Passa ai contenuti principali

Biografia: Yves Saint Laurent | Couturier francese

(Yves Saint Laurent di Mathieu); Oran, Algeria, 1936 - Parigi, 2008) Couturier francese, uno dei nomi leggendari della Haute Couture. Figlio di Charles Mathieu e Lucienne Andrée Saint-Laurent, cresciuto con le sue due sorelle con tutte le comodità che ci si aspetta da una buona famiglia in Algeria francese. Suo padre, avvocato di qualche successo, sempre voluto Yves a studiare legge e questo ha frequentato una scuola di Oran, dove ricevette un'educazione basata su una disciplina di ferro che ha colpito lui e influenzato la sua vita successiva.
Lui era sempre molto attaccato a sua madre, Lucienne, una donna bella ed elegante, che era affascinata da Yves con suoi cambi di costume costante. Ha subito capito il bambino sensibile e quando vide che compagni ridevano di suo figlio perché indossava la sua sorelle bambole e marionette del teatro scuola, abbiamo deciso di trovare un centro di apprendimento sartoria e pattern design a Parigi dove avrebbe potuto sviluppare il suo talento.

Yves Saint-Laurent
Questo fu un periodo di formazione e anche il dubbio tra decidere di teatro o di moda, in cui l'adolescente Saint-Laurent divorato Vogue e altre riviste del tempo che leggere Marcel Proust, suo autore preferito. Infine, spronato da sua madre, ha deciso di fare il salto, e la provinciale Yves era solo si trasferì a Parigi con diciassette anni, disposti ad imparare tutti circa la Haute Couture.
E presto ha mostrato che il suo impegno era grave. Mostrò i suoi disegni di Michel de Brunhoff, editor di Vogue, che era contento e ha deciso di pubblicarli in un journal. Egli seguì il Consiglio del De Brunhoff e iscritti in una scuola di Haute Couture, ma abbiamo trovato noioso e poco dopo ha cessato di frequentare le lezioni. Apprendista impaziente presentato un contorno per un abito da cocktail in un concorso e vinto il primo premio, fatto che ha servito ad essere conosciuto tra la società parigina.

Erede naturale di Christian Dior

Il giovane uomo che Saint-Laurent è stato introdotto a Christian Dior da De Brunhoff e lui immediatamente si arrese al suo talento. Nel 1954 ha iniziato a lavorare sotto gli ordini del grande creatore, che sarebbe diventato in mano destra fino alla sua morte, nel 1957. Per tre anni che ha collaborato in modo stretto con Dior, che spesso ha criticato le sue proposte stravaganti ma allo stesso tempo ammirato il talento creativo del suo giovane discepolo, che si chiamava "mio principe".
La morte dell'insegnante interessato il giovane discepolo, che era anche suo erede naturale. Una volta che è stato nominato direttore artistico dello studio, ha lanciato la sua prima collezione, presentata sotto il nome di trapezio e con che fu un successo clamoroso. Tra il pubblico che ha partecipato che parata era Pierre Bergé, un amico di Dior e solita cerchia di moda parigina, che nel tempo divenne amante di Yves, amico e compagno.
Nel 1960 egli non poteva affatto più lungamente gli obblighi del servizio militare e lasciò il suo posto a capo di Dior perché è stato convocato dall'esercito francese. Un paio di mesi non poteva tollerare la durezza dello stile di vita militare e subì la sua prima grande depressione, ha dovuto essere ricoverato in un ospedale psichiatrico militare. Suo amico Berge utilizzato le sue influenze e subito dopo, devo lasciarlo fuori di lì.

La creazione di un proprio studio

Nel frattempo, la casa di Dior nominato direttore Yves assistente, Marc Bohan, che notevolmente displeased il Couturier, che ha deciso di citare in giudizio la società. Aiutato dal suo inseparabile amico Berge, Saint Laurent ha presentato una querela e combattuto fino a quando non ricevono la compensazione da parte della società per danni morali e, con quel denaro e Mack Robinson, un uomo d'affari americano interessato alla moda, ha creato la sua propria casa di moda.
Nel 1962, ha presentato una prima collezione sotto il suo nome e quattro anni più tardi ha lanciato lo smoking, che, con il passare del tempo, è diventato un classico. Con questo pegno e il resto delle sue creazioni fu eretto nel pioniere di una moda più democratica, più veloce e più conveniente per generazioni.
Nei mid-1960s era quello di lavorare nelle collezioni pensate per donne mature e sofisticate. L'attrice Elizabeth Taylor ha indossato al suo matrimonio con Richard Burton, un modello di Saint-Laurent e altre celebrità, come Marlene Dietrich, Farah Diba, la Duchessa di Windsor, Sofia Loren e Catherine Deneuve, anche preso i suoi vestiti in occasione. Con la complicità della sua migliore amica, Betty Catroux, Saint-Laurent ha creato uno stile androgino che ha cercato di trovare l'equivalente del costume maschile per le donne.

Modello occasionale e rivoluzionario creatore

Nel 1970 sue parate evidenziati dalla presentazione dell'americano femminile e abiti e bluse che sul retro ha lasciato nudo. Ma il fatto che il suo 'stile' collezione anni ' 40 ha molto male recensioni era motivo che sufficiente per Yves decise di abbandonare la moda durante i due anni successivi. All'inizio degli anni settanta ha fatto il modello per la sua collezione Pret a porter maschile Rive Gauche e venuto a posare nuda per la telecamera di Jean-Loup Sieff per il suo profumo, piuttosto insolito in quei giorni.
Con l'aiuto dei loro due migliori designer e Anne-Marie Munoz, Loulou de La Falaise, nel 1974 il Couturier ha riapparso con una collezione dedicata al secondo impero e di nuovo ho sentito applauso. Quell'anno, il Time magazine lo ha chiamato "Il re della moda" e dedicato una copertina. Anche entrato più volte in ospedali, che sono venuti a cadere, e anche il supporto del suo amico Pierre gestito evitare che si finisce ogni volta solo nel suo appartamento di Parigi, o rifugiato nel palazzo che era stato costruito a Marrakech. Berge stufi di questa situazione, lo ha lasciato nel 1976.

Timori di un vincitore

Nel 1983, presso il Metropolitan Museum di New York, ha inaugurato una mostra dedicata alle sue creazioni. Due anni più tardi è stato il Museo di Belle Arti di Pechino che ha fatto lo stesso, e nel 1986 il Museo della moda di Parigi ha presentato una retrospettiva della finestra di progettazione dal 1958. Il successo di Saint-Laurent era tale che, alla fine degli anni ottanta, l'azienda ha già creato più di vent'anni fa aveva più di 10.000 persone che hanno lavorato in 200 paesi e circa 360 milioni di euro fatturati.
Nonostante il fatto che già era stato distinto con il premio moda Oscar Neiman Marcus (Dallas, 1958), o bazar di Oscar Harper (1966), metà degli anni ottanta è diventato pubblico riconoscimento al suo lavoro e ha ricevuto la Legion d'onore dal Presidente francese François Mitterrand. Tuttavia, Yves Saint-Laurent ha continuato a soffrire di episodi di insicurezza e la paura del fallimento ha portato a consumare tranquillanti e sonniferi.
Negli anni novanta ha trascorso lunghi periodi nel suo palazzo a Marrakech, dove è rinchiuso per settimane per creare le loro collezioni. A Parigi, il 12 luglio 1998, in occasione della fine della Coppa del mondo, 300 modelli sfilato nello Stadio Saint Denis in una retrospettiva di quarant'anni di creazione della finestra di progettazione. E nello stesso anno ha creato quella che sarebbe diventata la sua ultima linea Pret a porter.
Il designer americano, Albert Elbaz è stato scelto dall'insegnante, così che accade, ma acquisto l'anno successivo della maggior parte della sua azienda dal gruppo Pinault ha cambiato i loro piani. Tom Ford si è preso carico di tutto tranne che di Haute Couture, che ha continuato un paio di anni incaricato il Couturier francese. Dopo il suo ritiro nel 2002, Yves Saint-Laurent è rimasto un enigma, un anarchico di milionario in grado di dichiarare: "l'unica cosa che mi dispiace non è aver inventato i jeans".
Se qualcosa si distingue a Yves Saint-Laurent, oltre al suo genio creativo, è carattere trasgressivo e contraddittorio, una vera leggenda della moda di un proprio diritto, autore del tailleur pantalone la sahariano, pantaloncini... I lucidi primi allo scandalo del nero, il percorso di questo designer, che fu il primo a infrangere le regole della Couture, non rappresentava un inno alle donne e moda, sempre alla ricerca di un equilibrio tra comfort e fantasia. Malato e stanco, si è ritirato consapevoli di aver fatto progredire la Haute Couture e hanno creato l'abbigliamento della donna contemporanea.
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…