RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Biografia: Edmund Halley | Astronomo inglese

ADS

(Edmund o Edmond Halley; Londra, 1656 - Greenwich, Gran Bretagna, 1742) astronomo inglese. Egli fu il primo a catalogare le stelle del cielo australe, nel suo lavoro Catalogus stellarum australium. Nel 1682 osservò e calcolato l'orbita della cometa che porta il suo nome e annunciò il suo ritorno per la fine del 1758, secondo la sua teoria che difendere l'esistenza delle comete di traiettoria ellittica associato al sistema solare. Nelle più importanti delle sue opere, Sinossi cometicae astronomiae (1705), applicato le leggi del moto di Newton a tutti i dati disponibili sulle comete. Tra altri contributi nel campo dell'astronomia, ha dimostrato l'esistenza di moto proprio in stelle, che ha ridotto la validità delle osservazioni più antiche ed ha studiato la rivoluzione completa della luna su un periodo di diciotto anni. Le sue tavole astronomiche, dove ha lavorato fino alla sua morte, erano in vigore per molti anni.

Edmund Halley
Collaboratore di Newton nel suo lavoro sull'attrazione gravitazionale tra corpi, Edmund Halley fu il primo astronomo nel predire il ritorno delle comete periodicamente vicino al suolo; il suo cognome ha dato il nome al più famoso di loro. Estrazione sociale benestante, si dedicò fin dalla giovinezza alla matematica e l'astronomia. Nel 1676 si imbarcò verso l'isola di Santa Elena, nell'Atlantico del sud; Lì egli avrebbe condotto la prima catalogazione delle stelle del cielo australe.
Il suo lavoro ha aperto le porte dell'inglese scientifico e della società, un progetto di sviluppare una teoria sulla gravitazione e movimento dei corpi celesti, entrò in contatto con Isaac Newton. Dialogo e la cooperazione tra entrambi gli scienziati ha portato alla concezione della famosa legge di gravità, che è apparso nel libro Philosophiae naturalis principia mathematica (principi matematici di filosofia naturale, 1687) Newton, che possiedono Halley ha scritto e sponsorizzato volto alla redazione dell'opera.
Come una continuazione del suo lavoro sull'astronomia e l'applicazione delle leggi di Newton, descritto le orbite paraboliche di un totale di venti-quattro comete nel suo libro astronomiae cometicae Sinossi (Sinossi dell'astronomia delle comete, 1705) e ha dimostrato che le comete che sono state osservate negli anni 1531, 1607 e 1682 erano in realtà la stessa restituisce di cometa. Di quella stessa cometa, che più successivamente sarebbe chiamato la cometa di Halley in suo onore, ha predetto che sarebbe tornato durante l'anno 1758. Sedici anni dopo la morte di Edmund Halley, gli astronomi hanno scoperto la precisione totale della sua previsione.
 Biografie di personaggi famosi nella storia e celebrità
Biografie di personaggi famosi e storici

RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata