RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Biografia di Gengis Khan | Famoso conquistatore mongolo

ADS

Dopo join disperse tribù mongola sotto la sua guida, ha forgiato un formidabile impero che estenderebbe in tutta l'Asia.
Chi è stato chiamato a forgiare il più vasto impero che l'umanità ha conosciuto nacque a desolate steppe della Mongolia, lì dove il freddo e il vento fanno gli uomini duri come il diamante, insensibile come pietre e tenace come l'erba ruvida che cresce sotto la neve ghiacciata. Il popolo mongolo è stato uno dei piccoli nomadi roaming con i loro greggi dai confini del deserto del Gobi, in cerca di pascoli. Ognuno aveva un proprio kan o Principe, responsabile cura che un certo ordine a regnare nel suo territorio.
Kiutes, tribù del sud-ovest del Lago Baikal, aveva scelto come capo di Yesugei, che era riuscito a raccogliere sotto il suo comando alcuni negozi di quaranta mila. Al ritorno da una battaglia contro i Tartari, il guerriero è stato trovato con il tuo preferiti Oelon-Eke (madre di nuvola), aveva dato un erede, che si chiamava Temujin. Il bambino aveva sul polso una macchia rossa, così lo sciamano ha predetto che sarebbe stato un famoso guerriero. Anni dopo, infatti, Temujin era diventare Gengis Khan, il famoso conquistatore mongolo. Sua nascita è contenuta negli annali cinesi nell'anno 1162, anno del cavallo.

Gengis Khan
Aveva nove anni quando suo padre, secondo Mongol personalizzato, lo prese con loro in una lunga marcia per lui trovare una moglie. Hanno attraversato le vaste steppe e deserto del Gobi e giunto nella regione dove vivevano i chungiratos, confinante con il muro della Cina. Vi hanno trovato Burte, una ragazza della sua età che, secondo la tradizione, sarebbe «madre moglie che è stato dato dal padre nobile».
Il destino di Temujin ha subito una grave battuta d'arresto quando Yesugei, suo padre, morto avvelenato dai Tartari. Aveva allora tredici anni e doveva partecipare la rovina del loro, poiché le tribù che si erano radunati intorno a suo padre cominciarono a disertare, perché non volevano prestare obbedienza a una donna o un ragazzo. Presto Oelon-Eke era da solo con i loro figli. Essi devono raccogliere stessi diminuita gregge che aveva lasciato e mangiare pesce e radici piuttosto che la dieta usuale di pecora e latte di cavalla. Era un momento di reale difficoltà in cui un tasso era un pezzo di enorme valore, che i fratelli potrebbero affrontare la morte insieme.
La situazione peggiorò ulteriormente quando la famiglia è stata attaccata dal capo della tribù di taieschutos, Tartugai, che lo ha portato al suo accampamento imbavagliata da un pesante giogo di legno collo e gli occhi bendati dalle bambole per essere venduto come schiavo. Temujin potrebbe rilasciare una notte: essa pavimentata suo tutore e schiacciato il cranio con il giogo e nascose nel letto asciutto di un ruscello che non è venuto fino all'alba. Dopo aver convinto un errante Hunter per liberarlo dal giogo e la dissimulazione lui uno per tempo prudente, Temujin è stato in grado di tornare al loro accampamento. Questa impresa gli diede grande fama tra gli altri clan, e tutto il mondo hanno cominciato ad arrivare mongolo giovani ad unirsi a lui.

Rappresentazione di Gengis Khan su un arazzo
La vita di Gengis Khan è una serie ininterrotta di vittorie nelle battaglie: il primo ha combattuto contro il merkitas, in punizione per aver rapito Burte, sua moglie, e il successo era dovuto l'aiuto fornito dalla tribù dei keraitos, un villaggio di turcomongol che aveva molti musulmani e cristiani nestoriani. Il capo della keraitos, Toghrul, messo a vostra disposizione una grande truppa per attaccare la merkitas e conto «saga mongolo "che, a seguito di quella spedizione punitiva, trecento uomini sono stati passati al coltello e le donne sono stati trasformati in schiavi.
Dopo aver sconfitto il merkitas, il futuro Gengis Khan già sono stati trovati solo: tutta la tribù si unì ad esso. Loro campo stava crescendo giorno dopo giorno e c'è forgiato intorno piani ambiziosi, a partire dal fare la guerra a Tartugai. Nel 1188 riuscì a radunare un esercito di 13.000 uomini occuparsi di 30.000 guerrieri di Tartugai e li sconfisse comodamente, così indicando che cosa sarebbe stato il loro destino: sempre combattere i nemici di gran lunga superiori in numero e batterli. A seguito di questa vittoria tornata a stabilirsi nuovamente nei territori della sua famiglia vicino al fiume Onon e tutte le tribù che avevano abbandonato lui fino alla morte di suo padre restituito per soddisfare al vostro intorno, riconoscendola come l'unico capo legittimo.

Re dei mongoli

Correva l'anno 1196 e tra i mongoli correva la voce che era il momento di scegliere un nuovo re dei mongoli tra le teste degli accampamenti. Quando lo sciamano ha dichiarato che l'eterno cielo blu aveva destinato a Temujin per tale carica che nessuno ha contestato e l'elezione del nuovo Khan, che allora aveva ventotto anni di età, è stato celebrato con grande splendore. Temujin è stato interessato soprattutto a rafforzare la sua tribù, che costituiscono un vero e proprio esercito e anche essere informati di ciò che accade nella loro tribù di vassal.
Sotto il suo governo riuscì a unificare tutte le tribù mongole di andare in guerra contro i popoli nomadi del sud, i tartari e infliggere una dura sconfitta a loro nel 1202. Ricompensa l'imperatore cinese, strenuo nemico dei Tartari, gli concesse il titolo di Tschaochuri, plenipotenziario tra ribelli dal confine. Sua alleanza con il Khan di keraitos, d'altra parte, dato aumentando il potere. Popoli che non hai presentato sono stati sconfitti sul campo di battaglia e ha spinto la foresta pluviale o deserti e proprietà diffusa per mano dei vincitori. Così la fama di mongoli eclissato che di tutte le altre tribù, diffondendo fino ai confini delle steppe.

Gengis Khan che conduce le sue truppe
Ma la sua ambizione principale era ulteriormente: nel 1203 si è rivoltato contro i suoi ex alleati, il keraitos: Toghrul attaccò di sorpresa con il supporto delle tribù dell'est e annientato l'esercito che lo aveva aiutato così tante volte. L'anno seguente diresse la lotta contro il naimanos, turchi della Mongolia occidentale, che hanno vissuto nei Monti Altai. Questa volta il mongol capo ha dato campioni di una rara magnanimità, cercando di facilitare l'attraversamento di entrambi i popoli e ottenere suo assimilare la cultura superiore dei vinti. Ma questo non era il solito standard di condotta, dal mongol che capo ha riunito tutte le caratteristiche dell'affetto guerriero spietato e crudele, per le esecuzioni collettive e distruzione sistematica dei territori conquistati. Con la tua, Temujin era anche implacabile e spietato come la steppa e condizioni atmosferiche terribili. Invariabilmente, ha ucciso tutti coloro che hanno voluto condividere il potere con lui o semplicemente disobbedito.
Tale era il caso di Yamuga, suo cugino e compagno di giochi durante l'infanzia, con cui aveva condiviso il letto nei giorni di avversità e fraternamente condiviso cibo scarso che aveva. Insoddisfatto con il suo ruolo come subordinata, Yamuga piantati lui faccia e, dopo varie schermaglie, si rifugiarono nelle montagne seguite solo da cinque uomini. Un giorno, stanco di fuggire, compagni gettò su di lui, solidamente legata al suo cavallo e lo consegnò a Temujin. Quando i due cugini sono stati trovati, Yamuga Temujin criticato che si trattava di quei cinque criminali che ha osato alzare una mano contro il loro Signore. Riconoscendo la giustizia di tali critiche, Temujin ordinato a sequestrare i traditori e li ha decapitati. Quindi imperterrito, diede ordine che estrangularan al suo amato cugino.

Imperatore universale

Nel 1206, anno della Pantera, quando tutte le tribù della Mongolia alta erano già sotto il suo dominio, Temujin fu nominato Gran Khan, o imperatore degli imperatori, con l'uomo di Gengis. Nel corso di un'importante Assemblea dei capi, Temujin spiegato la sua idea che l'interesse pubblico necessario per nominare un supremo kan , in grado di soddisfare tutta la forza nomade e gettarlo alla conquista della città fantastiche, pianure punteggiate prospera case di aratura e deliziosi porti dove le navi straniere ancorate. Prima l'enumerazione di queste possibilità, la scosso mongoli è l'avidità. Chi potrebbe essere che il leader dei caudillos? Il nome di Temujin, che era già stato acclamato capo di un'importante Confederazione di tribù ed era sia rispettata e temuta, volò da bocca a bocca. Si oppongono la tua idea potrebbe essere pericoloso, e supporto non era consacrare ma uno stato di cose e forse ottenere grande stivaletti.
Al suo fianco, alla cerimonia di incoronazione, erano sua moglie Burte e avevano quattro figli parlando con esso: Yuci, Yagatay, Ogodei e Tuli. Erano gli unici dei loro discendenti che potrebbe ereditare il titolo di Gran Khan, privilegio non raggiungendo a cui avevano avuto con le sue altre mogli (tra cui alcune principesse cinese e persiano), o per il tuo preferito, Chalan, principessa merkita che soleva accompagnarlo nelle sue campagne bellicose. Dopo la sua incoronazione, egli si era circondato di una guardia personale incorruttibile e cominciò ad insegnare che cosa ha capito di disciplina ai suoi vecchi compagni.

La proclamazione di Gengis Khan
Gengis Khan dedicato i suoi sforzi per portare ordine nelle steppe, imponendo una severa gerarchia nel mosaico delle tribù e dei territori che erano sotto il suo dominio. Egli regnò sotto leggi fisse del severo codice mongolo conosciuto come l'uomo di Yasa, è servito come base per le istituzioni civili e militari e organizzato il suo Regno che servono esclusivamente per la guerra. Instillato l'idea di nazione ai suoi sudditi e metterli al lavoro nella produzione di cibo e materiale bellico per il suo esercito, riducendo al minimo le esigenze richiesti dalla vita quotidiana in modo che tutti gli sforzi e le risorse servono a tenere i combattenti.
Con loro si potrebbe creare un vero e proprio stato in armi, in cui ogni uomo, sia in tempi di pace e di guerra, è stato mobilitato da quindici fino a settant'anni. Anche le donne entrarono nell'organizzazione con il suo lavoro, e per questo li ha concesso diritti sconosciuti in altri paesi orientali, ad esempio la proprietà. Questo ordine sociale e politico di ponteggio era destinato alla meta eterna dei nomadi: prendere il controllo dell'impero cinese, dietro la grande muraglia. Prima dell'età di quarantaquattro anni, Gengis Khan aveva già organizzato la sua macchina da guerra formidabile. Tuttavia, se al momento un nemico freccia aveva penetrato da una delle tavole della sua armatura, storia sarebbe non raccolto anche il suo nome, perché le imprese più importanti della sua vita avrebbero avuto luogo da quel tempo.

Ai piedi della grande muraglia

Durante l'anno 1211 Gengis Khan raccolte tutte le loro forze. Egli ha invitato i guerrieri che vivevano da Altai alla montagna Chinggan che hanno presentato al suo accampamento sulle rive del fiume Kerulo. Ad est del suo impero era la Cina, con la sua antica civiltà. L'Occidente, Islam, o l'insieme delle Nazioni che avevano presentato la scia di Maometto. Più a ovest si estendeva Russia, che allora era un conglomerato di piccoli stati ed Europa centrale. Gengis Khan ha deciso al primo attacco di Cina. Nel 1211, attraversò il deserto del Gobi e attraversato la grande muraglia. La maggiore conquista dei mongoli, che li trasformerebbe in una potenza mondiale, stava cadendo. Approfittando di che il paese era in guerra civile, sono andati contro la Cina del Nord, governato dalla dinastia dei Kin, in una serie di campagne che si è conclusa nel 1215 con la presa di Beijing.
Gengis Khan ha lasciato il suo generale dominanza di Mukhali sistematica di questo territorio, e l'anno successivo tornarono in Mongolia per sedare alcune ribellioni di rifugiato parlato di dissidente tribù mongole ai confini occidentali, insieme ad alcune tribù turche. Da lì cominciò la conquista dell'impero musulmano di Karhezm, governato dal sultano Mohamed, che si estendeva dal Mar Caspio nella regione di inferiore e dagli Urali verso l'altopiano persiano. Nel 1220 il sultano morì detronizzato per mano i mongoli, che poi invasero Azerbaidyan e penetrarono nella Russia meridionale, attraversarono il fiume di Dnieper, lungo il Mar d'Azov e raggiunto la Bulgaria, sotto il comando di Subitai. Quando già tutta Europa tremava prima che le orde di invasori, tornarono in Mongolia. Gengis Khan era lì preparando l'attacco finale e definitiva sulla Cina. Nel frattempo, altri eserciti mongoli avevano presentato Corea, spazzato via il Jurasan e inserito il territorio di Harat, Afghanistan, Ghazni e Merv.
In poco più di dieci anni, l'impero era cresciuto a coprire dalle sponde del Pacifico nel cuore dell'Europa, tra cui quasi tutto il mondo conosciuto e più della metà degli uomini che popolata. Karakorum, capitale della Mongolia, era il centro del mondo orientale, e i mongoli minacciati anche per annichilano le forze del cristianesimo. Gengis Khan non aveva mai perso una battaglia, malgrado l'affronto delle Nazioni che avevano forze numericamente molto superiori. È probabile che non si sarebbero mai messo più di duecento mila uomini sul piede di guerra; Tuttavia, con questi padroni di casa relativamente piccole, è polverizzato imperi di molti milioni di abitanti.

Un esercito invincibile

Perché il suo esercito era indistruttibile? Il materiale grezzo di Gengis Khan erano i tatari cavalli e cavalieri. I primi furono in grado di rimanere sui loro cavalli in un giorno e una notte intera, dormito sulla neve se necessario e progredito con pari vigore entrambi quando hanno mangiato come quando aveva un sapore non spuntino. I cavalli potrebbero trascorrere fino a tre giorni senza bere e sapevano di trovare cibo nei posti più improbabili. Inoltre, Gengis Khan fornito suoi soldati da una corazza di cuoio indurito e verniciato e due archi, uno per sparare dal cavallo e altre frecce più pesanti lancio di acciaio, per combattere a distanza ravvicinata. Indossavano anche una razione di cagliata asciutta, corde per archi e cera sostituzione-ago per riparazioni di emergenza. Ci hanno tenuto tutto questo materiale in un sacchetto di cuoio che li serviva, gonfiore per attraversare i fiumi.
Le tattiche distribuita da Genghis Khan erano sempre un modello di precisione. Egli ha posto le sue truppe in cinque ordini, con unità separate da ampi spazi. Truppe di scossa anteriori, formidabilmente armate con spade, Lance e martelli. Per il posteriore, montato arcieri. Queste avanzate al galoppo attraverso gli spazi rimanenti tra i più avanzati, sparando una raffica di frecce. Quando sono arrivati vicino al nemico che lo smantellamento, maneggiando il grosso archi e rilasciato una grandinata di dardi con punta in acciaio. Poi è stata la volta di truppe d'assalto. Dopo la Legione romana e la falange macedone, la cavalleria di tartaro è diventato un esempio unico di arte militare.

Gengis Khan sul campo di battaglia
Ma Genghis Khan potrebbe anche vincere oltre una battaglia senza inviare o un singolo soldato al fronte, utilizzando esclusivamente propaganda. I mercanti della carovana formano la sua quinta colonna, perché attraverso di loro ha assunto i servizi di agenti nei territori che intendeva invadere. Così è venuto per conoscere in dettaglio la situazione politica del paese nemico, ha scoperto che cosa erano scontente fazioni con i re e gestito per provocare guerre intestine. Inoltre ha servito come propaganda per seminare il terrore, ricordando i suoi nemici gli orrori che avevano scatenato nelle nazioni che avevano osato alzarsi ad esso. Presentare o perire, pregò i suoi avvertimenti.
La pratica del terrore era per lui un'efficace procedura di politica. Se resistere è una città, esso era distruggerlo e ha dato la morte a tutti i suoi abitanti. La marcia ha continuato suoi padroni di casa, lasciando una manciata di suoi soldati e di alcuni prigionieri nascosti tra le rovine. Soldati ha poi costretto i prigionieri a camminare per le strade, gridando per il ritiro del nemico. E così, quando i pochi superstiti dello spargimento di sangue siamo usciti fuori i loro nascondigli, erano morte. Infine, per evitare eventuali fingiese morto, hanno tagliato e teste. C'erano le città in cui metà milione di persone ha soccombuto.

Un impero in eredità

Tale era la straordinaria macchina militare che Gengis Khan conquistò il mondo. Nell'inverno del 1227, le truppe mongole, accompagnate da tutti i figli e nipoti di Gengis Khan, intrapresero la marcia verso l'est, di invadere il Regno tangut, in Cina. Quando già, niente poteva salvare le popolazioni del fuoco e la spada, il vecchio Kan è diventato vicino alla fine. Nessuna malattia aveva manifestato in lui, ma sua certo istinto per la morte ha avvertito che era vicino e hanno portato i loro figli per dividere i territori del suo vasto impero: per il più grande, Yuci, erano le steppe dell'Aral e il Mar Caspio; a Yagatay è stata la regione tra Samarcanda e Tufan; Ogodei ottenne la regione est del Lago Baikal; per il bambino meno, Tuli, erano i territori primitivi, vicino Onon.
Gengis Khan morì il 18 agosto 1227, prima di raggiungere la resa cinese. Suo ultimo comando era di non divulgare la notizia della sua morte fino a quando tutti i raccordi avevano raggiunto la loro destinazione e tutti i principi sono stati trovati nei loro accampamenti. Per quarant'anni era il centro del mondo asiatico, che era stato trasformato con le sue guerre e conquiste. La tribù mongole ora erano un popolo robusto e disciplinato, con generali e strateghi di talento istruito nella vostra scuola. Dopo la sua morte, il rotolo di mongolo enorme seguito frantumazione popoli e nazioni. Suoi successori dominati in tutta l'Asia, penetrato ulteriormente in Europa e sconfissero gli ungheresi, polacchi e tedeschi. Più tardi, l'Impero decaduto fino a scomparire. I mongoli sono oggi un insignificante gruppo di tribù nomadi, e Karakorum giace sepolta sotto le sabbie mobili del deserto del Gobi. Anche il nome della città è stato cancellato dalla memoria del popolo.

Cronologia di Chinggis Khan

1167Nacque nei pressi del fiume Onon in Mongolia. Il padre Yesugei, era il capo della tribù del kiutes.
1176Egli sposa Burte, che avrebbe avuto quattro figli.
1180Morte di suo padre. Prigioniero è presa da taieschutos, una tribù guidata da Tartugai, ma riesce a fuggire.
1188Riesce a radunare un esercito di 13.000 uomini con quella sconfitta Tartugai.
1196Fu eletto re dei Mongoli.
1202Sconfiggere i tatari.
1203Rompe la sua alleanza con il keraitos, che annienta e battere il naimanos.
1206È nominato Gran Khan o imperatore universale in un'Assemblea di capi mongolo.
1211-15Si concentra le sue forze in Karakorum e inizia la conquista della Cina del Nord, che è completato con la caduta di Pechino (1215).
1219È fatto con l'impero musulmano Karhezm e spazza di Bukhara e Samarcanda.
1226Iniziò una campagna contro il Regno cinese dei Tangut.
1227Prevedendo la sua morte, divise l'impero tra i suoi quattro figli e morì nel Ningxia (Cina) senza completando la conquista della Cina.

Gengis Khan e l'impero mongolo

I mongoli

Il popolo mongolo sono stato situato nel nord-ovest della Cina, in tornio al lago Baikal e il massiccio di Altai. Divisi in tribù di pastori nomadi che trashumaban con le loro automobili e negozi rimovibile dietro le loro greggi, mentre altri gruppi erano impegnati nella caccia nella taiga siberiana, i mongoli effettuati frequenti interni scontri per il controllo dei territori dei pascoli e la caccia, il rapimento delle donne da altri clan (per mantenere esogamia e poligamia ed evitare il pagamento di una leadership forte al padre della fanciulla). Il carattere bellicoso di queste persone non hanno favorito la sua stabilità.
Loro struttura sociale, fortemente gerarchica, riflette la predominanza delle caratteristiche militari: circa l'intera classe di guerrieri rosa un'aristocrazia che era il leader della minoranza e che era responsabile per l'elezione del capo della tribù. Occasionalmente, ha scelto un capo supremo del popolo mongolo, vale a dire, Gran Khan. Magnifici cavalieri, abili arcieri, instancabile e crudele, i mongoli non avevano avuto contatti con civiltà superiori e le loro credenze appena superano il livello dello sciamanismo: cielo, terra e i geni che abitano le acque e fuoco culto, venerazione dagli antenati, offerte di cibo e, eccezionalmente, sanguinosi sacrifici di animali e persone.

La gestazione dell'Impero

Questa rivalità disparati e interno, mondo circondato dagli imperi ostili (kara-jitan ovest, uiguri e Tangut del Si-Hia nel sud, il jurchen in Oriente), è stata unificata e attribuite alla sua competenza dal capo di uno dei clan: Temujin, a partire dal suo piccolo territorio e con grande tenacia, è riuscito a dominare tra 1198 e 1206 diverse tribù in Mongolia ed essere proclamato sovrano del paese da un'Assemblea generale di teste essa gli ha conferito il titolo di Gengis Khan. Assicurato la sua autorità e formato i tratti di uno stato nascente, Gengis Khan ha lanciato il suo popolo a una politica di espansione a scapito degli Stati sedentari circostanti, politica volta non il raggiungimento di bottino, ma la conquista permanente del loro territorio e la formazione di un grande mongol Empire.

Gengis Khan
Le prime campagne diretta verso est contro Si-Hia Unito di tangut e Impero cinese del nord di jurchen; da questi, Gengis Khan è stato lanciato contro il Regno dei kara-jitan nel Turkestan orientale. Così, era riuscito a controllare tutte le steppe asiatiche principali e aveva un'enorme forza di essere rinforzato l'esercito mongolo con truppe fornite da popoli soggetti. A quanto pare, Gengis Khan non aveva alcuna intenzione di entrare in conflitto con i turchi sultanati del sud del suo impero (risultato della disgregazione del califfato di Baghdad) e in un primo tempo lo sforzo per mantenere la buona politica e relazioni commerciali con questi paesi vicini.
Ma l'attacco ad una carovana mongola e omicidio dei suoi componenti dai turchi di Kahrezm alterato questi progetti e ha avviato un periodo di guerre e spedizioni, nel corso della quale sono state rase città e campi di Transoxiana, Iran e Afghanistan, uccisero i suoi abitanti in massa e interrotto le attività agricole e commerciali. Alcuni distaccamenti mongoli ha raggiunto il Mar Caspio e saccheggiarono il Regno cristiano della Georgia e Russia meridionale. Gengis Khan tornò in Mongolia e nel 1226, fatto la sua ultima campagna contro il Regno tangut del Si-Hia, che si era ribellato, morendo nel corso della stessa (1227).

I successori di Gengis Khan

Il vasto impero forgiato da Gengis Khan è distribuito tra i quattro figli sostenuti da sua moglie principale, anche se il titolo di Gran Khan è caduto nel terzo di questi, Ogodei, che, in questo modo, esercitare il comando supremo sui vari principati o khanati.

Ogodei
Durante il Regno di Ogodei continuato conquiste mongolo in Cina, dove il controllo dell'Impero dal nord dei Kin che culmina nel prendere la capitale, Kaifeng. Inoltre ha cominciato i primi attacchi contro l'impero meridionale della canzone, Iran, diventano indipendenti dopo la morte di Gengis Khan, è ripreso e consolidato il predominio del sud della Russia con la creazione del Khanato dell'Orda d'oro. La sua capitale, Sarai, è diventato un grande mercato internazionale, dove i veneziani e genovesi hanno acquistato prodotti da est, che sono state trasportate da carovana che ha viaggiato in tutta l'Asia. Dal sud della Russia, i mongoli sottoposta a saccheggio e tributo ai principati russi di Kiev e Mosca e fatto ripetuti saccheggi su Polonia, Slesia, Ungheria e Dalmazia, anche se la morte di Ogodei salvato l'Europa dal pericolo mongolo.
Il Regno di Ogodei è anche il momento dell'organizzazione dell'Impero, in che ha seguito i primi passi avevano dato suo padre. Si stabilì su un capitale fisso, Karakorum ed è stabilito la sua corte e amministrazione, con i servizi di cinese e soprattutto Uiguri, cui lingua e scrittura erano correnti nei documenti ufficiali. Il sistema fiscale che garantito il mantenimento della pubblica amministrazione è stato regolarizzato doppia basato su una tassa territoriale di scala mobile, a seconda della qualità del suolo e il risultato dei raccolti e una tassa sulle transazioni commerciali. L'esercito è stato articolato in unità di dieci anni (decenni, centinaia e reggimenti) e dotato di nuove armi prelevati dal cinese. Un efficace servizio di BBS e post consentito connettersi rapidamente i punti più lontani dell'Impero.

L'impero mongolo nel momento di massima espansione
Con Mongka (1251-1259), l'impero mongolo raggiunse il suo picco territoriale; Mentre il proprio Kan iniziò la conquista sistematica dell'impero cinese nella canzone, Hulagu suo fratello stava distruggendo il Califfato di Baghdad e controllato la Siria, anche se non poteva continuare in Egitto: i Mamelucchi sconfissero i Mongoli a Ain Yalut ed è riuscito a recuperare anche Siria, approfittando del ritiro della maggior parte dell'esercito mongolo.

Kubilai Khan e la frammentazione dell'Impero

Il successore di Mongka, Kubilai Kan (Qubilay Kan) ripudiò la affari dell'Asia occidentale e concentra tutti i suoi sforzi su completando la conquista della Cina del sud, obiettivo raggiunto tra 1276, l'anno della realizzazione di Hangz Hou e 1279, data in cui l'ultima resistenza della canzone è stato liquidato. Kubilai, che aveva riunito dappertutto Cina, spostò la capitale del suo impero a Pechino (Kanbalic o "Città Kan") ed era considerato il successore del 22 cinese, inaugurando dinastie che avrebbero portato il nome di Yuan. Come erede agli imperatori cinesi, ha sostenuto l'omaggio degli Stati dell'Estremo Oriente (Corea, Indocina, Birmania) e tentarono di invadere il Giappone senza successo in due occasioni.

Kubilai Kan
Il Regno di Kubilai coincide con un periodo di prosperità che, in gran parte, è conosciuto grazie ai racconti del veneziano Marco Polo, che ha vissuto in Cina tra il 1271 e il 1291. Attività commerciale, favorita dalla pace, potrebbe sfruttare il grande spazio commerciale creato in mongol Empire, e i contatti con l'Occidente hanno proliferato non solo nelle regioni di frontiera, ma anche nel cuore dell'Impero, fino a quando non ha raggiunto i mercanti europei, per lo più italiani. Relazioni tra cristianità occidentale e mongol che Empire aveva iniziato anni fa, quando il papato inviato Juan Pian Carpini, nel 1246 e San Luis de Francia per il francescano Guillermo Rubruck, nel 1254, al fine di stabilire un'alleanza contro l'Islam. Anche se non è riuscito, è di stabilire relazioni commerciali che sarebbero state tenute a lungo.
A questo punto, tuttavia, l'impero mongolo era già segni di decomposizione. I khanati di Persia e l'Orda d'oro goduto autonomia di fatto di azione, mentre, nel proprio Mongolia, Kubilai ha dovuto presentare diverse sollevazioni dei discendenti di Gengis Khan. Il sinicization del Gran Khan e la sua concentrazione negli affari cinesi lo ha portato a preoccuparsi per il resto dell'Impero. La morte di Kubilai era consumato la frammentazione dell'impero mongol, e ogni entità risultante ha avuto un'evoluzione diversa.
L'Impero Yuan è rimasto fino al 1368, in cui una reazione nazionalista cinese ha dato potere di Ming; il Khanato di Persia, conquistati dalla cultura iraniana e completamente Islamised dalla fine del XIII secolo, è durato fino al 1335; l'Orda d'oro, indebolito dagli attacchi Tatars Tamerlan tra 1385-1395, non poteva mantenere il controllo dei territori russi o per affrontare con successo i movimenti nazionalisti e al 1420 si è disintegrato in parecchi più piccoli khanati, uno dei quali è sopravvissuto in Crimea fino al XVIII secolo, ma non qualsiasi protuberanza.

  Biografie di personaggi famosi nella storia e celebrità
Biografie di personaggi famosi e storici

RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata