Passa ai contenuti principali

L'umorismo scuro di cimitero allegro di Sapanta | Immagini impressionanti.

Fare battute su gente morta è considerato irrispettoso e tradizionalmente aggrottato le sopracciglia su, ma non in piccole città rumena di Sapanta. Gli abitanti del villaggio hanno imparato ad abbracciare la morte con umorismo, come evidente dai colori vivaci lapidi nel cimitero locale con epitaffi che spesso contengono brevi rime divertente piene di arguzia e che prendono in giro i morti, raccontando le loro storie di vita o rivelare i loro segreti sporchi. Legga un epitaffio:
"Sotto questa croce pesante
Si trova a mia madre nella legge poveri
Lei aveva vissuto più di tre giorni
Vorrei essere qui e lei avrebbe letto
Voi che siete di passaggio
Cercate di non svegliarla
Per lei torna casa
Ha morso la testa
Ma io sarò agire nel modo
Che lei non tornerà
Soggiornare qui mia cara
Suocera."
merry-cemetery-sapanta-6
Crediti fotografici
La tradizione è stata iniziata da carpentiere del villaggio Stan Ioan Patras che aveva il compito di costruire le croci e le lapidi di quercia. Dopo aver frequentato gli abitanti del villaggio tradizionale tre-giorno-lungo i funerali sarebbe raccogliere presso l'abbeveratoio locale da bere e raccontano storie di defunto. Patrasso ha iniziato a trasformare queste storie in brevi poesie e cominciò loro intaglio su lastre di rovere. Ha scarabocchiato la sua strofa prima su una tomba intorno al 1935. Continuò la loro creazione fino alla sua morte nel 1977 e si stima che hanno costruito oltre 800 tombe piene di limerick. Dopo la sua morte, il suo apprendista Dumitru Pop ha ripreso e ha continuato questa tradizione unica da allora.
Al giorno d'oggi, quando muore qualcuno nel villaggio, la famiglia viene da Dumitru Pop e gli chiede di creare una croce, che egli mano-intaglia da oak nella piccola bottega dietro casa sua. Dipinge la lastra di rovere blu e lo decora con bordi floreali e un tripudio di colori. Poi dipinge un'immagine raffigurante la vita della persona e compone una poesia. Pop da solo decide quello che interpreterà la foto e cosa dirà il versetto. Sue poesie hanno spesso un tocco di humor nero, raccontando storie spiritose di infedeltà, indiscrezioni e una predilezione per l'alcol.
merry-cemetery-sapanta-5
Crediti fotografici
La tomba di Gheorghe Basulti, il macellaio, è raffigurata tagliere un agnello con una mannaia e un tubo al suo labbro. Sotto è scritto:
"Come ho vissuto in questo mondo,
Pelato molte pecore
Buona carne che ho preparato
Così si può mangiare liberamente,
Ti offro buona carne grassa
E per avere un buon appetito.
Ioan Toaderu amato i cavalli, ma, dice from Beyond the grave:
Un'altra cosa che mi è piaciuto molto,
Per sedersi a un tavolo in un bar
Accanto alla moglie di qualcun altro."
Anche tragiche storie sono ben ricordate, come in una famosa tomba di una ragazza di 3 anni che è stato ucciso in un incidente d'auto. Suo epitaffio lampeggia con rabbia:
"Bruciare all'inferno, maledetti taxi
Che è venuto da Sibiu.
Di tutti i posti in questo paese
Si doveva fermare proprio qui.
Vicino a casa mia mi hai colpito così
E mi ha mandato alla morte qui sotto
E lasciato i miei genitori piena di guai".
Pop ha detto che nessuno ha mai lamentato suoi versi. "È la vera vita di una persona. Se gli piace bere, dici che; Se gli piace lavorare, che dici... non non c'è nessun nascondersi in una piccola città, "ha detto Pop. "Le famiglie vogliono effettivamente la vera vita della persona che deve essere rappresentato sulla croce".
Oggi, il così chiamato "cimitero allegro" fa parte del circuito turistico locale e riceve migliaia di turisti ogni anno.
merry-cemetery-sapanta-14
Crediti fotografici
merry-cemetery-sapanta-13
Crediti fotografici
merry-cemetery-sapanta-1
Crediti fotografici
merry-cemetery-sapanta-2
Crediti fotografici
merry-cemetery-sapanta-4
Crediti fotografici
merry-cemetery-sapanta-11
Crediti fotografici
merry-cemetery-sapanta-12
Crediti fotografici
merry-cemetery-sapanta-7
Crediti fotografici
merry-cemetery-sapanta-8
Crediti fotografici
Fonti: Romania Turismo / NYTimes / comenius-legends.blogspot.in
Pubblicato per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…