RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Tiye | Tiye era la Regina dell'Egitto della XVIII dinastia

ADS

clip_image036
Tiye (noto anche come Tiy, 1398-1338 A.C.) era la Regina dell'Egitto della XVIII dinastia, moglie del faraone Amenhotep III, madre di Akhenaton e nonna di Tutankhamon e di Ankhsenamun. Lei ha esercitato un'enorme influenza presso le corti di suo marito e il figlio ed è noto di aver comunicato direttamente con i governanti delle Nazioni straniere. Le lettere di Amarna mostrano anche che lei fu molto apprezzata da questi governanti, soprattutto durante il Regno di suo figlio. Anche se ha creduto nella religione politeistica tradizionale dell'Egitto, ha sostenuto le riforme di Akhenaton monoteiste, probabilmente perché li riconosceva come stratagemmi politici importanti per aumentare la potenza del trono a scapito del sacerdozio di Amun. Morì nel suo inizio degli anni sessanta e fu sepolto nella Valle dei re. Sua mamma è stato identificato positivamente come che noto come il 'Elder Lady' e una ciocca dei suoi capelli, forse un ricordo del giovane re, è stato trovato nella tomba di Tutankhamon.

Matrimonio e vita in anticipo

Secondo alcuni studiosi (Margaret Bunson, fra loro), padre di Tiye era Yuya, un sacerdote provincia di Akhmin, e sua madre era Tjuya, un servo della regina madre, Mutemuia. Altre fonti, invece, sostengono che Yuya era padrone del cavallo della Corte reale e Tjuya una sacerdotessa. Tiye cresciuto nel Palazzo reale, ma non era un reale se stessa. Lei sarebbe stato una parte della vita di Corte se sua madre era stato servo della Regina, ma sembra più probabile che entrambi i suoi genitori goduto di uno status più elevato. Aveva un fratello, Amen, che più successivamente ha assunto la posizione del padre e divenne il sommo sacerdote del culto di Akhmin, e puo ' aver avuto un altro fratello, Ay, che sarebbe più tardi governare l'Egitto (anche se questo è disputato). I nomi dei suoi genitori, alcuni sostengono, non sono egiziani, ed è stato suggerito che erano Nubian. Gli studiosi che hanno notato il ruolo insolito di Tiye negli affari di stato punto l'usanza Nubian di righelli femminili. Candaces di Nubia erano tutti i righelli di donna forti, e così alcuni studiosi ipotizzano che forse Tiye sentiti liberi di esercitare il potere nello stesso modo come un sovrano maschio a causa della sua educazione e patrimonio.
Tiye governato con la stessa autorità come un uomo e ha esercitato il suo potere in egual misura con i grandi re del mondo antico.
Questa teoria è disputata, tuttavia, come è stato sottolineato che le donne in antico Egitto aveva più diritti e sono stati tenuti in maggiore considerazione rispetto a molte altre culture antiche e, di conseguenza, c'è bisogno di cercare una ragione nella vicina Nubia per comportamento di Tiye. La contro-argomentazione, tuttavia, è che questa obiezione di quest'ultima non tiene conto per i nomi dei genitori di Tiye Nubian. L'egittologo Zahi Hawass sostiene che i nomi non sono Nubian e che "alcuni studiosi hanno ipotizzato che Yuya e Tjuya erano di nascita straniera, ma non ci è prova buona per dimostrare questa teoria" (28). Egli contraddice anche Bunson sostenendo che i genitori di Tiye sono stati associati con il clero della regione egiziana di Akhmin, che servono i dèi Amon, Hathor e Min; Yuya era padrone del cavallo e Tjuya non era un servo della casa reale, ma una sacerdotessa di notevole potenza. Se Hawass è corretta, questo spiegherebbe come regina Tiye è venuto a brandire tanto potere quanto ha fatto..--molto più di qualsiasi altra regina d'Egitto prima di lei (come Hatshepsut era Faraone, non Regina, lei non può essere considerata in questa equazione). Lo storico Margaret Bunsone nota che, "Tiye probabilmente sposato Amenhotep mentre lui era un principe. Si crede che sia stato solo 11 o 12 al momento"(265). Quando Amenhotep III salì al trono, Tiye salito con lui.

Regina Tiye

Dall'inizio del Regno di suo marito, Tiye era una forza significativa alla Corte. Bunson scrive che lei era "intelligente e diligente, la prima regina d'Egitto, per avere il suo nome in atti ufficiali, anche l'annuncio del matrimonio del re con una principessa straniera" (265). Hawass è d'accordo, affermando, "Tiye è descritta prominente sui monumenti del marito e sembra hanno sopportato più reale potenza rispetto le regine che sono venuti prima di lei. Il suo nome è anche scritto in un cartiglio, come quella del re"(28). Regno di Amenhotep III era lussuoso e l'Egitto era la nazione più potente e più ricca della regione, se non del mondo, e così il re era libero di spendere questa ricchezza nella costruzione di un grande palazzo per la sua Regina a Malkata, attraverso il fiume da Tebe e il vecchio Palazzo di suo padre.
Tiye e suo marito ha vissuto a Mosca dove ha dato alla luce sei figli: due figli, Thutmosis, Amenhotep IV; e quattro figlie, Sitamen, Henuttaneb, Isis, Nebetah e Baketaten. Thutmosis morì presto nella vita, ed Amenhotep IV (più tardi conosciuto come Akhenaton) è stato dichiarato erede al trono. Immagini dal tempo mostrano Tiye con la sua famiglia godendo la vita domestica, ma era altrettanto coinvolta negli affari di stato. Oltre ai consueti titoli per una regina, come principessa ereditaria, signora delle due terre, moglie del re o la moglie del grande re, Tiye era noto anche come padrona di alto e basso Egitto e padrona delle due terre. La coppia reale ha presentato un fronte unito nel trattare con domestici e politiche estere, e il Regno di Amenhotep III è considerato un alto punto nella storia egiziana. Hawass scrive:
Mettendo le sue origini non reale accanto al suo potere evidente, gli studiosi hanno da tempo assunto che il matrimonio tra Amenhotep III e Tiye era una corrispondenza di amore. Tuttavia, gli studiosi ora sembra possibile che i suoi genitori, Yuya e Tjuya, in realtà ha tenuto una buona dose di influenza nell'amministrazione centrale sotto Thutmosis IV e serviva anche come reggenti durante la minore età del giovane re. Il matrimonio quindi potrebbe essere stato un'offerta riuscita per potere da parte di una famiglia ambiziosa. Sono stati concessi l'insolito privilegio di sepoltura nella Valle dei re, dove la loro tomba parzialmente saccheggiata ma ancora ricco è stato scoperto nel 1905 (28).
Non c'è dubbio, tuttavia, che il re e la Regina si amavano e goduto della reciproca compagnia. Essi sono rappresentati come compagni costanti e, come note di Hawass, "il Palazzo a Malkata aveva un enorme lago artificiale collegato ad esso. Amenhotep III e Tiye prese piacere crociere su questo lago in loro corteccia di Aten"(31) e anche fatto una passeggiata nei giardini. Ogni iscrizione, statua o lettera presenta la coppia come partner alla pari in entrambi domestico e vita pubblica.
Importanza di Tiye è evidente in quanto è raffigurata nella statuaria come la stessa altezza come suo marito. In precedenza, nella statuaria diade che rappresenta il faraone e la sua regina, il re era considerevolmente più alto a simboleggiare la sua maggiore potenza e prestigio. Da iscrizioni e le lettere trovate ad Amarna, è chiaro che Tiye era in ogni modo alla pari di suo marito e presieduta in sagre, incontrato con dignitari stranieri e diretto le politiche nazionali ed estere. Bunson scrive che "Tiye è stato menzionato da diversi re di altre terre in loro corrispondenza, essendo stato reso noto a loro nei suoi rapporti ufficiali" (265). Grande contributo di Amenhotep III alla cultura egizia era la pace e la prosperità che gli permise di erigere la sua grandi monumenti, templi, parchi pubblici e palazzi. Bunson scrive, "mentre Amenhotep occupò con suoi propri affari, regina Tiye lavorato instancabilmente con i funzionari e gli scribi supervisiona gli aspetti amministrativi dell'Impero. Lei era privo di ambizione personale e servito Egitto bene durante il suo mandato"(18). La coppia reale ha regolato l'Egitto con successo per 38 anni fino alla morte di Amenhotep III nel 1353 A.C. quando era 54 e Tiye era di 48 anni.

La madre del re

Tiye assunse il titolo di madre del re dopo l'ascesa al trono di suo figlio Amenhotep IV. Inizialmente, egli governò dal Malkata e continuò la politica di suo padre ma, nel quinto anno del suo Regno, egli abolì l'antica religione egizia, chiuso i templi e proclamato un nuovo ordine basato sull'adorazione dell'unico vero Dio Aten. Egli cambiò il suo nome in Akhenaton e costruito una nuova città, con un palazzo ancora più grandioso, su terra vergine in mezzo l'Egitto, che egli chiama Akhetaten (orizzonte di Aton). Anche se non non c'è alcuna indicazione che Tiye aveva mai intrattenuto nulla come inclinazioni monoteiste, lei sembra hanno sostenuto radicale di suo figlio rispetto alla politica religiosa del passato. I sacerdoti di Amon gradualmente si stava diffondendo in ricchezza e potere durante la dinastia XVIII fino a quando, di Regno di Amenhotep III, la loro influenza era alla pari con la casa reale. Qualunque cosa Tiye può aver pensato di monoteismo di suo figlio privatamente, lei avrebbe approvato una misura per aumentare la potenza del trono a scapito del clero.
Durante il Regno di Akhenaton, Tiye è raffigurato nel ruolo di una nonna che si siede con il royal children di suo figlio e sua moglie, Nefertiti, ma ha continuato a svolgere un ruolo importante nella vita politica dell'Egitto. Il re di Mitanni, Tushratta, mantenne una corrispondenza direttamente con Tiye e nemmeno menzionato le questioni che non ha nulla a che fare con questioni di stato come i momenti piacevoli che erano passati insieme in visite. Akhenaton è abitualmente raffigurato con sua madre in scene domestiche o visite ufficiali in Akhetaten, e lui era chiaramente molto affezionato a lei. Anche i suoi servitori si teneva in alta considerazione. È raffigurata con la sua famiglia un banchetto sulla parete della tomba del suo intendente Huya, dove lei è immersa nella luce di Dio Aten ed è circondata dai suoi nipoti. Bunson scrive che raffigurazioni di Tiye in questo tempo "Mostra una donna forza con un mento affilato, gli occhi infossati e una bocca ferma" (265), e lei continua a essere raffigurato come una figura di statura protuberanza e royal. Il suo esempio è pensato per servire come modello per sua nuora, mentre Nefertiti è piaciuto molto lo stesso status di Tiye, servita la Corte nella stessa capacità e, soprattutto, si prese cura degli affari di stato quando il marito era altrimenti occupato o distratto dalle sue funzioni.

Morte di Tiye & Legacy

Non è noto quando Tiye morto, ma era molto probabilmente intorno al dodicesimo anno del Regno di Akhenaton nell'anno 1338 A.C.. La pittura e l'iscrizione sulla tomba di Huya è l'ultima menzione nota fatta su di lei ed è datato a quell'anno. La morte è visto da alcuni come in concomitanza con il perdita apparente di Akhenaton di interesse negli affari esteri, e forse suo dolore per la perdita di sua madre ha influenzato il suo ritiro. Inoltre è stato suggerito, tuttavia, che abbia tutto il tempo non aveva alcun interesse e semplicemente lasciato gli affari di stato di sua madre e Nefertiti. In entrambi i casi, il suo Regno soffre un profondo declino dopo la morte di Tiye, e ha in gran parte trascurato la politica estera, preferendo rimanere nel suo palazzo a Akhetaten e partecipare alla sua nuova religione. Questa preoccupazione con Aten ha condotto ad una diminuzione nel prestigio dell'Egitto e la perdita di un numero di territori lungo posseduti dalla corona, in particolare Byblos, nonché l'aumento della forza degli Ittiti a nord poiché ci non era più una significativa politica estera egiziana per controllare la loro espansione. Queste circostanze hanno portato gli studiosi ad ipotizzare che, lei aveva vissuto più a lungo o forse ha impiegato l'influenza più diretta su interesse religioso di suo figlio, il periodo di Amarna sarebbe sono stato ricordato più favorevolmente dalle generazioni future degli egiziani. Come è venuto ad essere, tuttavia, Akhenaton sarebbe venuto a essere considerato 'il re eretico' e del suo Regno cancellata dalla memoria.
Dopo la morte di Akhenaton, suo figlio Tutankhamon salì al trono, abrogato riforme religiose di suo padre e ri-istituito l'antica religione egizia. Monoteismo di Akhenaton era così odiato dal popolo d'Egitto che misure sono state prese dai suoi successori, Tutankhamon prima e poi risale a seguirlo, a seppellire l'eredità del 're eretico', mettere il suo Regno dietro di loro e costruire Egitto torna a sua altezza ex. L'ultimo re della XVIII dinastia, Horemheb, ha preso tali misure ulteriori e, sostenendo che dei avevano scelto lui per ripristinare l'Egitto al suo antico splendore, provato a cancellare Akhenaton dalla storia. Ha ordinato i templi di Aten, la stele, e anche la città di Akhetaten distrutto. Gli studiosi di unico modo nel giorno moderno sapere che nulla circa il periodo di Amarna è perché Horemheb utilizzato le rovine dal Regno di Akhenaton come materiale di riempimento nella costruzione di nuovi templi agli dèi antichi dell'Egitto e, da queste rovine, il Regno del re eretico è stato messo insieme. È per questo motivo, inoltre, la data di morte di quel Tiye e anche suo iniziale luogo di sepoltura, è materia di dibattito.
Tiye sembra in primo luogo sono stati sepolti nella tomba di Akhenaton e poi ri-sepolto nella tomba di suo marito Amenhotep III. C'è un accordo chiaro su questo, tuttavia, perché l'argomento per la sepoltura nella tomba di Amenhotep III si basa sulla scoperta delle sue bambole per usciabti ci ma nient'altro. Ulteriormente, la sua mummia reale è stato scoperto (dall'archeologo Victor Loret nel 1898 CE) nella tomba di Amenhotep II. L'affermazione che fu sepolta in primo luogo nella tomba di suo figlio è supportata da iscrizioni, ma, come questi scritti non sono chiari e spesso incomplete, sono aperti all'interpretazione. Sua mamma è stato identificato solo come "The Elder Lady" e fu solo più tardi, quando ulteriori informazioni è venuto alla luce il Regno di Akhenaton, che lei è stato positivamente identificata per nome. In questo momento che è diventato chiaro che, secoli prima che il Regno di Cleopatra, ben noto dai conti greci e romani, esisteva una regina d'Egitto che regnò con la stessa autorità come un uomo e ha esercitato il suo potere in egual misura con i grandi re del mondo antico.
Tradotto dal sito Web: Ancient History Encyclopedia sotto licenza Creative Commons.

RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

ADD THIS