Accostiamoci a Geova: Studio con testi biblici | Settimana del 20 Luglio

Studio biblico di congregazione | Informazioni di studio per il libro: Accostiamoci a Geova

cl cap. 27 §§ 19-22, riquadro a p. 279 (30 min)

“Diverranno raggianti per la bontà di Geova”


19, 20. (a) In che modo Satana cercò di minare la fiducia di Eva nella bontà di Geova, e con quale risultato? (b) Che effetto dovrebbe giustamente avere su di noi la bontà di Geova, e perché?


19 Quando tentò Eva nel giardino di Eden, Satana iniziò minando insidiosamente la sua fiducia nella bontà di Geova. Geova aveva detto ad Adamo: “Di ogni albero del giardino puoi mangiare a sazietà”. Fra tutte le migliaia di alberi che dovevano abbellire quel giardino, solo uno era stato proibito da Geova. Eppure notate come formulò Satana la prima domanda che rivolse a Eva: “È realmente così che Dio ha detto, che non dovete mangiare di ogni albero del giardino?” (Genesi 2:9, 16; 3:1) Satana distorse le parole di Geova per indurre Eva a pensare che Geova trattenesse qualcosa di buono. Purtroppo la tattica funzionò. Eva, come moltissimi uomini e donne dopo di lei, cominciò a dubitare della bontà di Dio, che le aveva dato tutto.
Genesi 2:9 Così Geova Dio fece crescere dal suolo ogni albero desiderabile alla vista e buono come cibo e anche l’albero della vita nel mezzo del giardino e l’albero della conoscenza del bene e del male.
Genesi 2:16 E Geova Dio impose all’uomo anche questo comando: “Di ogni albero del giardino puoi mangiare a sazietà.
Genesi 3:1 Ora il serpente mostrò d’essere il più cauto di tutte le bestie selvagge del campo che Geova Dio aveva fatto. Diceva dunque alla donna: “È realmente così che Dio ha detto, che non dovete mangiare di ogni albero del giardino?”

20 Sappiamo che profondo dolore e infelicità hanno provocato quei dubbi. Prendiamo dunque a cuore le parole di Geremia 31:12: “Certamente . . . diverranno raggianti per la bontà di Geova”. La sua bontà dovrebbe davvero renderci raggianti di gioia. Non dobbiamo mai mettere in dubbio i motivi del nostro Dio, che è pieno di bontà. Possiamo avere completa fiducia in lui, perché vuole solo il bene di coloro che lo amano.
Geremia 31:12 E certamente verranno e grideranno di gioia sull’altura di Sion e diverranno raggianti per la bontà di Geova, per il grano e per il vino nuovo e per l’olio e per i piccoli del gregge e dei bovini. E la loro anima semplicemente diverrà come un giardino irriguo, e non languiranno più”.

21, 22. (a) Quali sono alcuni modi in cui potreste ringraziare Geova per la sua bontà? (b) Di quale qualità parleremo nel prossimo capitolo, e in che senso differisce dalla bontà?
21 Inoltre siamo felici quando abbiamo occasione di parlare ad altri della bontà di Geova Dio. Dei suoi servitori Salmo 145:7 dice: “Della menzione dell’abbondanza della tua bontà traboccheranno”. Ogni giorno della nostra vita beneficiamo in qualche modo della bontà di Geova. Perché non prendere l’abitudine di ringraziarlo ogni giorno per la sua bontà, essendo più specifici possibile? Pensando a questa qualità, ringraziandolo per essa ogni giorno e parlandone ad altri, saremo aiutati a imitare il nostro Dio, Geova. E via via che cerchiamo i modi per fare il bene, come fa Geova, ci accosteremo ancor più a lui. L’apostolo Giovanni, ormai avanti negli anni, scrisse: “Diletto, sii imitatore non di ciò che è male, ma di ciò che è bene. Chi fa il bene ha origine da Dio”. — 3 Giovanni 11.
Salmo 145:7 7 Della menzione dell’abbondanza della tua bontà traboccheranno,E [a motivo della] tua giustizia grideranno di gioia.
3 Giovanni 11 Diletto, sii imitatore non di ciò che è male, ma di ciò che è bene. Chi fa il bene ha origine da Dio. Chi fa il male non ha visto Dio.

22 La bontà di Geova Dio è legata anche ad altre qualità. Per esempio, Dio è “abbondante in amorevole benignità”, o amore leale. (Esodo 34:6) Questa qualità ha un obiettivo più preciso della bontà, poiché Geova la esprime in particolare verso i suoi servitori fedeli. Nel prossimo capitolo impareremo come fa questo.
Esodo 34:6 E Geova passava davanti alla sua faccia e dichiarava: “Geova, Geova, Iddio misericordioso e clemente, lento all’ira e abbondante in amorevole benignità e verità,


Punti su cui meditare


1 Re 8:54-61, 66 In che modo Salomone espresse gratitudine per la bontà di Geova, e che effetto ebbe sugli israeliti?


1 Re 8:54-61 E avvenne che Salomone, appena ebbe finito di pregare Geova con tutta questa preghiera e richiesta di favore, si levò d’innanzi all’altare di Geova, dall’essersi piegato sulle ginocchia con le palme delle mani stese verso i cieli; 55 e stava in piedi e benediceva tutta la congregazione d’Israele ad alta voce, dicendo: 56 “Benedetto Geova, che ha dato un luogo di riposo al suo popolo Israele secondo tutto ciò che ha promesso. Non è venuta meno una sola parola di tutta la sua buona promessa che egli ha promesso per mezzo di Mosè suo servitore. 57 Geova nostro Dio mostri d’essere con noi proprio come mostrò d’essere con i nostri antenati. Non ci lasci né ci abbandoni, 58 in modo da inclinare a sé il nostro cuore per camminare in tutte le sue vie e per osservare i suoi comandamenti e i suoi regolamenti e le sue decisioni giudiziarie, che diede come comando ai nostri antenati. 59 E queste mie parole con le quali ho fatto dinanzi a Geova richiesta di favore siano vicine a Geova nostro Dio di giorno e di notte, affinché egli esegua il giudizio per il suo servitore e il giudizio per il suo popolo Israele secondo ciò che si richieda di giorno in giorno; 60 affinché tutti i popoli della terra conoscano che Geova è il [vero] Dio. Non c’è nessun altro. 61 E il vostro cuore dev’essere completo presso Geova nostro Dio, camminando nei suoi regolamenti e osservando i suoi comandamenti come in questo giorno”.
1 Re 8:66 L’ottavo giorno mandò via il popolo; e benedicevano il re e se ne andavano alle loro case, rallegrandosi e sentendosi gioiosi di cuore per tutta la bontà che Geova aveva usato a Davide suo servitore e a Israele suo popolo.

Salmo 119:66, 68 In che modo le nostre preghiere possono riflettere il desiderio di imitare la bontà di Geova?


Salmo 119:66 66 Insegnami la bontà, l’assennatezza e la conoscenza stesse,Poiché nei tuoi comandamenti ho esercitato fede.
Salmo 119:68 68 Tu sei buono e fai il bene.Insegnami i tuoi regolamenti.

Luca 6:32-38 Cosa ci può spingere a imitare la generosità di Geova?


Luca 6:32-38 “E se amate quelli che vi amano, quale merito ne avete? Poiché anche i peccatori amano quelli che li amano. 33 E se fate del bene a quelli che vi fanno del bene, realmente quale merito ne avete? Anche i peccatori fanno lo stesso. 34 E se prestate [senza interesse] a coloro dai quali sperate di ricevere, quale merito ne avete? Anche i peccatori prestano [senza interesse] ai peccatori per ricevere altrettanto. 35 Al contrario, continuate ad amare i vostri nemici e a fare il bene e a prestare [senza interesse], senza sperare nulla in cambio; e la vostra ricompensa sarà grande, e sarete figli dell’Altissimo, perché egli è benigno verso gli ingrati e i malvagi. 36 Continuate ad essere misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso. 37 “Inoltre, smettete di giudicare, e non sarete affatto giudicati; e smettete di condannare, e non sarete affatto condannati. Continuate ad assolvere, e sarete assolti. 38 Praticate il dare, e vi sarà dato. Vi sarà versata in grembo una misura eccellente, pigiata, scossa e traboccante. Poiché con la misura con la quale misurate, sarà rimisurato a voi”.

Romani 12:2, 9, 17-21 Come possiamo mostrare bontà nella vita di ogni giorno?


Romani 12:2 E cessate di conformarvi a questo sistema di cose, ma siate trasformati rinnovando la vostra mente, per provare a voi stessi la buona e accettevole e perfetta volontà di Dio.
Romani 12:9 Il [vostro] amore sia senza ipocrisia. Aborrite ciò che è malvagio, aderite a ciò che è buono.
Romani 12:17-21 Non rendete a nessuno male per male. Provvedete cose eccellenti davanti a tutti gli uomini. 18 Se possibile, per quanto dipende da voi, siate pacifici con tutti gli uomini. 19 Non vi vendicate, diletti, ma fate posto all’ira; poiché è scritto: “La vendetta è mia; io ricompenserò, dice Geova”. 20 Ma, “se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli qualcosa da bere; poiché facendo questo accumulerai carboni ardenti sulla sua testa”. 21 Non farti vincere dal male, ma continua a vincere il male col bene.

Clicca sull'immagine per Scaricare informazioni complete in file digitale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone