Studio della “Torre di Guardia” con testi biblici | Settimana del 20-26 luglio 2015

Imitiamo Colui che promette la vita eterna: Informazioni per studio personale

TESTI BIBLICI PER LO STUDIO

(Efesini 5:1, 2) 5 Divenite perciò imitatori di Dio, come figli diletti, e continuate a camminare nell’amore, come anche il Cristo vi ha amati e consegnò se stesso per voi come offerta e sacrificio a Dio in odore soave.

[ 2 ]

(Giovanni 10:16) “E ho altre pecore, che non sono di questo ovile; anche quelle devo condurre, ed esse ascolteranno la mia voce, e diverranno un solo gregge, un solo pastore.
(Giovanni 17:3) Questo significa vita eterna, che acquistino conoscenza di te, il solo vero Dio, e di colui che tu hai mandato, Gesù Cristo.
(1 Corinti 15:53) Poiché questo che è corruttibile deve rivestire l’incorruzione, e questo che è mortale deve rivestire l’immortalità.
(Isaia 63:9) Durante tutta la loro angustia fu angustioso per lui. E il suo proprio messaggero personale li salvò. Nel suo amore e nella sua compassione egli stesso li ricomprò, e li sollevava e li portava tutti i giorni di molto tempo fa.
(Zaccaria 2:8) Poiché Geova degli eserciti ha detto questo: ‘Dietro alla gloria mi ha mandato alle nazioni che vi spogliavano; poiché chi tocca voi tocca la pupilla del mio occhio.
(Isaia 49:15) Può una moglie dimenticare il suo lattante così da non aver pietà del figlio del suo ventre? Queste donne possono pure dimenticare, ma io stesso non ti dimenticherò.
(Salmi 103:13, 14) Come un padre mostra misericordia ai suoi figli, Geova ha mostrato misericordia a quelli che lo temono. 14 Poiché egli stesso conosce bene come siamo formati, Ricordando che siamo polvere.

[ 3 ]

(Matteo 23:4) Legano gravi carichi e li mettono sulle spalle degli uomini, ma essi stessi non li vogliono muovere neppure col dito.
(Marco 7:1-5) 7 Ora i farisei e alcuni degli scribi venuti da Gerusalemme si radunarono presso di lui. E avendo visto alcuni dei suoi discepoli che mangiavano il loro pasto con mani contaminate, cioè non lavate — 3 poiché i farisei e tutti i giudei non mangiano a meno che non si lavino le mani fino al gomito, osservando la tradizione degli uomini dei tempi passati, 4 e, al ritorno dal mercato, non mangiano a meno che non si purifichino mediante aspersioni; e ci sono molte altre tradizioni che hanno ricevuto per osservarle: battesimi di calici e brocche e vasi di rame — 5 questi farisei e scribi dunque gli chiesero: “Perché i tuoi discepoli non si comportano secondo la tradizione degli uomini dei tempi passati, ma prendono il loro pasto con mani contaminate?”
(Giovanni 7:13) Naturalmente, nessuno parlava di lui in pubblico per timore dei giudei.
(Matteo 9:36) Vedendo le folle ne ebbe pietà, perché erano mal ridotte e disperse come pecore senza pastore.
(Salmo 103:8) Geova è misericordioso e clemente, Lento all’ira e abbondante in amorevole benignità.

[ 4 ]

(Marco 6:30, 31) E gli apostoli si radunarono davanti a Gesù e gli riferirono tutte le cose che avevano fatto e insegnato. 31 Ed egli disse loro: “Venite in privato, voi, in un luogo solitario, e riposatevi un po’”. Poiché c’erano molti che andavano e venivano, e non avevano nemmeno il tempo di mangiare un pasto.
(Marco 6:34) E, sceso, vide una grande folla, e fu mosso a pietà verso di loro, perché erano come pecore senza pastore. E cominciò a insegnare loro molte cose.

[ 5 ]

(Luca 6:31) “E come volete che gli uomini facciano a voi, così fate a loro.

[ 6 ]

(1 Corinti 12:26) E se un membro soffre, tutte le altre membra soffrono con esso; o se un membro è glorificato, tutte le altre membra si rallegrano con esso.

[ 7 ]

(Romani 12:15) Rallegratevi con quelli che si rallegrano; piangete con quelli che piangono.
(1 Pietro 3:8) Infine, siate tutti dello stesso pensiero, mostrando i medesimi sentimenti, avendo affetto fraterno, teneramente compassionevoli, di mente umile,

[ 8 ]

(Luca 6:35) Al contrario, continuate ad amare i vostri nemici e a fare il bene e a prestare [senza interesse], senza sperare nulla in cambio; e la vostra ricompensa sarà grande, e sarete figli dell’Altissimo, perché egli è benigno verso gli ingrati e i malvagi.
(Luca 7:36-48) Ora uno dei farisei gli chiedeva di pranzare con lui. Quindi entrò nella casa del fariseo e giacque a tavola. 37 Ed ecco, una donna conosciuta nella città come peccatrice seppe che egli giaceva a un pasto nella casa del fariseo, e portò un astuccio di alabastro di olio profumato, 38 e, postasi di dietro, ai piedi di lui, pianse e cominciò a bagnargli i piedi con le sue lacrime e li asciugava con i capelli della sua testa. E gli baciava teneramente i piedi e li spalmava di olio profumato. 39 Alla vista di ciò, il fariseo che l’aveva invitato disse fra sé: “Se quest’uomo fosse un profeta saprebbe chi e che sorta di donna lo sta toccando, che è una peccatrice”. 40 Ma rispondendo Gesù gli disse: “Simone, ho qualcosa da dirti”. Egli disse: “Maestro, dillo!” 41 “Due uomini erano debitori di un creditore; uno era in debito di cinquecento denari, mentre l’altro di cinquanta. 42 Non avendo essi nulla con cui pagare, egli rimise liberalmente il debito ad entrambi. Perciò, chi di loro lo amerà di più?” 43 Rispondendo, Simone disse: “Suppongo che sia quello al quale rimise liberalmente di più”. Gli disse: “Hai giudicato correttamente”. 44 Allora, rivolgendosi verso la donna, disse a Simone: “Vedi questa donna? Sono entrato nella tua casa; tu non mi hai dato acqua per i miei piedi. Ma questa donna mi ha bagnato i piedi con le sue lacrime e li ha asciugati con i suoi capelli. 45 Tu non mi hai dato un bacio; ma questa donna, dall’ora che sono entrato, non ha smesso di baciarmi teneramente i piedi. 46 Tu non mi hai spalmato la testa d’olio; ma questa donna mi ha spalmato i piedi d’olio profumato. 47 In virtù di ciò, io ti dico che i suoi peccati, benché siano molti, sono perdonati, perché ha molto amato; ma colui al quale è perdonato poco, ama poco”. 48 Quindi le disse: “I tuoi peccati sono perdonati”.

[ 9 ]

(2 Timoteo 2:24) Ma lo schiavo del Signore non ha bisogno di contendere, ma di essere gentile verso tutti, qualificato per insegnare, mantenendosi a freno nel male,
(Proverbi 15:28) Il cuore del giusto medita per rispondere, ma la bocca dei malvagi fa sgorgare cose cattive.

[ 10 ]

(Deuteronomio 31:29, 30) Poiché so bene che dopo la mia morte immancabilmente agirete in maniera rovinosa, e certamente vi svierete dal cammino circa il quale vi ho comandato; e la calamità dovrà abbattersi su di voi al termine dei giorni, perché avrete fatto ciò che è male agli occhi di Geova in modo da offenderlo con le opere delle vostre mani”. 30 E Mosè pronunciava a tutta la congregazione d’Israele, in maniera che udissero, le parole di questo cantico finché furono completate:
(Deuteronomio 32:28, 29) Poiché sono una nazione su cui il consiglio perisce, E fra loro non c’è intendimento. 29 Oh fossero saggi! Quindi pondererebbero ciò. Considererebbero la loro fine di poi.

[ 11 ]

(Proverbi 22:3) Accorto è chi ha visto la calamità e va a nascondersi, ma gli inesperti son passati oltre e devono subire la pena.

[ 12 ]

(Giacomo 1:14, 15) Ma ciascuno è provato essendo attirato e adescato dal proprio desiderio. 15 Quindi il desiderio, quando è divenuto fertile, partorisce il peccato; a sua volta il peccato, quando è stato compiuto, produce la morte.

[ 13 ]

(Genesi 2:16, 17) E Geova Dio impose all’uomo anche questo comando: “Di ogni albero del giardino puoi mangiare a sazietà. 17 Ma in quanto all’albero della conoscenza del bene e del male non ne devi mangiare, poiché nel giorno in cui ne mangerai positivamente morirai”.
(Genesi 3:1-6) 3 Ora il serpente mostrò d’essere il più cauto di tutte le bestie selvagge del campo che Geova Dio aveva fatto. Diceva dunque alla donna: “È realmente così che Dio ha detto, che non dovete mangiare di ogni albero del giardino?” A ciò la donna disse al serpente: “Del frutto degli alberi del giardino possiamo mangiare. 3 Ma in quanto a [mangiare] del frutto dell’albero che è nel mezzo del giardino, Dio ha detto: ‘Non ne dovete mangiare, no, non lo dovete toccare affinché non moriate’”. 4 A ciò il serpente disse alla donna: “Positivamente non morirete. 5 Poiché Dio sa che nel medesimo giorno in cui ne mangerete i vostri occhi davvero si apriranno e voi sarete davvero simili a Dio, conoscendo il bene e il male”. 6 Di conseguenza la donna vide che l’albero era buono come cibo e che era qualcosa che metteva voglia agli occhi, sì, l’albero era desiderabile da guardare. Prendeva dunque del suo frutto e lo mangiava. Ne diede poi anche a suo marito quando fu con lei ed egli lo mangiava.
(Romani 5:12) Ecco perché, come per mezzo di un solo uomo il peccato entrò nel mondo e la morte per mezzo del peccato, e così la morte si estese a tutti gli uomini perché tutti avevano peccato . . .
(Matteo 5:28) Ma io vi dico che chiunque continua a guardare una donna in modo da provare passione per lei ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore.
(Romani 13:14) Ma rivestitevi del Signore Gesù Cristo e non fate i piani in anticipo per i desideri della carne.

[ 15 ]

(Proverbi 18:11) Le cose di valore del ricco sono la sua città forte, e nella sua immaginazione sono come un muro protettivo.
(Luca 12:16-21) Allora pronunciò loro un’illustrazione, dicendo: “La terra di un ricco produsse bene. 17 Quindi egli ragionava fra sé, dicendo: ‘Che farò, ora che non ho dove mettere i miei raccolti?’ 18 E disse: ‘Farò questo: Demolirò i miei depositi e ne edificherò di più grandi, e vi radunerò tutto il mio grano e tutte le mie cose buone; 19 e dirò all’anima mia: “Anima, hai molte cose buone accumulate per molti anni; riposati, mangia, bevi, rallegrati”’. 20 Ma Dio gli disse: ‘Irragionevole, questa notte ti chiederanno la tua anima. Chi avrà quindi le cose che hai accumulato?’ 21 Così sarà dell’uomo che accumula tesori per se stesso ma non è ricco verso Dio”.
(Proverbi 27:11) Sii saggio, figlio mio, e rallegra il mio cuore, affinché io possa rispondere a chi mi biasima.
(Matteo 6:20) Piuttosto, accumulatevi tesori in cielo, dove né la tignola né la ruggine consumano, e dove i ladri non sfondano né rubano.

[ 16 ]

(Matteo 6:19) “Smettete di accumularvi tesori sulla terra, dove la tignola e la ruggine consumano, e dove i ladri sfondano e rubano.
(Matteo 13:18, 19) “Voi, dunque, ascoltate l’illustrazione dell’uomo che seminò. 19 Quando qualcuno ode la parola del regno ma non ne afferra il significato, il malvagio viene e porta via ciò che è stato seminato nel suo cuore; questo è quello seminato lungo la strada.
(Matteo 13:22) In quanto a quello seminato fra le spine, questo è colui che ode la parola, ma l’ansietà di questo sistema di cose e il potere ingannatore delle ricchezze soffocano la parola, ed egli diviene infruttuoso.
(Proverbi 12:25) L’ansiosa cura nel cuore dell’uomo è ciò che lo farà chinare, ma la parola buona è ciò che lo fa rallegrare.

[ 17 ]

(Filippesi 4:6, 7) Non siate ansiosi di nulla, ma in ogni cosa le vostre richieste siano rese note a Dio con preghiera e supplicazione insieme a rendimento di grazie; 7 e la pace di Dio che sorpassa ogni pensiero custodirà i vostri cuori e le vostre facoltà mentali mediante Cristo Gesù.

[ 18 ]

(1 Timoteo 1:11) secondo la gloriosa buona notizia del felice Dio, che mi fu affidata.
(1 Giovanni 4:8) Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.
(Romani 12:12) Rallegratevi nella speranza. Perseverate nella tribolazione. Siate costanti nella preghiera.

Clicca sull'immagine per Scaricare informazioni complete in file digitale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone