Definizione di Globuli bianchi | Concetto, Significato e Che cosa è Globuli bianchi

Da globŭlus il latino, globulo è un piccolo corpo sferico. Il termine è breve per globo ed è spesso usato per riferirsi alle cellule che costituiscono il sangue. Si possono distinguere, a questo proposito, globuli bianchi e globuli rossi.
Globuli bianchi (chiamati anche leucociti) sono cellule del sangue che sono responsabili della risposta immunitaria agendo nella difesa del corpo contro le sostanze e antigeni estranei. Leucociti e globuli rossi e piastrine, insieme con i componenti del sangue.
L'origine delle cellule bianche del sangue trovato nel midollo osseo e del tessuto linfatico. In assenza di pigmento, sono classificati come "bianco" per distinguerle dalle cellule rosse del sangue.
Un leucocita è una cella mobile (compresa fra 8 e 20 micron) che viene trasferita attraverso pseudopodi. Esso contiene un nucleo, mitocondri e altri organelli cellulari, e si può ottenere dai vasi sanguigni attraverso un meccanismo chiamato diapedesi che permette di estendere il suo contenuto citoplasmatico.
Secondo la forma del nucleo, i globuli bianchi può essere diviso in linfociti, monociti, neutrofili, basofili ed eosinofili. Secondo le caratteristiche di colorazione, d'altra parte, si può parlare di granulociti, neutrofili, agranulocytes o basofili.
È possibile osservare i cambiamenti nella dimensione, forma e funzione dei globuli bianchi. Questi disturbi sono malattie ereditarie, infezioni o reazioni a farmaci o l'anemia, per esempio. La leucocitosi è l'aumento del numero di globuli bianchi, mentre la diminuzione si chiama leucopenia.
Pubblicato per scopi didattici
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano