenti.
L'ultimo re degli Unni delle tribù Indo-Huna è noto come Purvaditya sentenza da intorno dopo 670 CE. Va ricordato che questi re erano di un tempo molto più tardi e probabilmente erano signori di una regione molto piccola rispetto ai loro predecessori.
Queste regioni erano Hun "Mandala" o centri e ha esistito per lungo tempo anche dopo il crollo dell'Impero principale. Malwa, Madhya Pradesh, Rajasthan e Gujrat orientale sono noti che centri di Huna in India.
Il pilastro di Garuda menziona sconfitta di Hunas dal re per il quale è stato eretto e viene datata a 850 CE, mostrando l'esistenza dei discendenti di Unni bianchi della regione. Prova anche più tardi è presente nell'iscrizione che menziona il righello di Medapatta sposando la figlia di un re unno Mandala, datata al 977 Atpru CE.
Molto altri titoli sono dato per quanto riguarda la misura in cui gli Unni si diffuse in India e inoltre si dice che gli antenati di molte tribù locali della regione, come il Rajputs, Gujars e Jats e anche i Abdalis, i Qarluq e Khalachs in Afghanistan e Asia centrale.
Questo era praticamente una consuetudine in India al tempo, dove conquistatori sarebbero gradualmente assimilare nella popolazione autoctona e integrarsi con la gente, a volte anche essere convertita in caste se stessi come è successo con il Gujars che divenne "royal pastori" della casta Kashatrya e Jats che sono diventato i combattenti coraggiosi e più tardi ha dato luogo a un altro gruppo di guerriero, i Sikh. Il Rajputs stessi mantenuto le loro abilità guerriera e successivamente sono stato avviato nella religione indù come una casta. Aradi dichiara attraverso vari riferimenti che questo era dovuto al fatto che la casta dei bramini ha visto l'impiego di integrare queste persone formidabili all'ovile dell'induismo e quindi li avviata attraverso una cerimonia speciale nel VII secolo CE. Le loro radici sono ancora evidenti nella loro background musicale e guerriero.

Importanti sovrani dell'Impero Indo-Huna

Anche se ci sono molti righelli nella lunga fila di successione presso gli Eftaliti, solo i più importanti quelli arfe discusso, coloro che stavano governando l'impero più potente, all'inizio, piuttosto che piccoli principati o Stati di città come in tempi successivi.

Toramana

La nostra prima menzione di Toramana viene dalla regione di Madhya Pardesh in India dove un'iscrizione lo proclama Maharajadhiraja (il re dei re). Un'altra iscrizione sul pilastro principale Kura nella piccola città di Kura, del Punjab, in Pakistan, anche detto "Maharajadhiraja Shri Toramana", mostrando che regnò almeno dall'India centrale nel Punjab durante il v secolo CE a cui queste iscrizioni sono state datate. La menzione di terza viene dall'iscrizione di Gwalior, ma questo è stato fatto durante il Regno del suo erede, Mihirakula. L'iscrizione ha anche la data esatta che è stato fatto, che essendo il quindicesimo anno del Regno di Mihirakula dirci che Toramana governato da 484-515 CE. Questa iscrizione menziona anche la religione del padre e del figlio, essendo una parte della setta Shivite dell'Induismo.
C'è anche evidenza numismatica riguardanti il Regno di Toramana e la misura del suo Regno che dimostra che il suo regno esteso dalla Battria, Iran orientale e fino a metà le terre del subcontinente indiano. Il suo regno fu abbastanza significativo che monete dal suo tempo erano ancora in uso nel XVIII secolo CE nel bazar del Kashmir. Sebbene sia noto da alcune evidenze numismatiche che la religione originale gli Eftaliti era il culto del sole, essi avevano adottato le pratiche di Shivite con il tempo che si stabilirono in Gandhara mostrando la capacità di conformarsi o adattare alle condizioni prevalenti, piuttosto che essere rigidi nelle loro ideologie.
In termini di forza fisica, Toramana è considerato essere solo secondo a Atilla Hun, ben noto come il flagello dell'Europa nella stessa epoca, come dopo aver stabilito gli Unni in uno stato vitale casa e come una potente dinastia, con un'estensione territoriale dall'Asia centrale in India centrale. Ri-organizzò le varie tribù disparate in un insieme coeso con un esercito ben strutturato e il sistema governativo, avendo due sedi del potere; uno nel nord a Kabul e Purushapura e uno nel sud dell'India in Malwa (odierna Rajasthan e Madhya Pradesh). E ' stato a causa sua altamente strutturato sistema di governance e regola che persone accettate lui, come lui era molto accomodante verso popoli conquistati e non era inutilmente oppressivo o ingiusto. Questo gli permise di regnare su una vasta area e ha dato gli Unni bianchi e le tribù che si unì a loro lo stato di una nazione per la parte migliore di un secolo.

Mihirakula

Anche se egli è considerato un grande sovrano in termini di conquiste militari per l'Impero insultato, Mihirakula non è ricordato che lo stesso modo di suo padre era. Si pensa di essere stato un duro e crudele sovrano che non era amato dai suoi sudditi ed è considerato il motivo perché il nome di Huna era temuto e alla fine opposto nel subcontinente dai sovrani locali. Egli è menzionato con il padre nell'iscrizione Gwalior di 530 CE e solo tre anni più tardi egli è menzionato nell'iscrizione Mandasor del 533 CE che racconta la sua sconfitta dal principe tribale Yasodharman mostrando il rapido declino del suo potere.
Ulteriore prova del suo Regno si trova a monete, trovato attraverso tutto Battria e Kashmir e parti dell'India che mostri le immagini di vari momenti del Dio del sole, contava di Ahura Mazda di zoroastriani o il tridente di Shiva, Mostra che anche se il sovrano era lo stesso, le aree sotto insultato controllano loro religioni regionalmente dominante nonostante i governanti inclini un modo o in altro. Menzione di lui dal pellegrino cinese Sun Yung, che è venuto a Kashmir, mentre egli stava governando ci lo fa per essere un re molto crudele e arrogante, come lui non ha pagato rispetto all'imperatore cinese di alzarsi quando la sua lettera era leggere, ma invece ha detto "perché dovrei pagare rispetto a un pezzo di carta?".
Anche se conosciuto come un grande guerriero e capo militare, era anche considerato un righello fanatico che hanno mantenuto il controllo con qualsiasi mezzo. Un missionario greco, Cosmas Indicopleustes, che ha navigato in India nel 530 CE, ha scritto sulla sua forza militare, che descrive gli elefanti 2000 e una grande cavalleria. Ha detto dei riscatti (o tributi) preso da territori non sotto il comando di Mihirakula. Il suo nome viene scritto come Gollas che punta a una diversa pronuncia della seconda parte del suo nome, "kula" o "gula".
Prova della sua crudeltà è dato nella cronaca storica Kashmiri il Rajatanagini, dove è descritto come ha perseguitato i buddisti e seguendo rigorosamente l'Induismo Shivite. Ha anche costruito un tempio in Kashmir mentre ivi residenti per il culto di Shiva. Si diceva che le sue truppe hanno distrutto 1400 monasteri in Gandhara centrale, Kashmir e il subcontinente nord-occidentale, le aree dove ha avuto la regola più solida. Aree più remote come Mardan e Swat sono stati risparmiati come essi non erano facilmente accessibili e di conseguenza sono stati lasciati un certo grado di autonomia. Stranamente prima sua persecuzione era effettivamente interessato nella religione.
Dopo la sua sconfitta nel 533 CE di Yasodharman nell'ovest, Mihirakula cercato di consolidare il suo potere nella parte orientale del suo impero intorno a Patna, ma fu sconfitto dal re Baladitya lì, che essendo un buddista non ha ucciso Mihirakula, che poi si sono ritirati in Kashmir. Alla fine egli ascese al trono del Kashmir attraverso l'astuzia e l'inganno ma non sono riuscito a mantenere il potere per troppo tempo, morendo nel 533 CE della malattia. Mentre nel Kashmir, ha riunito le sue forze ed ha attaccato ancora una volta, la regione di Gandhara uccidendo l'intera famiglia reale c'e la masterizzazione di stupa e templi buddisti. Ha massacrato anche la metà delle persone che erano di fede buddista.

Pravarsena

Egli era il figlio minore di Toramana da un'altra moglie e si oppose con veemenza il fratellastro Mihirakula, ragion per cui egli era nascosto dopo Toramana morì e rimase nel nord dell'India come un pellegrino fino alla morte di suo fratello. Poi salì al trono di Kashmiri a 533 o 537 CE all'età di 25 anni. Egli è noto per aver regnato per 60 anni fino al 597 CE ed è stato considerato un alleato forte e leale, che è stato accettato dai suoi sudditi, a differenza del suo predecessore. Egli è anche considerato di avere fondato Srinagar nel Kashmir e generato un tempio vicino alla città per il culto di Shiva.
È durante il Regno di Pravarsena che vediamo la prova dell'uso della parola «capriolo» con riferimento gli Unni, che è un simbolo utilizzato nel corso della storia e citato da un poeta di Corte. Inoltre, dalla evidenza numismatica, sappiamo che le roccaforti insultato erano gli stessi di prima, vale a dire Kashmir, Punjab nord-occidentale, meridionale Battria e Gandhara. Su queste monete, vediamo anche il titolo onorifico "Kidara" insieme al nome del re in luoghi come il Kashmir, mostrando che gli Unni bianchi stavano cercando di dimostrare le loro antiche radici di Kushan al fine di cementare la loro regola.
Società e cultura
Stile di vita
Anche se inizialmente i nomadi che hanno spostato da pascolo a pascolo e tra climi freddi e caldi, gli Eftaliti finalmente sistemati in varie città dopo hanno stabilito la loro regola sopra il subcontinente e Asia centrale. Account iniziale di pellegrini cinesi descrivono il loro stile di vita nomade, raccontando di come si trasferirono intere popolazioni a nuove aree insieme con il re e la sua intera corte ma scritture successive di stato come essi erano stabiliti in città ben difesa e popolate tutti attraverso le regioni conquistate. C'era anche una differenza di classe contrassegnata tra l'elite e la gente comune, con l'elite ovviamente godere il meglio dei prodotti e lussi e la gente comune relegata a compiti umili molto simile a qualsiasi altra società.

Pratiche religiose

Pellegrini cinesi, vale a dire Yun Sung, danno prova della religione degli Eftaliti, specificamente in Gandhara, come quella del culto del fuoco, anche se in generale si dice che essere seguito pagani, stranieri o dèi del demone. L'idea del culto del fuoco o il culto del sole, anche se non insolito in quel momento della storia, ancora ci permette di collegare gli Eftaliti con un'origine iraniana Zoroastrian religione cioè iniziale, che dà ulteriore credito alle idee di Enoki che gli Unni bianchi sono di origine iraniana e non Unni a tutti (Heli, 2007) e questi sono stati successivamente integrati in induismo pure.
Abitudini di sepoltura si dice che sono stati simili alle altre tribù degli Unni o mongoloide, con un cairn di pietra sollevato per ospitare la tomba e un pozzo a tenere la bara, che a volte era di legno. Merci sono stati anche deposto nella tomba con la persona che era morto, in particolare quelli che aveva usato nel corso della sua vita. Unni bianco asiatico centrale anche sepolto schiavi o chiudere gli amici del defunto all'interno la tomba di pure. Quando un genitore deceduto il bambino avrebbe tagliato un orecchio. Queste sepolture anche darci una contraddizione con il Zoroastrismo dove cadaveri sono lasciati all'aperto, ma possono risultare per essere un ramo sundered della tribù iraniane che avevano adottato costumi asiatico centrale locali. Loro pratiche di sepoltura anche li mette in disaccordo con le idee di origini turche.
La poliandria è un aspetto ben documentato dei loro stili di vita, dove una donna era sposata con tanti fratelli con il fratello più anziano ha detto di essere il padre dei bambini che lei potrebbe avere. Copricapi sono stati indossati con le corna, e loro i numeri indicati come molti mariti era la donna che li indossa.
Buddismo in questo momento è detto di essere stato all'incirca dello stesso schema di sviluppo come prima, ma i governanti insultato iniziò gradualmente a discriminare contro di esso, forse a causa l'aumento di altre religioni tra loro soggetti che minacciava di superare le loro ideologie. Questo potrebbe anche essere perché essi in un primo momento ha cercato di integrare con le popolazioni religiosamente di coniare monete diverse ma più tardi è andato totalmente contro buddismo e forse anche altre religioni come il manicheismo e il cristianesimo appena arrivato. Tuttavia, loro tolleranza e il rispetto costante del buddismo è visto bene nel VI secolo e solo comincia a declinare dopo gli Eftaliti erano sottratti al potere nel subcontinente, mostrando che era le successive dinastie indù che erano la vera ragione dietro il successivo declino del buddismo.
In tutti i testi un punto è stato fatto che la regione di Gandhara è stata considerata come un hub di tutte le religioni della regione ed era estremamente tollerante in natura. Indù, zoroastriani, persiani seguaci di mitra e Ardoksho sono tutti dice che sono esistiti qui e accettati inizialmente dagli Unni bianchi che, come già accennato, è evidente nelle loro monete e iscrizioni.
Per quanto riguarda il buddismo (che si basava su viaggiare monaci e commercio entrate insieme con i governanti conforme a fiorire) c'era anche una recrudescenza in India negli insegnamenti di Hinduism di Puranic durante il Regno dei Gupta. Questi insegnamenti ruotavano intorno risorgenti insegnamenti indù che si basavano su Puranas appena creato. Era durante questo tempo, attraverso le leggi scritte dell'Induismo (non in prova prima di questo tempo), che la classe dirigente ha cercato di stabilire la loro regola indiscussa nel subcontinente. Questa divisione dura dell'ordine sociale è andato praticamente contro l'intere filosofie buddista e Jain e accoppiato con un aumento delle conquiste di Guptas basato su filosofie religiose di un impero di pan-indiana; Ciò ha condotto ad uno stato di generale eseguito il rifiuto delle altre religioni. Nel periodo Pre-Gupta, altre religioni come il Giainismo e il buddismo erano in grado di sviluppare se stessi più pienamente come essi non sono stati minacciati da una filosofia religiosa che stava cercando di trincerarsi nella regione.

Lingua

Molte teorie sono state proposte per quanto riguarda la lingua presso gli Eftaliti, ma nessuna prova conclusiva è stata trovata. Turkic e vari Indo-Iranian sono alcune lingue proposte, ma c'è una prova sufficiente a dirci che diverse regioni controllate dagli Eftaliti erano sotto l'influenza di diverse lingue come battriano, Pahlavi, sogdiano tra gli altri assieme a molti script anche come battriano, Kharoshti, Brahmi e Pahlavi.
Cosa si può dire per certo è che la lingua battriana era la lingua ufficiale degli Eftaliti che era uno sviluppo dello script greco. Lo script è considerato molto difficile da leggere, e solo pochi esempi di esso sono stati trovati, che non sono indicativi di grandi quantità di materiale che Hsuan-Tsang, il pellegrino cinese, ha scritto circa. Inoltre i cinesi cronaca Pei-shih afferma che "la loro lingua differisce da quella dei Juan-Juan (mongoloide), Kao-che e vari Hu (tribù turche)" (Fondazione della via della seta) con un conto simile presentato da Wei Shu (libro di Wei). La lingua di "Hu" si riferisce a quella del popolo iraniano che parlano dell'Asia centrale, che i cinesi chiamato Hu. Da resoconti successivi del cinese Xuang Zang Pellegrino, possiamo capire che la loro lingua era di origine Bactrian con una base greca e ancora in uso fino al VIII secolo CE.

Città & villaggi

Anche se in inferiorità numerica da insediamenti rurali, centri urbani degli Eftaliti erano comunque molto importante per amministrativo e commerciale fini. Le città sono state costruite in due parti; una cittadella e un urbano della città che erano altamente fortificate e costruite con plinti e argilla battuta. Il nostro più chiara comprensione di questi proviene dai pellegrini cinesi principalmente Hsuan-Tsung. Egli scrive della più grande città conosciuta è quella di Balkh, che si dice hanno avuto robuste fortificazioni ma una popolazione sottile. Aveva 100 monasteri che ospitava 3000 monaci con un grande monastero fuori dalla città pure.
Termez era un altro centro descritto da Hsuan-Tsung, che è stato detto di essere della stessa dimensione come Balkh, circa 70 ettari. Aveva 10 monasteri e circa 1000 monaci e aveva una città centrale e una zona Sobborghi racchiuso da un muro con una cittadella possibile.

Conclusione

Da tutte le ricerche studiata possiamo discernere che gli Unni bianchi in realtà sono un popolo molto problematico. Sono problematici in quel tutto, dalle loro origini, la loro religione, le loro usanze, nomi, affiliazioni tribali ecc sono tutti sotto contestare o così strettamente unite con quelle di altri gruppi simili, che individuando un limite pulito che possiamo dire conclusivamente è interamente che Unni bianchi non è una prospettiva facile. Questo è accoppiato con l'evidente capacità di queste persone di integrarsi completamente con le regioni conquistate che attenua ulteriormente la distinzione tra i governanti e la dà governata e sola noi isolato i riferimenti a loro. Il problema significativo nelle fonti che variamente o raggrupparli insieme ad altre orde nomadi o li distingue completamente rende anche difficile da accertare i limiti che questo gruppo occupato.
Tuttavia, chiunque fossero, ampia prova esiste ancora per dirci che la loro influenza all'interno di questa regione era veloce e brutale e forse non in senso negativo. E ' stato brutale in quanto in pochissimo tempo sono riusciti a penetrare molto profondamente nel subcontinente indiano, l'adozione di religioni, costumi, città e persino stati come le loro case. Si evitava la loro precedente vita nomade e lentamente diventano così tanto una parte del tessuto della società indiana che ancora oggi le città con i loro nomi esistono sotto forma di Hunavasa, Hunaganva Hunajunmu, Madarya, Kemri nelle province indiane dove trovarono case permanenti per se stessi. Così, nonostante il tempo limitato che hanno governato, sono riusciti a scavare profondamente in questa regione e ha lasciato un'eredità che persiste fino ad oggi.
Tradotto dal sito Web: Ancient History Encyclopedia sotto licenza Creative Commons.

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…