Definizione di Cavaliere | Concetto, significato e che cosa è Cavaliere

Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano
Un cavaliere è una persona che va a cavallo o sovrapposti. Perché una volta che ha fatto il cavallo apparteneva a una certa classe sociale, il concetto ha acquisito diverse connotazioni e significati nel tempo.
Nel Medioevo, cavalierato era un'istituzione militare che è servito come un re o un potere feudale. I Cavalieri, di conseguenza, erano che cavalcava il cavallo e guerrieri che portavano armi come lance e spade. Esempi: "Cavalieri del re Édouard sono vicini al popolo ', 'un cavaliere nemico ucciso il Principe', ' non lascerò che mia figlia sposare un cavaliere del bagno.
I cavalieri sono stati dati spesso terra o denaro come ricompensa per il loro servizio. Di solito, il cavaliere era un nobile che cominciò come una pagina e Squire e poi fu promosso dai suoi superiori al cavaliere. Ad ottenere questo titolo, ha dovuto prestare giuramento di fedeltà e la promessa di essere educato, valoroso e coraggioso. Il cavaliere era, pertanto, a rispettare un codice di condotta.
Per estensione, la nozione di cavaliere (chiamato anche gentiluomo) cominciò ad essere usato in riferimento a persone nobili, cortese e solidarietà: "Giovanni è un vero cavaliere, mi porta sempre fiori e cioccolatini e mi apre la porta dell'auto", "Mi piace che gli uomini si comportano come cavalieri e trattano le donne come le signore.
D'altra parte, il cavaliere delle arti e delle lettere è un titolo rilasciato dal Ministero della cultura in Francia, per premiare persone distinto dalla loro creazione nel campo artistico o letterario.
Pubblicato per scopi didattici