Biografia di Alexander Fleming | Alexander Fleming e la penicillina

Eminente batteriologo scoprì la penicillina semicasual modo. Era l'inizio degli antibiotici e la medicina moderna.
Alexander Fleming era Nato il 6 agosto 1881 a Lochfield, Gran Bretagna, in una famiglia di contadini alla vega scozzese. Era il terzo di quattro figli tenuto risposati da Hugh Fleming, che morì quando Alexander aveva sette anni, lasciando alla vedova alla cura del ranch di famiglia con l'aiuto del più grande dei suoi figliastri. Fleming ha ricevuto, fino al 1894, una formazione abbastanza rudimentale, ottenuta con la difficoltà, che tuttavia sembra avere estrarre il gusto di osservazione dettagliata e il modo più semplice che sarebbe più tardi lo caratterizzano.
Completato l'età di tredici anni, si trasferisce a vivere a Londra con un fratellastro che lavorava lì come un medico. Ha completato la sua formazione con due corsi presso il Politecnico di Regent Street, poi utilizzato negli uffici di un'azienda di trasporto. Nel 1900 si unì al reggimento scozzese di Londra con l'intenzione di partecipare alla Guerra dei boeri, ma ciò si è conclusa prima che arrivasse la sua unità per imbarcarsi. Tuttavia, il suo gusto per la vita militare lo ha portato a rimanere aggiunto al suo reggimento, prendendo parte nella prima guerra mondiale come ufficiale nella Royal Army Medical Corps in Francia.

Alexander Fleming
All'età di vent'anni, l'eredità di una piccola eredità lo ha portato a studiare medicina. Ha vinto una borsa di studio alla St. Mary completo Hospital Medical School di Paddington, istituzione che, nel 1901, iniziò una relazione che doveva durare tutta la sua vita. Nel 1906 si unì la squadra di sir bacteriologist Almroth Wright, con il quale è stato associato per quarant'anni. Nel 1908 si laureò, ottenendo la medaglia d'oro dell'Università di Londra. Nominato professore di batteriologia, nel 1928 divenne professore, ritirarsi come emerito nel 1948, anche se la direzione dell'Istituto di microbiologia di Wright-Fleming, fondata in suo onore e quello del suo ex maestro e collega che mantenne fino al 1954.
Carriera di Fleming è stato dedicato all'indagine delle difese del corpo contro le infezioni batteriche. Il suo nome è associato con due importanti scoperte: lisozima e penicillina. Il secondo è, di gran lunga, il più famoso e anche più importante da un punto di vista pratico: entrambi sono, tuttavia, legate alla vicenda, dal momento che il primo aveva la virtù di messa a fuoco su sostanze antibatteriche che possono avere qualche applicazione terapeutica.
Fleming scoprì il lisozima nel 1922, quando fu rivelato che il naso che cola possedeva il potere di sciogliere alcuni tipi di batteri. Si è rivelato una volta che il potere dipendeva da un enzima attivo, lisozima, presente in molti tessuti del corpo, anche se di attività limitata da ciò che si riflette per gli organismi patogeni che causano malattie. Nonostante questa limitazione, il ritrovamento è stato rivelato molto interessante, dal momento che ha mostrato la possibilità di che ci sono sostanze che sono innocue per le cellule del corpo, sono letali per i batteri. A seguito delle indagini svolte da Paul Ehrlich trent'anni prima, medicina era già dopo un risultato di questo tipo, anche se ottenuti successi erano stati molto limitati.
La scoperta della penicillina, una delle più importanti acquisizioni di terapeutica moderna, ha avuto origine in un'osservazione fortuita. Nel settembre 1928, Fleming, durante uno studio sulle mutazioni di alcune colonie di stafilococchi, trovato che una delle colture era stati accidentalmente contaminata da un microrganismo dall'aria esterna, un fungo successivamente identificato come Penicillium notatum. Sua completezza lo ha portato a osservare il comportamento del raccolto, notando che intorno alla zona iniziale di contaminazione, stafilococchi erano stata resa trasparenti, fenomeno che Fleming interpretato correttamente come un effetto di una sostanza anti-batterica secernuto dal fungo.
Una volta isolato questo, Fleming ha saputo sfruttare le limitate risorse disponibili per mostrare le proprietà di questa sostanza. Così, ha trovato che una coltura pura del brodo fungo guadagnato, in pochi giorni, un notevole livello di attività antibatterica. Ha fatto diverse esperienze che mirava a stabilire il grado di suscettibilità ad una vasta gamma di batteri patogeni brodo, notando che molti di loro sono stati distrutti rapidamente; iniettando la cultura nei conigli e nei topi, ha mostrato che era innocuo per leucociti, ciò che costituiva un indice affidabile di chi dovrebbe essere innocuo per le cellule animali.
Otto mesi dopo la loro prime osservazioni, Fleming ha pubblicato i risultati in un report che è oggi considerato un classico sull'argomento, ma che al momento non ha avuto molta risonanza. Mentre Fleming colto l'importanza del fenomeno dell'antibiosi aveva scoperto fin dall'inizio (anche molto diluite la sostanza antibatterica potere lontano superiore a posseduto il così potente come antisettici acido fenico), penicillina ha ancora 15 anni per diventare l'agente terapeutico universale che doveva diventare.
Le ragioni di questo ritardo sono molteplici, ma uno dei fattori più importanti che hanno determinato era l'instabilità della penicillina, convertendo la sua purificazione in un processo estremamente difficile per le tecniche chimiche disponibili. La soluzione al problema è venuto con le indagini sviluppate a Oxford dal team che ha diretto il patologo australiano H. W. Florey e il chimico tedesco e. B. Chain, cercò rifugio in Inghilterra, che, nel 1939, ottenne un sussidio importante per lo studio sistematico delle sostanze antimicrobiche secernuto dai microorganismi. Nel 1941 furono i primi risultati soddisfacenti con pazienti umani. La situazione della guerra determinata che siano essi destinati allo sviluppo del prodotto abbastanza importante per quanto riguarda le risorse che già nel 1944, tutti i feriti gravi nella battaglia di Normandia potevano essere trattati con penicillina.
Con un certo ritardo, fama raggiunse infine Fleming, che fu eletto alla Royal Society nel 1942, ricevette il titolo di Signore, due anni dopo, e infine, nel 1945, Nobel condiviso con Florey e Chain award. Morì a Londra il 11 marzo 1955.

Cronologia di Alexander Fleming

1881Nato a Lochfield, in Gran Bretagna.
1906Ha iniziato a lavorare nell'ospedale di Santa Maria a Londra.
1921Scopri le proprietà inibitorie di lisozima.
1928Fu nominato professore presso l'Università di Londra.
1928Scoprite la penicillina.
1942Primo trattamento con penicillina responsabile H. W. Florey.
1945Ottiene il premio Nobel della medicina, con H. W. Florey ed e. B. Chain. Pubblicò la sua opera la penicillina, le sue applicazioni pratiche.
1955Muore a Londra.

Alexander Fleming e la penicillina

Il britannico bacteriologist Alexander Fleming deve la sua fama alla scoperta della penicillina, un antibiotico che ha rivoluzionato la medicina moderna. Uso di questa sostanza permette di trattare varie malattie che, fino al XX secolo, erano considerati come inguaribili.

Alexander Fleming
Dovrebbe essere riconosciuto che il fatto che è possibile utilizzare la penicillina al giorno d'oggi non è solo Fleming, ma piuttosto era il risultato degli sforzi di diversi ricercatori. Britannico bacteriologist scoperto l'antibiotico nel 1928, per studiare una coltura di batteri che presentano un stato di Lisi a causa di contaminazione accidentale da un fungo. La propria Fleming è stata commissionata, con l'aiuto di un micologo studiando il fungo, che è stato assegnato il nome di penicillina. Tuttavia, erano il medico australiano Florey ed Ernst Boris Chain tedesco biochimico chi ha iniziato un'indagine dettagliata e sistematica degli antibiotici naturali e che promosse l'uso produzione e medica di penicillina.

Fleming nel suo laboratorio
Penicillina cominciò ad essere utilizzato su vasta scala nella seconda guerra mondiale, dove il suo valore terapeutico era evidente. Da allora, utilizzato con grande efficacia nel trattamento contro molti germi infettivi, soprattutto delle noci di cocco; in questo senso, è stato estremamente utile per combattere le malattie come la gonorrea e la sifilide.
Infatti, la penicillina ha iniziato l'era degli antibiotici, sostanze che hanno permesso di aumentare i tassi di aspettativa di vita in tutto il mondo. Infatti, il modello di preparazione di antibiotici deriva da penicillina. Allo stesso modo, la relativa semplicità del nucleo della struttura di questa sostanza, come pure la facilità di sostituzioni nelle estremità radicale, hanno permesso che, al giorno d'oggi, sono numerose le penicilline sintetiche o semisintetiche.
  Biografie di personaggi famosi nella storia e celebrità
Biografie di personaggi famosi e storici