Passa ai contenuti principali

Il segreto mozzafiato della stazione della metropolitana Politehnica, Bucarest | Immagini impressionanti.

La stazione della metropolitana di Politehnica nella città capitale di Bucarest della Romania, vicino all'Università Politecnica di Bucarest, vede relativamente poco traffico, ma è ancora utilizzata da migliaia di passeggeri della metropolitana ogni giorno. Dai pavimenti in marmo rosa vengono calpestati dai piedi di migliaia di studenti dell'Università Politehnica e quelli della facoltà di giornalismo dell'Università di Bucarest, come pure i lavoratori della fabbrica tessile Apaca e i dipendenti di Vodafone Romania, la cui sede si trova nelle vicinanze. Pavimenti in marmo della stazione sono macchiati con motivi dispari, di solito non visti in lastre di marmo. Eppure, a parte l'occasionale sguardo casuale, pochi passeggeri hanno pagato alcuna reale attenzione a questi segni. Meno hanno smesso di ammirare e apprezzare queste forme e meno ancora hanno riflettuto sul suo mistero. Molti sarebbe fermata morti nella loro tracce se sei per dire loro che sono treading sulle 80 milioni anni fossili.
politehnica-subway-station-10
Crediti fotografici
Stazione della metropolitana di Politehnica è stata costruita nel 1983, durante il regime comunista del paese, ed era arredata con lastre di pietra calcarea raccolte da Monti Apuseni. A quel tempo nessuno sapeva che le forme strane, belle visibile sulle lastre non sono altro che fossili di esseri preistorici. Molti ancora non lo conoscono. Un blogger di storia rumena ha condiviso la seguente immagine che descrive i pavimenti in pietra come "ornamentale" e "decorativi" con nessun sentore di origine effettiva del marmo. Una ricerca di "Fossili di stazione Politehnica" su una delle immagini più popolari condivisione sito Web Flickr, disegna uno spazio vuoto.
politehnica-subway-station-4
Marmo ornamentale della stazione della metropolitana di Politehnica, Bucarest. Photo credit
La maggior parte di questi fossili appartengono a un gruppo di organismo chiamato Hippuritoida, che viveva in ambiente marino poco profondi dal tardo Giurassico al periodo tardo Cretaceo. I Monti Apuseni sono stati creati durante questo periodo di tempo a causa della convergenza della Tisia e micropiastre Dacia. Come le piastre entrarono in collisione, la montagna è salito dal mare portando tutti gli animali marini che vivono in acque poco profonde. Nel corso di milioni di anni loro esoscheletro e corpi divennero fossilizzato in calcare.
Un professore di geologia della Università di Bucarest ha detto che tutte le stazioni della metropolitana di Bucarest sono coperti con lastre di calcare contenente fossili provenienti da diversi periodi geologici. Purtroppo, lo stato di conservazione, la densità e la visibilità di questi fossili sono inferiori a quelli in stazione della metropolitana di Politehnica. Geologi concordano che i fossili in lastre di marmo della stazione della metropolitana è incommensurabile valore scientifico.
Secondo un 2014 articolo pubblicato su Romania-Insider.com, operatore della metropolitana di Bucarest Metrorex intende installare schermi interattivi all'interno della stazione evidenziando la storia della stazione e spiegando i diversi fossili che consentirà ai passeggeri e visitatori di prendere "lezioni di paleontologia interattivo all'interno della stazione della metropolitana."
politehnica-subway-station-1
Crediti fotografici
politehnica-subway-station-2
Crediti fotografici
politehnica-subway-station-5
Crediti fotografici
politehnica-subway-station-6
Crediti fotografici
politehnica-subway-station-7
Crediti fotografici
politehnica-subway-station-8
Crediti fotografici
politehnica-subway-station-9
Crediti fotografici
Fonti: turistiche in Romania / Wikipedia / Scientia
Pubblicato per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…