Biografia di Frida Kahlo | Pittore messicano.

(Magdalena Carmen Frida Kahlo; Coyoacan, Messico, 1907 - ID, 1954) pittore messicano. Anche se spostato nell'ambiente dei grandi muralisti messicani del loro tempo e condiviso i suoi ideali, Frida Kahlo ha creato un pittura molto personale, ingenuo e profondamente metaforico allo stesso tempo, deriva la sua sensibilità esaltato e diversi eventi che hanno segnato la sua vita.

Frida Kahlo
Diciotto Frida Kahlo ha subito un grave incidente che la costrinse ad una lunga convalescenza, durante il quale imparò a dipingere e con ogni probabilità che hanno influenzato la formazione del complesso mondo psicologico che si riflette nelle sue opere. Nel 1929 sposò muralista Diego Rivera; tre anni dopo ha subito un aborto spontaneo che ha interessato la sua delicata sensibilità nel più profondo e ispirato a due delle sue opere più apprezzate: Henry Ford Hospital e Frida e l'aborto, la cui complessa simbologia è conosciuto dalle spiegazioni del pittore proprio. Sono anche molto apprezzato i suoi autoritratti, anche di complessa interpretazione: Autoritratto con scimmie o il due Fridas.
Quando André Breton ha incontrato l'opera di Frida Kahlo, ha detto che il messicano era un surrealista spontaneo e l'ha invitata ad esporre a New York e Parigi, la città è l'ultimo in cui non è stato un grande successo. Frida mai feltro nelle vicinanze al surrealismo e alla fine dei suoi giorni apertamente rifiutato che sua creazione artistica è stato incorniciato in quel filone.

Accanto alla sua foto le due Fridas
Nella sua ricerca delle radici estetiche del Messico, Frida Kahlo realizzato splendidi ritratti di bambini e opere ispirato l'iconografia messicano prima della conquista, ma essi sono tessuti che si concentrano su se stessa e la sua vita ricca di eventi che sono diventati una figura di spicco della pittura messicana del XX secolo.
L'opera di Frida Kahlo
Produzione dell'artista messicano è un esempio di questo tipo di arte che serve come un potente strumento per esorcizzare l'angoscia di una realtà ostile. Il segno tragico della loro esistenza, caratterizzata dalla lotta contro la malattia, aveva iniziato quando all'età di sei anni ha contratto una polio che lo lasciò con conseguenze importanti. Nel 1925 ha sofferto un incidente stradale grave che fratturato la sua colonna vertebrale e del bacino. Inoltre per precludere lo avere figli, l'incidente è stato la causa di molte operazioni future e un sempre precarie condizioni di salute.
Attraverso la pittura, che ha iniziato a praticare nei lunghi mesi di immobilità dopo l'incidente, Frida Kahlo rifletterebbe di forma superba la collisione tra loro anelito alla felicità e alla persistente minaccia della sua distruzione, mentre evocava il dualismo irriducibile tra sogni (d'amore, bambini) e realtà (dolore e impotenza).
Durante la convalescenza dell'incidente, senza potere o anche fondersi, cominciò a dipingere se stessa prendendo come modello principale. Hanno messo uno specchio sotto il baldacchino del letto e un falegname lo ha reso una sorta di cavalletto che gli ha permesso di dipingere stando sdraiati. Questo fu l'inizio di una lunga serie di autoritratti, soggetto che occupa la maggior parte della sua produzione, principalmente autobiografico. Una volta disse: "ritratto me stesso perché ho trascorso molto tempo da solo e io sono la ragione per cui che conosco meglio." In breve tempo, Frida ha sviluppato un vocabolario simbolico; con esso ha accompagnato i suoi ritratti per rappresentare metaforicamente le loro esperienze e i loro pensieri.

Autoritratto con scimmie (1943)
Influenzato dalle idee di rivendicazione dell'identità che ha propagato il nazionalismo rivoluzionario, Frida vestiti gonne lunghe messicano, scimmie intrecciati con nastri di colori e pre-colombiane collane e orecchini. Così troviamo in Autoritratto come un Tehuana (1943, collezione Natasha Gelman, città del Messico), rappresentato come "autentica" cucina messicana e sottolineando le sue caratteristiche di meticcio (aveva sangue indiano, tedesco e spagnolo). Prodotto di quella stessa ideologia nazionalista sono i fondi di alcune delle sue opere come l' Autoritratto con scimmie (1943, collezione Natasha Gelman, città del Messico), in cui apparsa la figura ritagliata su piante della giungla e circondato da animali, o coloro che prende le immagini della cultura pre-colombiana, come me e mia nonna (1937, collezione Dolores Olmedo, città del Messico).
Altre volte, come nella autoritratto - quadro (1938, Museo Nazionale d'arte moderna, centro Georges Pompidou, Parigi), si ispira l'immaginario popolare e molto specificamente le pale d'altare caricato quello ingenuo così specificamente messicano e barocco colorato che combina vividamente spettacolare con lo scatologico.
Una delle più comuni forme di arte popolare messicana sono ex-voto. Frida si collega a questa tradizione sua narrativa di sviluppo di immagini a che rappresentano gli elementi più significativi della forma sintetica e onere espressiva. Le piccole dimensioni delle immagini e la tecnica (olio su lastra di metallo) viene anche da loro.

Henry Ford Hospital (1932)
Questa fusione tra il tema personale e le forme dell'immaginario popolare si esprime in forma simbolica nell'opera di Henry Ford Hospital (1932, collezione Dolores Olmedo, città del Messico). Nonostante l'incidente, Frida sperava che la sua seconda gravidanza è venuto a compimento, ma suo bacino fratturato non poteva trarre beneficio di uno sviluppo del bambino. L'esperienza traumatica di un nuovo aborto fu l'origine dell'immagine.
L'adozione di forme narrative di ex-voto ha il miglior esempio in un pezzo intitolato pala d'altare (1943, collezione privata). Frida aveva trovato un ex voto raffigurante lo scontro tra un treno e autobus; una ferito la ragazza pone sulle tracce e l'immagine della Virgen de los che Dolores svolazzavano sopra la scena. Aggiunta alla ragazza le sue proprie sopracciglia e poche etichette al treno e bus, la trasformò nella rappresentazione del suo incidente. Nella parte inferiore ha scritto: "mariti c. Guillermo Kahlo e Matilde Kahlo rendere grazie alla Vergine de los Dolores per salvare sua figlia Frida dell'incidente che ha avuto luogo nel 1925 at all'angolo tra Cuahutemozin e Calzada de Tlalpan."

Pala d'altare (1943)
Dopo aver superato alcune gravi crisi di salute e in modo identico come credenti fare i Santi della devozione, Frida ha mostrato i medici apprezzamento attraverso dipinti che seguono rigorosamente convenzioni degli ex-voto. Esempi di questo sono le opere dedicate al Dr. Eloesser e medico Farill.
Ma non solo la malattia era causa di disordini e metafora dei suoi dipinti; le battute d'arresto della sua vita emotiva erano anche a tema in immagini che sono raffinata sintesi simbolica. A cuore (1937, collezione Michel Petitjean, Parigi), l'assenza delle mani esprime l'impotenza e disperazione prima il groviglio di amore tra Diego Rivera e sua sorella Cristina. Il tuo cuore, letteralmente avviato, si trova ai suoi piedi e ha una dimensione enorme che riflette l'intensità del loro dolore. Accanto ad essa, un abito femminile, riferendosi alla sorella, si blocca su un thread, mentre le maniche è un singolo braccio che collega e un bastone attraverso il foro che ha fermato il cuore.

Il cuore (1937)
Frida e Surrealismo
L'aspetto onirico delle sue immagini promosso simbolismo legata al Surrealismo, qualcosa che Frida Kahlo avrebbe negato categoricamente: "ho preso per un surrealista. "Questo non è corretto, non ho mai dipinto sogni, che ho rappresentato era la mia realtà."

Frida Kahlo e Diego Rivera
Frida non solo ha respinto la natura surreale della sua pittura, ma ha professato una profonda avversione per i rappresentanti del movimento. Egli aveva conosciuto a Breton in Messico nel 1938 e l'anno seguente ha trascorso alcuni mesi a Parigi, dove ha avuto l'opportunità di venire a contatto con gli altri surrealisti. Parere che lo meritavano l'espresso sfrenato in una lettera che ha scritto da lì a Nicolas Muray: "non potete immaginare la joputas che sono questo popolo;" mi fanno vomitare. Sono così dannatamente intellettuale e degenerare, che già non posso stare li più."
Rappresentazioni da sogno o automatismo psichico dei surrealisti, molti simboli introdotti nei suoi dipinti da Frida Kahlo hanno significati precisi e sono il prodotto di attività cosciente. Suo lavoro proviene e proviene da un'indagine in corso su se stessa ed esprime stati d'animo con precisione e delibera, materializzando le oscillazioni tra sofferenza e speranza. La natura simbolica della sua pittura dà pista di veemente espressione di una personalità passionale, che l'arte è sfida e combatte, lotta violenta contro la malattia, ma anche ritrarre ripiegate verso la sua auto all'interno e impronta del doloroso riconoscimento della loro identità malconcio.
 Biografie di personaggi famosi nella storia e celebrità
Biografie di personaggi famosi e storici