Definizione di Lassativo | Concetto, Significato e Che cosa è Lassativo

Un lassativo è un farmaco che facilita il transito intestinale. Questo tipo di preparazioni è utilizzato per promuovere l'eliminazione delle feci, promuovendo così il movimento di viscere.
Esempi: "il medico ha suggerito di prendere un lassativo se non sarò meglio nelle prossime ore", "Mi sento meglio: lassativo fatto effetto», «specialista sospetta che la malattia potrebbe essere causata da uso eccessivo di lassativi.
I lassativi sono generalmente forniti per costipazione (una condizione che coinvolge la mancanza di regolarità dell'intestino, con frequenti sgabelli). La persona che soffre di costipazione spesso si sente fastidio allo stomaco: prendere un lassativo, è inteso per standardizzare il transito intestinale e ritrovare un senso di benessere.
Lassativi possono essere utilizzati anche prima di fare una recensione per il retto o dell'intestino. Così, il paziente arriva per evacuare e pulire il colon e il medico può fare il suo lavoro senza problema.
Ci sono diversi tipi di lassativi forniti oralmente o in forma di supposta. È possibile classificare nei lassativi osmotici, tensioattivi ed emollienti.
Va osservato che alcuni alimenti sono lassativi naturali perché, grazie alla loro composizione, essi contribuiscono alla defecazione. Prugna, mela, pomodoro, arancia, cipolla, zenzero, zafferano, broccolo, spinaci, noci e oli omega-3 sono alcuni di loro. Il più ben noto lassativo naturale, tuttavia, è acqua, perché permette di intestino idratante e regolare il flusso intestinale.
È importante notare che l'abuso di lassativi può causare seri problemi, promuovere lo sviluppo della paralisi intestinale, pancreatite ed emorroidi, tra altri disturbi.
Pubblicato per scopi didattici
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano