Definizione di Confronto | Concetto, Significato e Che cosa è Confronto

Confronto (dal latino comparatĭo) è l'azione e l'effetto di paragonare. Questo verbo significa attenzione su almeno due cose per riconoscere le loro differenze e le loro somiglianze e scoprire il loro rapporto. Pertanto, confrontare, confrontare.
Esempi: "il confronto tra lo spazio di due razzi dimostra che gli Stati Uniti è molto più avanzato", "Non non c'è nessun confronto tra Diego Maradona e qualsiasi giocatore di calcio", "Ho trovato il confronto che l'analista ha fatto tra due casi molto interessanti".
Il confronto può concentrarsi su aspetti fisici o problemi simbolici. Così, due persone possono essere confrontate in modo diverso. Un confronto fisico rivelerà che uno è più grande, più sottile e più brizzolato rispetto gli altri capelli. Confrontando le cifre, possiamo dire che uno dei due è più socievole, che spesso si esprime ad alta voce durante le riunioni e che stabilisce collegamenti più facilmente rispetto agli altri.
In grammatica, il confronto può concentrarsi su tre diversi gradi degli aggettivi: il positivo, comparativo e superlativo. L'aggettivo proprio può apparire grado positivo ("l'acqua è proprio"), il comparativo ("l'acqua di questo lago è più pulita di quanto l'acqua dalla sorgente") o grado superlative ("acqua da questo stagno è molto pulita").
Il confronto è anche una figura di discorso (o retorica), che viene fissata con elementi di relazione, vale a dire, "come" o "Mi piace": "le mani, come martelli, distrussero la porta con le hits", "il ladro camminato sui tetti come il gatto nella notte.
Pubblicato per scopi didattici
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano