Definizione di IL bullismo | Concetto, significato e che cosa è IL bullismo

Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Il bullismo è una parola anglicizzata che non fa parte dei dizionari francesi, ma il cui uso è più comune nella nostra lingua. Il concetto si riferisce per l'intimidazione e tutte le forme di abuso fisico, verbale o emozionale prendendo posto presso la scuola, nel tempo e ripetutamente.
Il mobbing spesso si svolge in aula e nel parco giochi. Questo tipo di violenza di solito colpisce i bambini tra i 12 e i 15 anni, ma può estendere ad altre età.
L'aggressore intimidisce o molesta la sua vittima in modi diversi, in silenzio o complicità di altri colleghi. Come regola generale, il conflitto comincia con battute che diventa sistematici e che può portare a risse o aggressioni fisiche.
Casi di bullismo, ha rivelato un abuso di potere. Lo stalker arriva per intimidire un altro ragazzo (o un'altra ragazza), che percepisce come essendo più forte, indipendentemente se questa forza è reale o soggettiva. Poco a poco, il bambino vittima di bullismo comincia a sperimentare varie conseguenze psicologiche alla situazione e comincia ad avere paura di andare a scuola e fuggire o nascondere dalle sue compagne, ecc.
Con le nuove tecnologie, il bullismo è diffuso alla casa delle vittime (dice il cyberbullismo). I bulli disturbare via Internet, tramite e-mail di bulli, la diffusione delle foto ritoccate, diffamazione nei social network e creazione di siti Web con contenuti aggressivi.
Pubblicato per scopi didattici