Definizione di Revoca | Concetto, significato e che cosa è Revoca

Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Da revocatĭo il latino, la revoca è l'azione e l'effetto della revoca. Questo verbo si riferisce al fatto di annullare una risoluzione o un mandato, per scoraggiare una persona da un piano di espellere o di annullare qualsiasi cosa.
Nella zona della legge, la revoca è la cancellazione, sostituzione o modifica di una sentenza o un ordine. Questa decisione è presa da un'autorità diversa da quella che aveva risolto in primo luogo.
Esempi: "il giudice ha chiesto la revoca del caso e ha rilasciato ingegnere impegnato ',"il condannato ha assicurato che esso sarebbe richiedere la revoca della sentenza, vertente sulla mancanza di giurisdizione sopra la prova "," se riusciremo alla revoca, avremo la possibilità di richiedere un cambiamento.
Revoca, pertanto, è una modalità di estinzione di un rapporto giuridico. Operazioni della revoca è ex nunc (si applica dalla manifesta volontà di revoca).
Eventualmente, la revoca di un atto giuridico può essere consentita dalla legge o dalla volontà espressa dalle parti. Nei contratti bilaterali, entrambe le parti hanno il diritto di revocare.
In alcuni paesi, la revoca è un processo politico che consente ai cittadini di determinare la fine di un servizio pubblico prima della scadenza del periodo per il quale il dipendente è stato eletto Priore.
L'ordine del referendum richiamo può essere giustificata dalla perdita di legittimità, atti di corruzione o di violazione dei diritti umani, tra le altre ragioni.
Pubblicato per scopi didattici