Definizione di Denigrare | Concetto, Significato e Che cosa è Denigrare

Denigrare (o umiliante) è qualcosa che denigra. L'origine etimologica di denigrare portato a denigrāre il latino, che significa 'fare scuro/nero' o 'macchia'. L'azione di denigrare, pertanto, è di formare un compito (simbolico) sulla reputazione o un'opinione di qualcuno.
Denigrare è qualcosa o qualcuno che si appanna, insultare, offendere, disprezzare o disprezzo. Può essere un effetto prodotto da una terza parte o il risultato di un'azione non corretto o infelice causati da propria della persona.
Esempi: "l'immagine dei giovani ubriachi in strada è umiliante per la città", "il proprietario dell'azienda aveva un atteggiamento denigratorio nei confronti dei suoi dipendenti", "Esso è denigrare che alcune persone devono essere le macerie alla ricerca di cibo".
Denigrazione è spesso associato con umiliazione. Se un patrono accusato un dipendente di furto e forza a spogliarsi prima di tutti i peer di dimostrare che non c'è niente preso chi possedeva non, possiamo dire che è denigrare il comportamento.
Allo stesso modo, se un giovane bere in eccesso e diventa ubriaco, egli rischia di coinvolgere dispregiativi comportamenti che, nella sobrietà, si solo non sarebbero mai sviluppato. Pipì in strada e insulto coloro che si avvicinano sono atti che denigrano il suo stato e indossa lo stesso senza rendersene conto a causa della perdita di coscienza causato dall'alcol.
Possibile associare la denigrazione di discriminazione. Se un villaggio della gente richiede persone che non sono la stessa religione che la maggior parte di indossare un cappello giallo affinché ognuno possa riconoscere, poi affrontato un atteggiamento denigratorio o addirittura sprezzante.
Pubblicato per scopi didattici
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano