Passa ai contenuti principali

Abbandonato l'aeroporto Tempelhof ora Berlino più grande del parco

L'aeroporto di Tempelhof a Berlino era una volta il più grande e più trafficato in Germania e uno degli aeroporti iconici dell'Europa di era di guerra II del pre-mondiale. Il complesso edilizio è stato progettato per assomigliare ad un'aquila in volo con un hangar semicircolare di miglio-lungo che formano le ali di diffusione dell'uccello. Suo grande, tetto di baldacchino-stile sono stati in grado di accogliere aerei di linea più contemporanei nel 1950, anni ' 60 e primi anni settanta, proteggere i passeggeri dagli elementi. Aveva due piste parallele oltre 2 chilometri di lunghezza, ed edificio principale dell'aeroporto era una volta tra gli edifici più grandi di 20 migliori sulla terra. Oggi, l'aeroporto è chiuso, ma i giardini sono stati trasformati in un parco favoloso.
tempelhof-airport-park-22
Crediti fotografici
Giardini dell'aeroporto erano originariamente un campo di parata per l'esercito prussiano e più tardi da unificato delle forze tedesche, da 1720 destra fino all'inizio della prima guerra mondiale. Il sito ha una lunga collaborazione con volo con alcuni dei primi tentativi di volo essendo qui fatti. Durante la fine del XIX secolo, campo di Tempelhof è stato utilizzato per lanciare palloni a gas come una sorta di servizio di trasporto aereo, volare più di nove tonnellate di posta e 155 persone fuori città. Nel 1909, francese Armand Zipfel fatto la prima dimostrazione di volo a Tempelhof, e più tardi quello stesso anno, Orville Wright, assieme al fratello Wilbur, è diventato la prima persona a volare un aereo motorizzato sterzante, in un airshow organizzato a Tempelhof.
Tempelhof è stato designato come un aeroporto nel 1923 e presto dirigibili volavano fuori di esso. Il vecchio terminal è stato costruito nel 1927 e ha iniziato i primi voli commerciali. Dopo che i nazisti presero il potere nel 1933, Adolf Hitler ha cominciato espansione dell'aeroporto per accogliere i rapidamente crescenti volumi di traffico del passeggero. Hangar di arco-a forma iconica dell'aeroporto fu costruito durante questa espansione. Il tetto doveva avere livelli posti a sedere per 80.000 spettatori da dove potevano godere della Luftwaffe aria spettacoli, ma questo non poteva essere completato a causa di rottura portata dalla seconda guerra mondiale. Inoltre è rimasto incompiuto erano la cascata pianificata, gli edifici per uffici su larga scala che dovevano circondano il lato occidentale della piazza circolare e la Torre di controllo.
Dopo l'aeroporto chiuso nel 2008, la città di Berlino recuperato lo spazio aperto di 386 ettari e uno dei più grandi edifici del mondo in una posizione centrale per uso pubblico. Oggi, la zona ha un sei chilometri in bicicletta, pattinaggio e jogging trail, una zona barbecue di 2,5 ettari, un campo cane-a piedi che coprono circa quattro ettari e un'area picnic enorme per tutti i visitatori. Una delle attività più popolari in Tempelhof è ancora relativo volo, ma le macchine gigantesche che una volta occuparono lo spazio aereo sopra l'aeroporto ora è stato sostituito da aquiloni.
tempelhof-airport-park-14
USAF Douglas C-47 trasporti aerei in procinto di decollare da Tempelhof durante il ponte aereo di Berlino, agosto 1948. Photo credit
tempelhof-airport-park-8
Crediti fotografici
tempelhof-airport-park-11
Crediti fotografici
tempelhof-airport-park-12
Crediti fotografici
tempelhof-airport-park-1
Crediti fotografici
tempelhof-airport-park-18
Crediti fotografici
tempelhof-airport-park-10
Crediti fotografici
tempelhof-airport-park-2
Crediti fotografici
tempelhof-airport-park-3
Crediti fotografici
tempelhof-airport-park-13
Crediti fotografici
tempelhof-airport-park-17
Crediti fotografici
tempelhof-airport-park-15
Crediti fotografici
tempelhof-airport-park-16
Crediti fotografici
Fonti: Wikipedia / Turistiche Berlino / Berlin visita / www.thf-berlin.de
Tradotto per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…