Passa ai contenuti principali

Biografia di Pancho Villa | Rivoluzionario messicano

(José Doroteo Arango Arámbula, noto anche come Francisco Villa; San de el Río, Durango, 1878 - Parral, Chihuahua, 1923) rivoluzionario messicano che ha condotto, insieme a Emiliano Zapata, il settore pedegrales della rivoluzione messicana. Povero contadino, orfano e scarsamente istruito, quando è esplosa la rivoluzione del 1910 era stato i molti anni latitante in montagna a causa di un omicidio; dedicato al banditismo, mi è piaciuto popolarità tra gli agricoltori per le loro azioni contro i ricchi proprietari terrieri e ammirazione.
Pancho Villa subito sostenuto gli approcci di Francisco. I. Madero, che ha chiamato prendendo le armi, il 20 novembre 1910, nel suo piano di San Luis Potosí contro il regime di Porfirio Díaz, promettendo i contadini restituzione delle terre ingiustamente strappata durante la lunga dittatura di Porfirio Diaz (1876-1911), che era stato severamente represso ogni opposizione politica. Soprannominato Il Centauro del Nord dai suoi correligionari, Pancho Villa con il suo esercito ha aiutato il rapido trionfo della rivoluzione, che è riuscito a espellere dal potere e dal paese di Porfirio Díaz (1911) in soli sei mesi.


Pancho Villa
Nonostante il calore delle sue riforme, Pancho Villa supportato il progressivo della presidenza di Madero (1911-1913) e poi lottato contro la dittatura controrivoluzionaria di Victoriano Huerta (1913-1914), che è riuscito a rovesciare in collaborazione con Emiliano Zapata e il leader di costituzionalista, Venustiano Carranza. Ma dopo la vittoria di questa seconda rivoluzione, Villa e Zapata sono stati truffati da Carranza e tornò a prendere le armi, ora contro di esso. Questa volta la fortuna militare non era dalla loro parte: nel 1915 il generale Carranza Álvaro Obregón sconfitto villistas, bloccaggio a Venustiano Carranza nella presidenza (1915-1920).
Villa perso dal suo potere politico e militare, fu assassinato nel 1923; la stessa sorte aveva funzionato, quattro anni prima, Emiliano Zapata. Nonostante la giustizia dei loro crediti (si stima che, nel 1910, proprietari mille terrieri ha dato lavoro a 3 milioni di contadini senza terra), o anche loro ideali è sopravvissuto il suo fallimento. Presidenti successivi ha affermato di essere eredi della rivoluzione, ma Venustiano Carranza e suoi immediati successori (Álvaro Obregón e Plutarco Elias Calles, che avrebbe dominato la scena politica fino al 1936) limitato a domarlo, senza mai raggiungere la vera riforma agraria.
Biografia
Pancho Villa era nato a hacienda de Rio Grande, appartenente alla città di San Juan del fiume, nello stato messicano di Durango, il 5 giugno 1878. In realtà, il bambino che nacque alla hacienda del Rio Grande è chiamato Doroteo Arango; Pancho Villa nacque più tardi, quando Doroteo ha gettato il monte e la necessità lo ha portato a cambiare nome. Suo padre, Agustin Arango, morì presto e l'eredità che il vostro bambino Doroteo ricevuto ha consistito di essere il capo della sua famiglia, composta da sua madre e quattro fratelli, due maschi e due femmine. Come un bambino ha dovuto lavorare sodo; Non è mai andato a scuola e mai chiunque affrontato educare voi.
A 16 anni, ha ucciso un uomo. Tutte le versioni del caso d'accordo su tre punti: da un lato, in quanto i morti era un personaggio di un certo rilievo, almeno di molto maggiore rilevanza alle Doroteo Arango; d'altra parte, che aveva tentato di forzare uno delle sorelle Arango; Infine, Doroteo fuggì e si rifugiò sul Monte come conseguenza di questo fatto.
Da queste coincidenze, la leggenda comincia ad agire: morti avrebbe potuto essere un funzionario del governo, uno scudiero, un caposquadra o il proprietario del terreno che la Arango lavorava infatti come mezzadri; Doroteo arrivati in tempo per vedere l'assalto contro sua sorella, è andato a cercare un'arma e sparato prima che la violazione è stata completata, sia esso fu consumato e il ragazzo è stato lasciato senza altra scelta, ma per vendicarsi.

Pancho Villa
Il fatto di aver commesso un omicidio non mettere fuori legge per lungo tempo un messicano del 1894, anche se il matador era un "nudo" e la vittima un personaggio rilevante. Ma la vita in montagna non è stato facile e ha dovuto rubare per sopravvivere. E che la criminalità è perseguitata duramente, soprattutto quando un pedone ex avuto l'audacia di rubare bestiame per i ricchi proprietari terrieri.
Doroteo Arango, cui la testa era stato prezzo, cambiò il suo nome e quello di Pancho Villa, un nome come un altro, ma con alcune peculiarità, adottato perché, mentre ci sono molti hot dog in Messico, il cognome era che dovrebbe avere ricambiato se suo nonno Jesús Villa riconosciuto come legittimo Agostino, suo padre. Aveva sopportato Pancho Villa, un uomo con una legittimità recuperati da forza, che è diventato rapidamente un bandito generoso, una sorta di Robin Hood messicano. Era il "amico dei poveri", come John Reed nel suo libro insurgent Mexico; le sue imprese sono per via orale si è diffusa rapidamente e divennero corridos di testi che sono stati cantati nelle tesorerie, piazze e mense.
Così le cose, attribuito voi tutti i tipi di atti o di reati, secondo l'ottica di tutti, indipendentemente dalla sua concorrenza in tempo o distanza nello spazio. Intorno al 1900 si stabilì a stato di Chihuahua, dove i proprietari terrieri e uomini d'affari, per sotto le leggi ingiuste, aumentato le relative proprietà grande con terra nuova e migliore.
La rivoluzione messicana
All'inizio della rivoluzione nexicana riuniti le varie forze che avevano suscitato contro la feroce dittatura di Porfirio Díaz, particolarmente favorevole all'oligarchia agricola, i privilegi della Chiesa (interrotto la riforma aveva testato Dynamics Benito Juárez) e la investimenti stranieri. La lunga dittatura di Diaz dà nome e date nel corso di un periodo della storia del Messico: Porfirio Díaz (1876-1911), che ha avuto la pacificazione del paese e lo sviluppo economico dei suoi aspetti positivi; all'estremità opposta, brutalmente aumentato la disuguaglianza sociale (specialmente nel campo, a causa di una terribile terra politica per mettere la terra nelle mani di grandi aziende e proprietari terrieri) ed eliminato tutte le possibile dissenso politico, riducendo le istituzioni della Repubblica alla mere burattini che il dittatore stava guidando a volontà.
Per questo motivo e allo stesso tempo crebbe l'esasperazione delle masse contadine, il fronte di opposizione politica messo a fuoco i loro attacchi sulla rielezione del Presidente. Nel 1910, Francisco I. Madero ha presentato la sua candidatura per la presidenza della Repubblica contro Díaz, che era stato ri-eletto per decenni dai successivo parodia elettorale. Diaz ha impedito con la forza il trionfo di Madero, ma non potrebbe impedire la diffusione delle idee del Plan de San Luis, il diffuso programma politico lanciato da Madero per essere costretto all'esilio, cui terzo punto promesso contadini per la restituzione delle terre arbitrariamente sequestrati durante il Porfiriato.
Il Plan de San Luis incluso anche un appello a sollevarsi in armi contro il dittatore il 20 novembre 1910. La pressione a cui era soggetta a società messicana esplosa e paranchi sono generalizzati. Madero, nonostante le sue esitazioni, è diventato la coalescenza di ribellione, e uno dei suoi uomini, Abraham González, invitati ad unirsi alla ribellione di Pancho Villa, "l'amico dei poveri", quelli poveri che erano risorto.

Alla testa delle sue truppe in Ojinaga, nei primi giorni della rivoluzione (1911)
Quindi Pancho Villa si unì Madero nella sua lotta contro la dittatura di Porfirio Díaz e ha dimostrato una capacità innata per la guerra. Approfittando della sua conoscenza del territorio e degli agricoltori, formò il suo esercito nel nord del Messico. Quasi due decenni nelle montagne, scherno di tutti coloro che lo inseguì e sospettoso di chi potrebbe tradirlo, erano la sua scuola di guerriglia. Per alcuni, Pancho Villa appoggiò la causa rivoluzionaria per essere dimenticato i loro crimini; per gli altri, lo fece perché non poteva lottare al loro fianco. Il fatto è che dopo tutti quegli anni di banditismo, la fortuna della Villa è pari a poco più di 350 pesos; molto più valore aveva il carisma e il suo potere di convocazione.
Villa forze contribuirono alla rapida vittoria del movimento rivoluzionario. In soli sei mesi, nonostante alcuni guasti iniziali, è stato ridotto all'esercito del vecchio dittatore, che ha dovuto dimettersi e andare in esilio dopo il colpo decisivo a Ciudad Juárez. Villa viaggiato nella capitale con Madero, già diventato presidente efficace (1911-1913). A città del Messico, nella speranza che è diventato il cittadino rispettabile Francisco Villa, Pancho Villa è stato nominato il costo generale della nuova forza rurale.
La ribellione di Orozco
Tuttavia, la situazione non era né tanto meno consolidata. Il timore di una contro-rivoluzione conservatrice ha dovuto unire le esigenze di altri rivoluzionari agrari che avevano sostenuto Madero: Emiliano Zapata, leader della ribellione nel sud e Pascual Orozco, protagonista con Pancho Villa della presa di Ciudad Juarez. Anteriore di prudenza e moderazione riformista di Madero, entrambi hanno richiesto l'esecuzione immediata della riforma agraria promessa nel Plan de San Luis.
In assenza di reali progressi, Zapata ignorata l'autorità di Madero, ha chiamato traditore (novembre 1911). Così ha fatto Pascual Orozco: accusando Madero violano il Plan de San Luis, condusse una rivolta nel marzo 1912. Nonostante avendo condotto anche agli agricoltori, Pancho Villa rimase fedele al Presidente. Ma l'ingenuo Madero commesso l'errore di affidare a Victoriano Huerta, generale dell'esercito porfirista vecchio e uno dei personaggi più sinistri della storia messicana, il comando delle truppe che aveva a sedare la rivolta di Orozco.
L'ascesa di Pascual Orozco Orozco come Villa, si era verificato nella zona che erano entrambi di cosa Huerta non ha esitato a unire il suo esercito l'esercito di Pancho Villa. Victoriano Huerta messo Villa come capo delle forze avanzato, composto di Madero, come se stesso, di fronte il federale è rimasto nella parte posteriore. Villa, che comandava la guarnigione di Parral, sconfitto Pascual Orozco su landing, un numero inferiore e solo decisiva battaglia combattuta tra maderistas e orozquistas con forza.

Villa (in centro) con i loro compagni d'armi
Ma Victoriano Huerta non era così sicuro di essere in grado di convertire una Villa in che cosa ha capito da rispettabile cittadino, soprattutto dopo che la vittoria sopra Orozco; Egli sospettava che Villa è stata in qualche modo implicata nella ribellione di Orozco in difesa delle aspirazioni sociali dei contadini, che aveva rinviato Madero. Huerta accusato Villa di insubordinazione per non aver obbedito suo ordine e comparire davanti un Consiglio di guerra, che ha deciso in quindici minuti che dovrebbe essere girati. Alcune versioni dicono che tale ordine specificato che Villa deve restituire al legittimo proprietario, un personaggio locale, un purosangue cavallo da cui essa aveva assunto la direzione, mentre altri parlano vagamente di un ordine trasmesso dal telegrafo e Villa negato di aver ricevuto.
L'intervento di Gustavo Adolfo Madero, fratello del Presidente e un membro dello staff del frutteto, ha impedito la frase essere soddisfatte, ma Villa fu internato nel carcere della capitale. Ha colto l'occasione per imparare a leggere e scrivere e ha recitato in una sospetta perdita nel novembre 1912: da un lato, la Huerta è stata sempre più potente e, d'altra parte, settori si oppose a questo generale chiamato un'inchiesta la guerra al villaggio Consiglio; in queste condizioni, niente potrebbe essere meno polemico rispetto all'output dello scenario della Villa, che, senza problemi, si rifugiarono nella popolazione degli Stati Uniti di El Paso.
Governatore di Chihuahua
Nel fuoco incrociato tra porfiristas reazionario e agrarians rivoluzionari, il governo di Madero sembrava destinato a soccombere. E cadde nelle mani di un carattere meschino piega: suo uomo di fiducia, generale Victoriano Huerta. Nel febbraio 1913, con la complicità degli Stati Uniti, Huerta deposto Madero (ordinò di uccidere) e prese il potere. Pancho Villa, che era sempre stato fedele a Madero, restituito al territorio messicano in aprile con quattro compagni, tre cavalli e un po' di zucchero, sale e caffè. Dopo un mese aveva già incontrato tre mila uomini, con chi ha iniziato la lotta contro Victoriano Huerta; Durante 1913 ha liberato la stato di Chihuahua, che fu poi seguito tutto il nord del paese.
Nella vostra zona, Villa ha effettuato due dei loro progetti ambiziosi: la creazione di scuole (solo in Chihuahua capitale fondata più di cinquanta) e l'istituzione di colonie militari. Essa ha considerato che "gli eserciti sono più grandi puntelli della tirannia" e che i soldati dovevano lavorare in colonie agricole o industriali tre giorni alla settimana ("solo duro lavoro produce buoni cittadini"); essi avrebbe trascorso il resto del tempo propria istruzione militare ed istruire i cittadini allo stesso tempo.
Ma sicuramente queste prime colonie non potrebbero concretizzarsi perché la lotta è continuato. E ha continuato anche in stato di Chihuahua, dove commercio languiva per mancanza di denaro in circolazione. Villa risolto rapidamente il problema: rilasciato la propria valuta, con l'unica garanzia per la sua firma. Nessuno avrebbe dato credito a tale valuta fino a Villa ha emanato un decreto che punisce con due mesi di carcere a chi non ha accettato.
Il commercio è stato rianimato, ma argento e carta moneta ufficiale sono rimaste nascoste. Due decreti consecutivi riuscito a fare che sono emerso nella capitale. Per il primo, condannato al carcere che ha fatto circolare un'altra moneta che non era la Villa; al secondo, è stato fissato al giorno da cui non cambierebbe più minted la moneta d'argento o messicano. Come Villa posizione è stata rafforzata nel campo politico e militare, è stata apportata, la moneta è stata accettata e Villa potrebbe acquistare le forniture con la valuta ufficiale che aveva ottenuto in cambio della sua.
L'alleanza contro Huerta
Nel frattempo, il tradimento ignominioso di Madero e la successiva instaurazione di un controrivoluzionario sanguinaria dittatura aveva la virtù di unire rivoluzionari contro il regime di Victoriano Huerta (1913-1914). Venustiano Carranza, governatore dello stato di Coahuila, raccolse la legalità costituzionale fino alla morte di Madero, si proclamò "primo capo dell'esercito costituzionalista" e ha continuato a gestire che è noto come la rivoluzione costituzionalista o costituzionalista fase della rivoluzione messicana, il cui primo obiettivo era di rovesciare Huerta e di ripristinare la legalità costituzionale.
Costituzionalista leader aveva il suo esercito, il potente Northeast Division e degli uomini nella lotta era stato rivelato come strateghi competenti, quali Álvaro Obregón. Carranza era in grado di dare alcune coesione per le forze che si oppongono al frutteto per ottenere la collaborazione di Pancho Villa ed Emiliano Zapata. L'altro grande pedegrales leader della rivoluzione, Emiliano Zapata, aveva sviluppato un programma politico coerente e un solido piano agricolo e comandò un esercito motivato dei contadini. Programma di Pancho Villa era meno imbastitura, ma aveva sotto il suo comando la divisione del Nord.
Se avevano prodotto lotte intestine nel settore rivoluzionario, sembravano più probabile tra Villa e Carranza, come zapatisti, che ha avuto contributi anarchici e comunisti, avevano il proprio progetto, distinto da altri, come pure una propria area di operazioni a sud della capitale. Anche se Villa rispettato con la leadership di Carranza, successive manovre del leader costituzionalista prendere lui e il suo División del Norte missioni più pericolose e per impedirne la capacità strategica lo ha portato ad un progressivo allontanamento.

Pancho Villa in un'immagine scattata nel 1914
Che non ha impedito il trionfo rivoluzionario. Pancho Villa ha preso Zacatecas nel giugno del 1914, vittoria decisiva che aprì la strada a città del Messico; Victoriano Huerta firmato la rinuncia e andò in esilio. L'assunzione di Zacatecas, effettuate dagli ordini contrari di Villa di Carranza, che voleva evitare che Villa ingrandirà il capitale, ha avuto come attrito gravi conseguenza tra i due leader, risolto con la firma di Torreon il patto. Tra le altre cose, ricordato che Carranza, al potere, avrebbe stabilito un governo con i civili sia villistas, carrancistas come e che nessun capo potrebbe essere un candidato presidenziale. Questo ostacolato le ambizioni politiche di Carranza.
L'allontanamento tra Carranza e Villa divenne particolarmente visibile quando, nell'agosto 1914, i costituzionalisti è entrato in città del Messico e sono il generale Álvaro Obregón Carranza bloccate l'ingresso di villistas e gli zapatisti. Obregon, che cercava un ravvicinamento tra Carranza e il villistas, fu fatto prigioniero da Villa, che è venuto a condannarlo a morte di infine perdonarlo.
La rottura con Carranza
Per il file i bordi grezzi che è stata convocata nell'ottobre 1914 la convenzione di Aguascalientes, che non ha fatto ma ad evidenziare le differenze insormontabili. Carranza e il suo braccio destro, Álvaro Obregón, rappresentato il costituzionalismo moderato; Villa e Zapata, rivoluzione contadina e la richiesta di un'immediata distribuzione della terra. La convenzione di Aguascalientes solo rafforzato il riavvicinamento tra villistas e zapatisti; adottato una politica chiaramente programma zapatista, anche se Villa ha dato predominio politico e militare.
Il rifiuto dei capi partito agrario per sciogliere le loro truppe e riconoscere la sua autorità, Carranza optato per andare in pensione a Veracruz e stabilire il suo governo ci. Dicembre 1914, dopo aver lasciato expedito strada Carranza verso la capitale, Villa e Zapata entra a città del Messico sotto il comando delle truppe della convenzione e affidato al Presidente del rivoluzionario governo Eulalio Gutiérrez e poi Roque González Garza. Ma né gli interessi di Villa e Zapata potrebbero accosentiree e fenditure erano brevetti; Zapata tornò a sud, e Carranza potrebbe prendere l'iniziativa.

Pancho Villa ed Emiliano Zapata al Palazzo presidenziale (1914)
Nel gennaio 1915, generale Álvaro Obregón occupato southern Highlands messicano e condusse le sue forze contro la Villa. "Profumato", come veniva chiamata Villa all'uomo che stava per sparare, voluto alzare battaglia nel centro del paese. "Reazionario, traditore e cattivo", come la chiamò Villa Obregon, rifiutò di seguire i consigli di ritirata verso nord, verso la sua base naturale, dove potevano raccogliere tantissimi uomini e dispone di campo in loro favore.
Villa invocata eccessivamente le qualità del loro "Golden" e suo División del Norte, e, tra aprile e luglio 1915, fu infine sconfitto in quattro grandi battaglie tra Celaya e Aguascalientes, battaglie in cui siamo arrivati a confrontarsi con fino a quaranta mila uomini da ciascuna delle parti contendenti. Nel terzo, un granada dove fatto a pezzi il braccio destro del generale Obregón. Recuperato il capitale, Carranza installato suo governo indietro in esso.
Guerriglia-generale
Nel luglio 1915, un sconfitto Pancho Villa ha dovuto ritirarsi a nord, e sua stella cominciò a declinare. Tornò a Chihuahua, ma non più come generale in capo di un esercito potente, ma a capo di un gruppo che aveva appena migliaia di uomini. Nell'ottobre del 1915, dopo aver ottenuto il governo di Carranza, il riconoscimento degli Stati Uniti, Villa ha deciso di giocare una carta rischiosa: attaccando U.S. interessa mostrare che Carranza non controllato il paese e alienare lui con il presidente americano Woodrow Wilson. Esso è stato provocando un intervento degli Stati Uniti che ha costretto Carranza, come un rappresentante del governo messicano, per negoziare con gli invasori, per presentare se stesso come capo della lotta patriottica e recuperare il terreno perduto.
Il 10 gennaio 1916 il villistas ha fermato un treno, hanno fatto andare fino a 18 viaggiatori stranieri (quindici dei quali sono stati gli americani) e mortale. Come l'incidente ha provocato solo proteste diplomatiche, 9 marzo che è stato presentato un gioco sotto il comando della propria Villa a quattro del mattino a l'US città di Columbus, tre soldati uccisero e feriti altri sette, come pure cinque civili, e fu saccheggiato e bruciato giù diversi stabilimenti.
Questa volta se c'è stato intervento, è stato definito come "punitivo", ma in teoria era limitato per catturare i ribelli. Wilson inviò un esercito sotto il comando del generale Pershing al nord del Messico a fine Pancho Villa; ma la conoscenza del territorio e la copertura che gli ha dato la popolazione contadina avrebbe permesso di tenere per quattro anni, a metà strada tra i guerriglieri e il banditismo. Anche se gli scontri tra gli americani e gli americani, villistas e costituzionalisti, gli Stati Uniti forza si è ritirato dal Messico nel febbraio 1917 senza maggiori conseguenze.

Pancho Villa (c. 1920)
Dopo l'omicidio di Venustiano Carranza nel 1920, il Presidente Adolfo de la Huerta (giugno-novembre 1920) gli offrì un'amnistia e un ranch a Parral (Chihuahua), di cessare la loro attività e prelevare dal cambiamento di politica. Villa deposto le armi e si è ritirato alla hacienda El Canutillo, il ranch aveva dato il governo; Lì, con quasi 800 persone, tutti loro ex compagni d'armi, tentò di formare uno dei tuo colonie militari di sogno.
Per tre anni ha subito numerosi attacchi che è uscito illesi. Tuttavia, quando il 20 luglio 1923 entrò Parral con la sua auto accompagnato da sei guardie del corpo, è stato sparato e ucciso da una casa in rovina da un gruppo di uomini comandato da Jesus Salas. L'omicidio è stato istigato da allora Presidente Álvaro Obregón (1920-1924) e il suo successore, Plutarco Elías Calles (1924-1928), timorosi del supporto che Villa poteva prestarsi a Adolfo de la Huerta, che aspirava a succedere al Obregón nella presidenza.
 Biografie di personaggi famosi nella storia e celebrità
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…