Biografia: Benazir Bhutto | Politica pakistana

(Karachi, 1953 - Rawalpindi, 2007) Politica pakistana. Combatté contro il regime militare nel suo paese e divenne il primo leader di donna del mondo musulmano, a essere scelto primo ministro della Repubblica del Pakistan nel 1988, carica che ha giocato dal 1988 al 1990 e poi dal 1993 al 1996, dopo essere stato reeligida. Sfrattati dal potere sotto accuse di corruzione, nel 2007, è tornato al suo paese dopo un lungo esilio e ha presentato la sua candidatura per le elezioni del 2008, ma e ' stata uccisa durante la campagna elettorale.

Benazir Bhutto
Figlia di Zulfikar Ali Bhutto, Presidente della Repubblica del Pakistan ha respinto nel 1977 dopo il colpo di stato militare dal generale Zia ul-Haq e più tardi condannato a morte e giustiziato, Benazir ha studiato scienze politiche all'Università di Harvard e Oxford. Sua vocazione politica si è sviluppata dopo il licenziamento del suo padre, e nel 1979 tornò in Pakistan per combattere per il ripristino della democrazia. Ella rimase detenuta fino a quando nel 1984, è costretta a lasciare il paese e andare in esilio a Londra, dove rimase una costante denuncia della dittatura militare e dirige il partito del Pakistan (PPP del popolo).
Tornò nel 1986, quando sollevato la legge marziale; Benazir Bhutto poi organizzato il movimento per il ripristino della democrazia e ha sviluppato una politica di massa mobilitazione affrontato apertamente il dittatore; sua personalità ha assunto una dimensione internazionale. Nel 1988 ha sposato il proprietario terriero Asif Ali Zardari.
Nello stesso anno, dopo la morte del generale Zía in un misterioso incidente aereo, ha vinto un trionfo relativo alle elezioni con il partito popolare, ma abbastanza per essere eletto primo ministro. Tuttavia, ha avuto l'opposizione dei partiti religiosi, che non è stato ammesso che una donna era incaricato del governo e che in definitiva si è conclusa con il suo mandato. Nel 1990 è stato rimosso, accusato di corruzione, il dispotismo e inefficacia politica.
Elezioni anticipate nel mese di ottobre 1990 ha conseguito la vittoria coalizione islamica Alleanza democratica (IJI), e Nawaz Sharif è diventato primo ministro. Ghulam Ishaq Khnan è stato eletto nuovo presidente. Nel 1993, dopo un anno deportati a Karachi ed è stato rieletto alla carica di primo ministro della Repubblica del Pakistan, Benazir Bhutto torna alla vita politica.
Rimosso nel 1996 e condannato al carcere per corruzione nel 1998, provvedimento che è stato rovesciato, è autoexilió nel 1999 negli Emirati Arabi Uniti, dove ha incontrato una nuova frase di tre anni. Con il tacito consenso del Presidente Pervez Musharraf, era in grado di tornare in Pakistan nell'ottobre 2007 e ha presentato la sua candidatura per le elezioni che erano si terrà a gennaio 2008; Tuttavia, settanta giorni dopo il suo ritorno, e ' stata uccisa durante un comizio politico del suo partito, il 27 dicembre 2007.
Biografie di personaggi famosi e storici