Definizione di Contemporaneo | Concetto di Contemporaneo

Significato di Contemporaneo

Contemporaneo, dal latino coaetanĕus, è un aggettivo che permette di designare qualcosa o qualcuno della stessa età e nello stesso tempo. Esempi: 'entrambi i pensatori erano contemporanei, ma vivevano migliaia di miglia di distanza,' ' Giovanni è contemporaneo di Mariano, ma lui sembra molto più vecchio "," i ricercatori ritengono che i fossili ritrovati sono contemporanee. "
Considerando che le cose contemporanee hanno in comune il fatto di avere la stessa età o di essere della stessa epoca. Due uomini di età compresa tra 43 sono contemporanee, dal momento che hanno la stessa età. Inoltre, un gruppo di animali avendo scomparsi milioni di anni in precedenza ci ma che visse nello stesso periodo storico sono considerati contemporanei.
Contemporanei individui formano quello che viene chiamato il gruppo di età. Prendendo in considerazione la differenza fatta sopra (sul fatto di avere la stessa età o di essere della stessa epoca), è possibile distinguere tra una generazione (persone con la stessa età) e le persone che sono contemporanei (tempo condiviso).
Tutti gli uomini e le donne, nata nel 1982 fanno parte della stessa generazione. In alcuni casi, i sociologi chiamano generazioni in base a determinate caratteristiche comuni osservati in persone (come generazione X). Si noti, tuttavia, che il concetto di generazione è solitamente più grande la limitazione a persone nate nello stesso anno.
Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) e Ludwig van Beethoven (1770-1827), da parte loro, avevano non della stessa età (Beethoven è nato quattordici anni dopo Mozart), ma erano contemporanei (anche se Beethoven è morto 36 anni più tardi di Mozart).
Pubblicato per scopi didattici
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano