"Sciti" e"Sacae": due rappresentazioni del Skudat, il nome dei nomadi delle pianure asiatiche centrale.

"Sciti"(greco Σκύθης) e"Sacae"(Persiano anziano Saka): due rappresentazioni del Skudat ("arcieri"?), il nome dei nomadi delle pianure asiatiche centrale.
clip_image050
Arciere scita su un piatto ateniese
La steppa asiatica centrale è stata la casa della tribù nomade per secoli. Essendo nomadi, hanno vagato attraverso le pianure, tra l'altro ad attaccare i paesi urbanizzati a sud, est e ovest.
Il primo per descrivere lo stile di vita di queste tribù era un ricercatore greco, Erodoto, vissuto nel v secolo A.C.. Anche se si concentra sulle tribù vivono in Ucraina moderna, che egli chiama "Sciti" (Σκύθης), abbiamo possiamo estrapolare la sua descrizione per persone in Kazakistan, Turkmenistan, Uzbekistan, Tagikistan, Kirghizistan e, possibilmente, Mongolia, anche se Erodoto chiama solitamente questi nomadi orientali "Sacae". Infatti, proprio come gli Sciti e i Sacae ha condiviso lo stesso stile di vita, avevano lo stesso nome: nella loro lingua, che apparteneva alla famiglia indo-iraniana, si chiamavano Skudat , che probabilmente significa "arcieri". I persiani reso questo nome come Saka e greci come Skythes o Skythai. I cinesi li chiamarono, in una fase successiva nella storia, Sai.
Tribù sono, quasi per definizione, le organizzazioni molto sciolte. Ogni ora e poi, nuove coalizioni tribali è venuto in essere, e a volte, nuovi linguaggi è diventato prominente tra i nomadi dalla steppa asiatica centrale.
clip_image051
Punte di freccia SciTE
Il gruppo più antico che conosciamo è solitamente chiamato Indo-Iranian. (Il vecchio nome "Ariano" non viene più utilizzato). Non ci sono rapporti contemporaneo sulla loro migrazione, che solo può essere ricostruito dalle lingue successive. È ragionevolmente certo che all'inizio del secondo millennio A.C., gli altoparlanti della lingua Proto-Indo-iraniano che si trasferì dall'Ucraina a sud-est. Da un punto di vista archeologico, loro migrazione è attestata nel cambiamento dalla cultura Yamnaya la cultura di Andronovo.
Hanno invaso il paese che fu poi chiamato Afghanistan, dove si separarono in un iraniano e un ramo indiano. Il primo gruppo si stabilì in Aria (un nome che vive nella nostra parola "Iran"), dove si stabilirono dopo il 1000 A.C.; il secondo gruppo ha raggiunto il Punjab 1500 circa A.C.. Dal secondo millennio su, si possono distinguere tre gruppi di lingue: il gruppo indiano (Vedic, sanscrito...), il gruppo di scita (nella patria della steppa) e il gruppo iraniano (Gathic, persiano...). Anche quando, nel VI secolo, l'Impero Achemenide era al suo più potente e i persiani hanno vissuto nelle città confortevole, si ricordavano ancora loro stile di vita precedente, nomadi, come sottolinea l'Erodoto:
La nazione persiana contiene un certo numero di tribù, e quelli che Cyrus assemblate e convinto alla rivolta erano la Pasargade, Maraphii e Maspii, su cui tutte le altre tribù sono dipendenti. Di questi, il Pasargadae sono il più distinto; Essi contengono il clan di da cui derivano le Perseidi re achemenidi. Altre tribù sono il Panthialaei, Derusiaei, Germanii, che sono attaccati al suolo, il resto-il Dahai, Mardi, Dropici, Sagarti, essendo nomadi. Nota
Un secondo gruppo di nomadi conosciuti per avere andato a sud potrebbe essere la tribù dei Cimmeri. Loro nome gimirru si spostarono, che è stato dato loro dagli Assiri, può significare "persone che viaggiano avanti e indietro". I Cimmeri distrussero i regni di Urartu (antico nome di Armenia) e Frigia (in Turchia) nell'ultimo quarto del VIII secolo A.C.. Un gruppo che Erodoto identifica come Sciti anche raggiunto Ascalona in Palestina. Secondo Erodoto, regnarono a nord-ovest dell'Iran (che Erodoto chiama Media) per ventotto anni. Abbiamo idea di che cosa
clip_image052
Mappa del mondo degli Sciti
In sesto, quinto e quarto secolo A.C., i persiani individuate diverse tribù nomadi della steppa asiatica centrale. Come noi abbiamo sembrare, li chiamavano Saka. Conosciamo i nomi di queste tribù dal persiani iscrizioni reali e può aggiungere informazioni da Erodoto e altri autori greci.
  • Saka haumavargâ ("Sacae haoma-bere") sono stati sottoposti da Ciro il grande. Erodoto li chiama Amyrgian Sciti. Haoma era una trance induzione della bevanda, fatta da Amanita muscaria. Perché il suo fungo non si verifica a sud del fiume Amudar'ya (Oxus), dobbiamo supporre che questi nomadi vivevano in Uzbekistan. Erodoto ci informa che erano gli arcieri e indossava pantaloni e puntato tappi. Egli menziona anche il loro uso dell'ascia di battaglia (che hanno chiamato sagaris).
  • clip_image053
Il leader dei Sakan Skunkha (a destra) il sollievo di Behistun
Saka tigrakhaudâ ("Sacae con cappelli aguzzi") furono sconfitti nel 520/519 A.C. dal re persiano Dario I il grande, che ha dato questa tribù un nuovo leader. Uno dei precedenti leader è stato ucciso, l'altro, denominato Skunkha, fu fatto prigioniero ed è visibile il sollievo a Behistun. (È possibile che Darius ha creato una nuova tribù da diverse tribù precedenti). Erodoto chiama il Saka tigrakhaudâ Orthocorybantians ("uomo cappello aguzzo") e ci informa che vivevano nello stesso distretto fiscale come il Medes. Ciò suggerisce che il tigrakhaudâ Saka vissuto sulle rive dell'antico corso inferiore di Amudar'ya, che ha usato per avere una bocca nel Mar Caspio a sud di Krasnovodsk. Il cappello a punta è una sorta di turbante.
  • Apâ Saka ("acqua Sacae") sono anche noti come Pausikoi, come Erodoto preferisce chiamarli. Autori successivi, come Arriano di Nicomedia (nella sua Anabasi) e Ammianus Marcellinus sembrano li conosciuti come gli Sciti Abian. Nota Ancora più tardi, li incontriamo come il Apasiaki, prima est e poi sud-ovest del Lago d'Aral. Essi devono essere situati lungo il corso inferiore antica della Amudar'ya.
  • La tribù che Erodoto chiama "Massagetes" deve sono stata chiamata qualcosa come Kösem-Saka in persiano, che significa "Luna Sacae". Questo è un po' di confusione, perché è noto che il Massagetes veneravano un solo Dio, il sole. Il Massagetes erano responsabili per la morte del re persiano Ciro il grande (nel dicembre 530). Dalla descrizione di Erodoto, è chiaro che vivevano lungo il Syrdar'ya (Jaxartes).
  • clip_image054
Un arciere montato
La tribù nomade conosciuta come Dahâ, che significa "ladri", è menzionata per la prima volta nell'iscrizione Daiva di Serse; li deve sottoposti. Nella citazione di cui sopra, Erodoto chiama da una sottotribù persiano, ma non può vivere in Persia corretta, perché sono menzionati di Anabasi di Arriano come vivente lungo inferiore raggiunge della Syrdar'ya. Nei giorni del re macedone Alessandro Magno, erano famosi per i loro arcieri a cavallo. È possibile che questa tribù disintegrato dopo la caduta dell'impero achemenide; una delle tribù che è venuto in essere è stato che dei Parni, che andarono a sud nel terzo secolo A.C. e fondò l'impero di Parthian.
  • Saka paradrayâ ("Sacae attraverso il mare") vivevano in Ucraina. Questi sono i nomadi che i Greci chiamarono Sciti. In (514 o) 513 A.C., il re Dario ha lanciato una disastrosa campagna contro il paradrayâ di Saka. Erodoto dà una lunga descrizione del loro modo di vita e discerne molte tribù nel quartiere.
    • Gli Sciti reali vissuto nella parte meridionale dell'Ucraina, immediatamente a nord della città greche.
    • Scita-agricoltori sembrano essere identiche con la cultura archeologica nota come Chernoles, che è stato identificato con gli slavi dell'età del ferro.
    • clip_image055
Un'aquila attaccando uno storione (copia di un pezzo dal tesoro di Witaszkowo)
Forse, noi potremmo identificare Neuri con la coltura di Milograd, i cui resti archeologici sono stati trovati sulla confluenza dei fiumi Dnepr e Pripyat, a nord di Kiev moderna. È stato suggerito che erano gli antenati dei Balti.
    • Storia di Erodoto circa la cattività ricevuto qualche conferma con lo scavo dei resti umani che sono state rosicchiate a da jaws umana; questi scavi sono stati lungo il fiume Sula, a sud-est di Kiev.
    • Le Argippaeans sono a volte identificati con gli antenati della Calmucs.
    • Il Issedones può essere identico al Wu-sole che (secondo i testi cinesi) ha vissuto sulla riva del lago Balchash.
  • Il Sauromatae sono menzionati da Erodoto come discendenti di Scythian padri e madri di Amazon. Naturalmente, si tratta di una leggenda, ma la tribù esisteva ed era di passare a ovest dopo 130 A.C.. Nel processo, hanno assimilato la Sciti reali di cui sopra. A fine del primo secolo A.C., la coalizione di Sarmatian ha consistito di quattro tribù:
    • Gli Iazigi, che avevano vissuto una volta sulle rive del mare di Azov, erano ora vive sulla riva settentrionale del Danubio. Essi dovevano spostare in che cosa ora è orientale dell'Ungheria, dove si stabilirono a c.50 CE. Furono sconfitti dall'imperatore romano Marcus Aurelius (nel 175).
    • Urgel ha vissuto sulle rive del Dnepr, a sud di Kiev.
    • Gli Sciti reali erano ancora in vita nel sud dell'Ucraina ed era diventato più importanti tribù sarmate. Essi e l'Urgel divennero noti come i Sarmati. I romani sembrano aver accettato il loro insediamento in Ungheria orientale, ma la situazione era a volte teso. I Sarmati erano, per esempio, responsabile della distruzione della venti - prima legione Rapax nel 92.
    • I Roxolani inizialmente vissuto tra il Don e Dnepr, ma si stabilirono sul corso inferiore del Danubio, dove avevano vissuto l'Iazigi prima hanno migrato a Ungheria.
clip_image056
Un emblema dello scudo scita a forma di un cervo
clip_image057
Un emblema dello scudo scita a forma di un cervo
clip_image058
A forma di Aquila scita brooche
clip_image059
Un disco dorato dalla zona di Astrakhan
clip_image060
Saka tigrakhaudâ. Sollievo dalle scale orientali di Apadana a Persepoli.
I nomadi della steppa spesso attaccarono le regioni urbanizzate a est, Sud o ovest. Di solito, questo ha creato grande scompiglio, anche se dopo qualche tempo, sono tornati alla loro patria. Era necessario che gli stati attaccati per difendersi. Gli indiani pensiero che non avevano bisogno pareti perché erano protetti dall'Himalaya, ma ancora, in Scarrabile A.C., la valle dell'Indo era investita. Il cinese ha costruito il "muro di diecimila miglia" per proteggersi. I governanti dell'impero achemenide, da Ciro il grande di Alexander il grande, possono avere costruito pareti pure. Uno di questi viene citato nella sura XVIII del Corano e nella leggenda medievale e può essere identificato con resti archeologici noti in Golestan (Iran). Cyrus sia Alexander costruito città di guarnigione lungo il fiume Syrdar'ya o Jaxartes; le nostre fonti li chiamano Cyreschata ed Eschatê di Alessandria.
clip_image061
Un khan tartaro con un cappuccio aguzzo
Nomadismo ha continuato ad esistere nel primo e secondo millennio CE. Parecchie tribù può essere menzionata. Alani (cui lingua vive in osseto moderna) sono noti fin dal primo secolo CE; Essi vivevano in moderno Kazakhstan. Più tardi, si trasferirono a ovest, viene spinto in avanti dagli Unni, che sono conosciuti dai testi cinesi come il Xiung-nu. Più tardi tribale formazioni erano Avari, Chasars, i Bulgari, i turchi, i magiari, i Cumani, i Tartari, i mongoli e i cosacchi.
Letteratura
  • J. Harmatta, "Erodoto, lo storico dei Cimmeri e Sciti" in: Hérodote et les peuples non Grecs. Neuf exposés suivis de discussioni (Entretiens sur l'Antiquité classique, Tomo XXV) (1990 Genève), 115-130.
  • Stephanie West, "Sciti" in: Egbert Bakker, Irene de Jong e Hans van Wees (eds.), compagno di Brill a Erodoto (2002 Leiden), pagine 437-456
Tradotto dal sito Web: Ancient History Encyclopedia sotto licenza Creative Commons.