Passa ai contenuti principali

Nefertiti | Nefertiti fu la moglie del faraone Akhenaton della XVIII dinastia d'Egitto.

clip_image040
Nefertiti (c. 1370 - c. 1336 A.C.) fu la moglie del faraone Akhenaton della XVIII dinastia d'Egitto. Il suo nome significa, 'quello bello è venuto' e, a causa del famosissimo busto creato dallo scultore Thutmose (scoperto nel 1912 CE), lei è la regina più riconoscibile dell'antico Egitto. È cresciuta a Palazzo reale a Tebe, probabilmente la figlia del visir di Amenhotep III, un uomo denominato Ay ed era fidanzato con suo figlio, Amenhotep IV, intorno all'età di undici anni. Non ci è prova per suggerire che lei era un seguace del culto di Aton, una divinità del sole, in età precoce e che lei potrebbero aver influenzato Amenhotep IV successiva decisione di abbandonare il culto degli dèi dell'Egitto a favore di un monoteismo centrato su Aten. Dopo aver cambiato il suo nome in Akhenaton e salì al trono d'Egitto, Nefertiti governato con lui fino alla sua morte dopo che lei scompare dal record storico.

Gioventù e matrimonio

Anche se sembra che Nefertiti era la figlia di Ay, questa affermazione è suffragata lontano da. Iscrizioni si riferiscono alla moglie di Ay, Tiye (o Tey) come balia di Nefertiti, non sua madre e niente è conosciuto della moglie minore di Ay. Ay, oltre ai suoi altri doveri, fu tutore del giovane Amenhotep IV e può presentare il Principe a Nefertiti quando entrambi erano bambini. Nefertiti e sua sorella, Mudnodjame, erano certamente regolari membri della Corte a Tebe e, se non la Ay si presentò a Amenhotep IV, i due avrebbero si conoscono semplicemente per quel motivo.
Iscrizioni e le immagini antiche indicano il suo precoce interesse per il culto di Aton, ma, come ogni egiziano ha favorito un Dio o un altro, non non c'è alcun motivo di credere che lei aveva delle idee relative al monoteismo o elevando Aten sopra gli altri dèi (come è stato suggerito da alcuni studiosi). Tutto ciò che si può affermare con certezza è che entrambe le sorelle erano aderenti di Aten e potrebbero aver influenzato l'interesse di Amenhotep IV in quello cult dalla più tenera età. Dichiarazioni definitive per quanto riguarda la sua influenza sull'aumento del monoteismo in Egitto devono necessariamente avvenire speculative poiché non esiste alcuna prova conclusiva a sostenerla; così come ci sono poche informazioni sulla sua vita in generale. Lo storico che Peter b. Heller note:
Che cosa è quindi colpisce di vita e l'opera di Nefertiti è che, anche se la sua somiglianza – derivati dal busto di Thutmose di lei – è uno dei più conosciuti e più frequentemente riprodotte nel mondo, e mentre viveva in un momento quando l'Egitto era la nazione più colti e più potente sulla terra, notevolmente piccolo è conosciuto circa la sua (3).
Con il tempo che aveva quindici anni vecchio era sposata con Amenhotep IV e, dopo la morte di Amenhotep III, divenne regina d'Egitto. È in questa fase che alcuni studiosi sostengono ha più esercitato la sua influenza su Amenhotep IV ad abbandonare l'antica religione egizia e avviare le sue riforme religiose ma, ancora una volta, questo è infondato.
Nefertiti e Akhenaton erano profondamente devoto a vicenda e costantemente insieme.

Nefertiti e Akhenaton

Nel quinto anno del suo Regno (alcune fonti sostengono la nona), Amenhotep IV ha cambiato nome in Akhenaton, abolito le pratiche religiose dell'Egitto, chiuso i templi e decretato Aten l'unico vero Dio. Mentre è possibile che creò monoteismo per una genuina convinzione religiosa, è più probabile che fosse una manovra politica per tagliare il potere e la ricchezza dei sacerdoti del Dio Amon, il cui culto era estremamente popolare. Durante la dinastia XVIII il culto di Amon aveva sempre più coltivate in ricchezza e prestigio in modo che, tempo di Akhenaton, sacerdoti del culto erano quasi potenti come Faraone. Istituendo il monoteismo e vietando la vecchia religione, sarebbe sono completamente ristrutturati potenza al trono; ed è proprio quello che ha fatto. Il Dio Aten ora è stato considerato non solo un potente Dio dell'Egitto, ma il Dio della creazione, l'unico vero Dio dell'universo.
Nefertiti appare con Akhenaton,
... at il sito di Akhetaten (Amarna), la nuova città dedicata al Dio Aton. Nel sesto anno [del Regno di Akhenaton] nome di Nefertiti fu cambiato in Nefernefruaten, che significa 'Bella in bellezza è Aten'. Nefertiti ha vissuto con Akhenaton in Amarna dove diresse il servizio religioso di Aten. (Bunson, 185).
La coppia ebbe sei figlie: Merytaton, Meketaten, Ankhesenpaaten, Nefernefruaten-tasherit, Neferneferure e Setepenre, ma senza figli. Con sua moglie minore, Kiya, Akhenaton ebbe due figli, Tutankhamon e possibilmente Smenkhkare (anche se è disputato lignaggio di Smenkhare). Akhenaten sposato due di queste figlie, Merytaton e Ankhesenpaaten (più tardi, Ankhsenamun, moglie di Tutankhamon) e può aver avuto figli con loro (anche se questo è anche contestato). Ciò che è chiaro, tuttavia, da stele e iscrizioni che sono sopravvissuto la successiva eliminazione dei fogli inceppati del loro regno, è che la coppia reale era profondamente devota a vicenda e costantemente insieme o con le loro figlie. Per quanto riguarda l'aspetto fisico di Nefertiti in questo momento, Heller scrive:
È congetturato che lei deve essere stato circa quattro piedi, sei pollici di altezza, l'altezza di una donna egiziana media del tempo. È noto da suoi raffigurazioni che spesso andò discinte, come era consuetudine nel clima caldo. In caso contrario, è apparsa nel garb tradizionale di un abito aderente legato da una cintura con le estremità che rientrano nella parte anteriore; a volte, lei è raffigurato acconciati con una parrucca corta. Probabilmente aveva una testa rasata per migliorare l'aderenza della sua corona blu altezza insolita. È noto che ha identificato con l'eresia del marito e che, secondo una poetica di Akhenaton, l'amava teneramente. È anche noto che la sua bellezza era leggendario (3).
La famiglia reale originalmente hanno vissuto presso il Palazzo di Malkata a Tebe, che è stato costruito sotto il Regno di Amenhotep III ma ristrutturato sotto Akhenaton e ri-denominata Tehen Aten (significato ' lo splendore di Aton). Lo storico Barbara Watterson descrive il Palazzo:
Gli appartamenti reali sono stati costruiti su una scala soprattutto grand: camera da letto del re, ad esempio, misurato quasi 8 metri di 5 [26 piedi di 16,5], e questo esclude un incavo rialzato per ospitare il letto regale. Il pavimento nella sala grande del Palazzo del re è stato dipinto per rappresentare una piscina nelle paludi e che la porta successiva Palazzo una piscina con piante e uccelli acquatici. L'intero soffitto della sala grande è stato modellato con volano avvoltoi; che della camera da letto del re con una fila di avvoltoi. I soffitti di molte stanze del palazzo erano dipinte con spirali e intreccio disegni, combinati con forme naturalistiche come il volo degli uccelli (151).
Watterson e altri, anche sottolineare che il Palazzo era abbondante in oro delle decorazioni e rilievi ornati. Tuttavia era opulento Malkata, il nuovo Palazzo del City la coppia fondata, Akhetaten, era ancora più grandioso e, più importante, servito uno scopo simbolico nella nuova religione di Aton. L'egittologo Zahi Hawass spiega:
Come parte della sua rivoluzione religiosa, Akhenaton decise di lasciare Tebe e spostare in un sito vergine che sarebbe dedicato al suo culto nuovo. La nuova città era situata nel Medio Egitto e chiama Akhetaten, 'Orizzonte di Aten'. È stato presentato parallelo al fiume, i suoi confini sono segnalati da stele scolpite nelle scogliere il sito di chiamata. Il re stesso ha assunto la responsabilità per il suo piano master cosmologically significativo. Nel centro della sua città, il re costruì un palazzo di ricevimento formale, dove ha potuto incontrare funzionari e dignitari stranieri. I palazzi in cui lui e la sua famiglia visse erano a nord, e una strada ha condotto dal royal dimora al Palazzo della reception. Ogni giorno, Akhenaton e Nefertiti trattati in loro carri da un'estremità della città a altra, il mirroring il viaggio del sole attraverso il cielo. In questo, come in molti altri aspetti della loro vita che è giunti a noi attraverso l'arte e testi, Akhenaton e Nefertiti sono stati veduti, o almeno si sono, visti come divinità nella loro propria destra. E ' stato solo attraverso di loro che potrebbe essere adorato Aton: erano entrambi sacerdoti e dèi (39).
clip_image041
Donna reale egiziana
Nel suo ruolo come parte della coppia divina, Nefertiti potrebbe anche essere stato co-reggente. Akhenaton si unì il suo cartiglio (suo sigillo) con il suo come un segno di uguaglianza e ci sono prove che ha preso le funzioni tradizionali del Faraone, mentre il marito si occupò con riforma teologica e ristrutturazioni architettoniche. Immagini che sono sopravvissuti raffigurano suo officiare alle funzioni religiose, ricezione di dignitari stranieri, incontri diplomatici, di moderazione e anche nel tradizionale ruolo reale del re percotendo i nemici dell'Egitto. Nessuna di queste immagini sarebbe stata creata se non ci fossero alcune verità dietro le storie che rappresentano e quindi Nefertiti deve avere esercitato più potenza rispetto a qualsiasi donna in Egitto fin dai tempi di Hatshepsut (1458-1479 A.C.). Da Palazzo reale a Akhetaten, lei mandò i decreti reali e ha preso le decisioni che, secondo la tradizione, erano di competenza del suo marito.

Scomparsa di Nefertiti

Intorno all'anno 14 del Regno di Akhenaton e di Nefertiti, la loro figlia Mekitaten morì di parto all'età di 13 anni. Un'immagine in rilievo dal momento in cui Mostra le coppie che stanno sopra il corpo della figlia in lutto. Poco dopo, Nefertiti svanisce dal record storico. Ci sono state molte teorie offerto per spiegare la sua brusca scomparsa e, tra questi ci sono:
  1. Lei cadde in disgrazia con il marito, perché lei non poteva produrre un erede maschio e così è stata sostituita da Kiya.
  2. Ha abbandonato la religione di Aton e fu bandita da Akhenaton.
  3. Si suicidò nel dolore per la perdita di sua figlia.
  4. Lei continuò a regnare sotto il nome di Smenkhkare fino al suo figliastro, Tutankhamon, era abbastanza vecchio per assumere il trono.
Di queste teorie, nessuno di loro può essere giustificati ma il quarto, e anche questo, molti sostengono, è incerto. Il sostenitore principale di Nefertiti-come-Smenkhkare teoria è Zahi Hawass che scrive:
Questo re [Smenkhkare] è rappresentato come un uomo in compagnia di Merytaton come 'sua' Regina; Tuttavia, il suo nome del throne era praticamente identico a quello di coreggente di Akhenaton, ora identificato in modo convincente come Nefertiti. Se questo re era Nefertiti se stessa o un altrimenti non attestato figlio di Akhenaton (o di Amenhotep III) lui o lei morì solo due anni dopo l'ascesa al trono e lasciò l'Egitto nelle mani di un giovane ragazzo di nome Tutankhaten [successive Tutankhamon] (47).
I problemi con le altre teorie sono che Akhenaton già avuto un erede maschio in Tutankhamon e così non sarebbe hanno abbandonato sua moglie su quel conto (teoria uno); non ci sono prove a sostegno di Nefertiti lasciando il culto di Aton (teoria due); Lei era ancora viva dopo la morte di sua figlia e il nome del throne del successore di Akhenaton è lo stesso come la sua (teoria di tre). Il motivo perché il teoria due è rimasta a lungo popolare è a causa di prova che il culto degli antichi dèi ha cominciato a rivivere verso la fine del Regno di Akhenaton e, si pensa, questo non sarebbe potuto accadere senza un qualche tipo di sostegno reale o di incoraggiamento.
Dal momento che è considerato impossibile che Akhenaton avrebbe abbandonato la religione che ha creato, è speculato che era suo coreggente che era dietro a tutto questo. La rinascita delle vecchie pratiche religiose, tuttavia, hanno potuto facilmente un movimento di base da parte del popolo dell'Egitto che si era stancato di essere costretti a trascurare la fede tradizionale della terra. Gli egiziani ha ritenuto che le loro azioni erano intimamente legate alla celeste equilibrio e che il loro rapporto con la divinità era di vitale importanza. Abbandonando gli antichi dèi dell'Egitto, Akhenaton avrebbe generato l'universo fuori equilibrio ed è abbastanza probabile che l'ex sacerdoti di Amon e quelli di altri culti, finalmente deciso di provare a ripristinare l'armonia nella terra per conto proprio, senza consultare il loro sovrano. Poiché è noto che Nefertiti era un devoto di Aten prima ancora della conversione di Akhenaton, e che ha preso regolarmente parte a funzioni religiose, come pure il fatto che nessun immagini o iscrizioni dare alcuna prova che essa abbandonò il culto, è altamente improbabile che lei avrebbe portato un ritorno alle pratiche religiose tradizionali dell'Egitto.
L'odio che il popolo aveva per la nuova religione monoteistica del loro Faraone è esemplificato nella sua completa eradicazione dopo la morte del successore di Akhenaton Tutankhamon. Tutankhamon stesso, al momento di prendere il trono, abbandonata la religione di Aton e ritornò Egitto pratica tradizionale. Il suo successore, Ay, (possibilmente lo stesso uomo ha suggerito come padre di Nefertiti) continuò la sua politica ma l'ultimo faraone della XVIII dinastia, Horemheb, è andato oltre una di esse. Horemheb, sostenendo che egli era stato scelto dagli dèi per ripristinare la vera religione dell'Egitto, tore giù templi di Akhenaton, deturpato la sua stele e provato a sradicare tutte le prove che il re eretico e la sua famiglia aveva mai governò l'Egitto. È a causa di Horemheb' s decreti che così poco è noto di Nefertiti, e altri reali collegate con il periodo di Amarna, al giorno d'oggi. La meraviglia, davvero, non è che così poco si conosce ma che, considerando l'odio di Horemheb di riforme di Akhenaton e la sua dedizione alla missione di cancellare il re e la sua famiglia dalla storia, che gli studiosi moderni hanno tutte le informazioni sul periodo di Amarna a tutti.
clip_image042
Incompiuto testa di Nefertiti

Polemica di moderno-giorno

Nefertiti è stato oggetto di polemiche, tra Egitto e Inghilterra, quando l'archeologo britannico, Joann Fletcher, sosteneva di aver trovato la mummia della Regina nel 2003 CE. Il reclamo di Fletcher era basato sui dettagli di una mummia, conosciuta da egittologi come la "Younger Lady", che si sentiva abbinate raffigurazioni di Nefertiti. Discovery Channel in onda teoria di Fletcher, come se la mummia della Regina era stata identificata positivamente quando, in realtà, questo era certo il caso. Di conseguenza, Fletcher è stato vietato dal lavoro in Egitto a causa di una presunta violazione nel protocollo che richiede tutti gli archeologi che lavorano nel paese prima relazione i loro risultati per il Consiglio supremo delle antichità prima di rilasciare qualsiasi cosa alla stampa internazionale. Anche se questo divieto è stato poi revocato, e Fletcher tornò in Egitto, la polemica che circonda la mummia è irrisolta. I sostenitori di Fletcher sostengono che la "Younger Lady" è Nefertiti mentre chi parteggiare per Hawass mantenere l'opposto. I dettagli molto stessi sono utilizzati da entrambi i lati a sostegno della loro affermazione e sembra improbabile che ci sarà qualsiasi risoluzione fino a quando alcuni futura scoperta fatta che presta più peso su un lato che da altro.
Nefertiti ha anche causato una disputa in corso tra l'Egitto e Germania sopra il famoso busto che attualmente risiedono nel Museo Egizio (Neues Museum) di Berlino. Volto di Nefertiti è una delle immagini più immediatamente riconoscibile dall'antichità, forse, solo secondo a suo figlio passo Tutankhamon. Anche se uno non conosce il nome della Regina, statuette e poster del famoso busto sono state riprodotte universalmente. Anche così, quando è stato scoperto nel 1912 CE, nessuno sapeva chi era Nefertiti. Il busto sarebbe stato notevole per la sua bellezza, naturalmente, ma non per l'individuo rappresenta. A causa dei decreti di Horemheb, la famiglia reale era stata dimenticata. Iscrizioni dal Regno di Horemheb lo mostrano come il successore di Amenhotep III, cancellare completamente il Regno del 're eretico' e dei suoi successori. Il busto è stato creato c. 1340 A.C. dello scultore di Corte Thutmosis come un modello per gli apprendisti nelle loro rappresentazioni (scultura o pittura) della Regina. Perché era un modello e mai destinato per la visualizzazione, è completato solo un occhio. Il Museo Egizio di Berlino descrive il busto della regina Nefertiti come "uno dei primi lavori di posizionamento di arte egizia, principalmente dovuto l'ottima conservazione del colore e l'ammenda di modellazione del viso... il busto è fatto di calcare che è coperto di gesso modellato. L'occhio è intarsiato con cristallo e la pupilla fissato con cera colorata di nero. Il secondo occhio-intarsio è stato effettuato mai"(1).
Il busto è ospitato in camera 2.10 del Museo Egizio di Berlino in Germania dove è stata scattata dopo la sua scoperta ad Amarna. Hawass scrive, "un giorno nell'inverno del 1912 CE, un archeologo tedesco Ludwig Borchardt il nome era gli scavi a Tell al-Amarna quando ha trovato un bel busto di Nefertiti nella bottega di uno scultore chiamato Thutmosis" (39). Cosa è successo dopo questa scoperta è in corso, spesso riscaldata, dibattito tra Egitto e Germania.
Poiché l'esecuzione delle norme che disciplinano le antichità in Egitto era abbastanza lassista nel 20esimo secolo E.V. (come, in alcune zone, comunque, erano le regole stesse) non sembra mai può esserci un modo per risolvere la controversia. I tedeschi sostengono che Borchardt trovato il busto, fece una dichiarazione legale del suo ritrovamento e quindi portato il pezzo indietro in Germania. Il reclamo egiziano (come articolato da Hawass) sostiene che "la missione tedesca coperto la testa con fango per mascherare la sua bellezza in modo che durante la divisione delle antichità al Museo Egizio del Cairo il curatore non ha notato le sue notevoli caratteristiche. Di conseguenza, il busto è stato permesso di andare al Museo di Berlino"(39). Gli egiziani, poi, sostengono il busto è stato ottenuto illegalmente e deve essere restituito all'Egitto; i tedeschi, naturalmente, sostengono è di loro proprietà legale e dovrebbe rimanere nel Museo. Hawass osserva che, "piani sono state fatte tornare [il busto] in Egitto appena prima la seconda guerra mondiale, ma Hitler ha chiesto di vedere prima ha lasciato il paese, è caduto nell'amore con esso e si rifiutò di lasciarlo fuori mani tedesche" (41). Questa affermazione è stata contestata anche dal governo tedesco e l'ex e la corrente, direttore del Museo Egizio di Berlino.
Nel 2003 CE questa polemica è diventato più riscaldata quando il Museo ha permesso due artisti, noti come Little Varsavia, porre il busto su un corpo in bronzo di una donna nuda per mostrare ciò che la regina può avere sembrava. Questa decisione molto povera ha provocato Egitto rinnovare gli sforzi per il rimpatrio del busto ma, come il piccolo Varsavia espositivo è durato solo poche ore, la polemica raffreddato e il busto rimane dove è stato dal 1913 CE e dove continua ad essere uno dei pezzi più popolari di arte, se non il più popolare, nella collezione permanente.
Tradotto dal sito Web: Ancient History Encyclopedia sotto licenza Creative Commons.

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…