Passa ai contenuti principali

Alberi che crescono nei mobili | Immagini impressionanti.

Una società britannica mobili chiamata pieno cresciuto, iniziato da designer di mobili Gavin Munro, non prendete legno e trasformarli in mobili. Loro crescono sugli alberi. Loro mobili bizzarro Agriturismo si trova in un campo di un ettaro a Wirksworth, circa 24 km a nord di Derby, dove Mr. Munro sta attualmente crescendo righe su righe di tavoli, sedie e paralumi che egli spera di raccogliere in un paio di anni. Tecnica di Mr. Munro si trova nel persuadere con le lusinghe i giovani alberelli di salice, querce, alberi di sicomoro e cenere ad assumere la forma di qualsiasi arredamento addestrandoli a svilupparsi lungo percorsi predefiniti. Questo si ottiene utilizzando stampi per materie plastiche e attraverso anni di potatura, la ceduazione e l'innesto. Il prodotto finale è una sedia o un tavolo o un paralume che è stato coltivato da un unico, solido, giunto-meno pezzo di legno.

Munro ha sviluppato la sua idea fin dall'infanzia, quando, come un giovane ragazzo che gioca nel giardino, Gavin ha notato un albero dei bonsai invaso che aveva l'aspetto distinto di una sedia. Più tardi, Gavin ha dovuto subire diverse operazioni per raddrizzare la spina dorsale. Ha dovuto indossare un telaio metallico e sedersi ancora per lunghi periodi di tempo, in attesa di suo innesto osseo guarire. "Che ha fatto pensare l'innesto e come cose bastone insieme."
Anni più tardi, dopo la laurea in progettazione di mobili a Leeds, Gavin ha ricordato l'albero dei bonsai ha visto il giardino di sua madre e ho realizzato che aveva più senso coltivare gli alberi direttamente negli oggetti.
"Quando si guarda da un punto di vista produttivo e dal punto di vista del design, ha effettivamente senso totale. Perché vorrei far crescere alberi, li abbattere con tutti i faff? Perché non ti fai crescere la forma desiderata ed è eminentemente scalabile? È possibile effettuare migliaia di questi nello stesso modo come si può fare 10, ma ognuno è unico,"ha detto Munro.

Un singolo albero in crescita in una sedia completa prende ovunque tra quattro a otto anni. "Si avvia da formazione e potatura giovane albero rami che crescono sopra formatori appositamente realizzati. In alcuni punti che abbiamo poi li innesto insieme affinché l'oggetto cresce un pezzo solido – sono interessato in modo che questo è come un organico stampa 3D che utilizza aria, terra e sole come i materiali di origine. Dopo si è sviluppato nella forma che vogliamo, noi continuiamo a curare e nutrire l'albero, mentre esso si addensa e matura, prima della raccolta e in inverno e poi lasciare che stagione ed a secco. Quindi è una questione di pianificazione e finitura per mostrare fuori il legno e all'interno del grano".
Tecnica di Gavin non è univoco. Albero che modella è stata praticata per almeno diverse centinaia di anni, come dimostrato da vivere ponti radice costruito dal popolo di guerra-Khasi antico della regione Cherrapunjee in India. Gli antichi greci e gli egiziani crebbero sgabelli e i cinesi scavato buche e li riempì con rocce a forma di sedia e si è sviluppato le radici dell'albero attraverso le lacune. Designer contemporanei includono artisti Peter Cook e Becky Northey, che chiamano il loro lavoro "Pooktre", arboricoltore Richard Reames, che ha coniato il termine "arborsculpture" e mobili designer Chris bovini, che usa la frase "mobili dell'adulto".
Gavin Munro è attualmente tendente un raccolto di circa 400 pezzi di mobili che saranno raccolte alla fine del prossimo anno e venduto nel 2017. Sedie saranno al prezzo di £2500 mentre paralumi sarà tra 1.000 £ e £1.500, mirati alle persone che sono alla ricerca di un pezzo d'arte unico. Quando pieno cresciuto ha scalato anni produzione a centinaia e migliaia di unità in futuro, i prodotti saranno venduti a prezzi più convenienti, ha detto.









Fonti: il guardiano / australiano / NOTCOT tramite Avax News
Pubblicato per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…