La casa di terremoto di Comrie | Immagini impressionanti.

Il Regno Unito non è generalmente associato a terremoti, tuttavia, queste isole sono ancora scosso da pochi centinaia scossoni all'anno, anche se solo il 20 o 30 di loro poteva essere sentita dalla popolazione. La maggior parte di questi sono molto piccola e non causano danni. Ancora, sismometro primo del mondo è stato costruito e installato in Scozia in un posto chiamato Comrie. Una replica funzionale di esso è ancora ospitata nella casa"terremoto", costruito sui pendii erbosi di The Ross. Il villaggio di Comrie, nel Perthshire, in Scozia meridionale, è una delle zone geologicamente più attiva nel Regno Unito, grazie alla sua posizione a cavalcioni la Highland Boundary Fault. È la capitale del terremoto del Regno Unito, essendo soggette a terremoti più e più che altrove in queste isole. Per questo motivo e viene talvolta indicato come la "città di Shaky".
earthquake-house-comrie-6
Casa di terremoto di Comrie. Photo credit
Il primo terremoto registrato in Perthshire è stato effettuato da un James Melville nel luglio 1597, che aveva notato nel suo diario di un tremore terremoto sentito in tutta la Contea. Non era fino al 1789 che la prima registrazione sistematica dei dati e la gravità è stata registrata a Comrie. Questo è stato fatto da Taylor i reverendi e Gilfillan che cominciò a registrare questi tremori. Nei 50 anni successivi hanno registrato oltre 70 importante serie di scosse, compreso il più grande di tutti i terremoti di Comrie noti il 23 ottobre 1839. Molte case Comrie erano danneggiati e una diga vicino a Stirling è stata violata. L'onda di scossa è stata sentita sopra la maggior parte della Scozia.
Con il grande terremoto del 1839, postmaster Peter Macfarlane e calzolaio James Drummond, conosciuta come i "pionieri di Comrie,' istituisce uno strumento per misurare terremoto e cominciò a tenere i record formali. Loro strumento ha consistito di due assi di legno posizionati in direzione nord-sud ed est-ovest. Sopra questi, sono stati collocati in legno cilindri di aumentare la larghezza e quindi la stabilità. Un terremoto sarebbe battere sopra cilindri fino a una certa dimensione e peso, che ha permesso il duo postmaster-calzolaio misurare la forza del terremoto. Un vassoio di sabbia ha impedito i cilindri da rotolamento e battendo altri cilindri. Era primitivo, ma sembrava funzionare.
earthquake-house-comrie-2
Il sismometro cilindro di legno è ancora visibile presso la casa di"terremoto". Photo credit
Nel 1841, utilizzando le informazioni raccolte, hanno presentato un documento per l'associazione britannica per l'avanzamento di scienza, che ha condotto alla formazione del Comitato per l'indagine di scozzese e irlandese terremoti. Nel corso degli anni una serie di strumenti era costruita e utilizzata nei dintorni di Comrie, tra cui il primo sismografo moderno che consisteva di un pendolo che ha scritto la vibrazione su un disco concavo sopra. Fu costruito dal fisico scozzese James David Forbes.
Ma nel 1844, l'attività sismica è diminuito e interesse è stato perso, quando una nuova serie di tremori nel 1869 rinnovato interesse in caso di terremoto. Strumenti nuovi e più sensibili sono stati cercati e nel 1874 la casa terremoto venne costruita sulla solida roccia per tenere il sismometro Mallet. Ancora una volta attività declinò, e il sito è caduto in disuso. Dal 1911 era trasferito la tecnologia e la costruzione è diventato ridondante.
Nel 1988 è stato deciso che il terremoto casa da ristrutturare e moderne attrezzature fornite da British Geological Survey sono stati montati. I visitatori non possono entrare nell'edificio, ma ci sono ampie finestre attraverso le quali si può osservare il nuovo strumento come pure il sismometro cilindro di legno vecchio sviluppato da Peter Macfarlane e James Drummond, situato al piano.
earthquake-house-comrie-1
Crediti fotografici
earthquake-house-comrie-4
Il moderno sismografo installato nel 1988. Photo credit
earthquake-house-comrie-3
Crediti fotografici
earthquake-house-comrie-5
Crediti fotografici
earthquake-house-comrie-7
Crediti fotografici
Fonti: www.strathearn.com / www.gateway-to-the-scottish-highlands.com / Undiscovered Scotland
Pubblicato per scopi didattici