Passa ai contenuti principali

Consulenza | Concetti di Marketing.

Lungo ha consulenza commerciale riconosciuta o organizzativa in generale come un servizio professionale utile per aiutare i responsabili delle organizzazioni di identificare e definire i principali problemi che influiscono sulle loro organizzazioni per raggiungere i suoi scopi fondamentali, che emana dagli obiettivi di missione, analizzare le cause che provocano, individuando le cause immobiliari e azioni del progetto per il suo ulteriore sviluppo e di implementarle. I lavori in corso del consulente come un " agente di cambiamento ", comporta il trasferimento di conoscenze, Know-How e formazione del personale delle organizzazioni, in modo implicito o esplicito.
L'azione dell'attuale consulente e l'approccio generalmente utilizzato mira a intenso e temporaneamente assistere alle organizzazioni di realizzare questo progetto e non eseguire per se stesso, in modo che dirigenti e lavoratori acquisiscono conoscenze e competenze che trasformarlo in un vero agente, il cambiamento endogeno consulente interno in un processo di miglioramento continuo dei processi e loro risultati questa modalità "nuova" è stata chiamata consulenza collaborativa (o partecipativa) (Sherwood (1989) (, Doyle (1989), Portuondo (1992)). Consulenza collaborativo dovrebbe mirare per impostare le modifiche, le soluzioni adottate, perché esso deve realizzare derivanti dall'organizzazione stessa, per propria convinzione circa la necessità e la bontà di tale cambiamento e la sua essenza consiste nel creare la capacità di cambiamento che richiede tutta l'organizzazione che intende migliorare i processi e i risultati su base continuativa.

Concetto

La consulenza è un servizio fornito da una persona o più persone indipendenti e qualificate nell'identificazione e nell'approfondimento delle problematiche legate alla organizzazione, procedure e metodi; Raccomandazione di misure appropriate e la fornitura di assistenza nell'attuazione di queste raccomandazioni.
La consulenza è un lavoro difficile basato sull'analisi di fatti specifici e la ricerca di soluzioni. Per questo motivo deve essere indispensabile cooperazione tra cliente e consulente, facendo insieme un rivestimento ricco.
Il lavoro del consulente può cominciare su diverse situazioni:
  • l'emergere di un evento giudicato insoddisfacente e suscettibili di miglioramento.
  • per rinnovare un profilo aziendale, affinché non scompare nel mercato.
  • all'inizio di una società, consulenza dai suoi inizi nella rilevanza per la contabilità, finanziaria, economici e di altri aspetti che il client può essere richiesto.
Il consulente non ha diretta autorità di prendere decisioni e di eseguirli, pertanto deve garantire la massima partecipazione del cliente, al fine di ottenere consulenza affidabile e un'applicazione soddisfacente del suo Consiglio.

Forme di consulenza e la sua essenza

Il conosciuto è tradizionalmente identificato come forme di consulenza che potrebbero essere chiamate allora-tradizionali e partecipativo (chiamato anche collaborativo).
Nel settore della consulenza tradizionale sono essenzialmente due varianti:
  • Cliente (entità che riceve Consulting), presenta problemi, il consulente fornisce soluzioni
  • Cliente, che conosce che ha alcuni problemi, richiede che il consulente di identificare i problemi e fornire soluzioni.

Consulenza collaborativo

Questa modalità si basa su alcuni presupposti tra la s che sono:
  • Consulente (anche se è) non è un esperto: è un partner leale dell'entità customer.
  • I veri esperti sono dipendenti dell'azienda cliente.
  • La vera esperienza il loro situazioni specifiche si trovano in lavoratori dell'azienda cliente.
  • I lavoratori e i dirigenti dell'azienda cliente sono in grado di identificare i problemi che hanno.
  • I lavoratori e i dirigenti dell'azienda cliente sono in grado di definire le soluzioni a tali problemi.
  • I lavoratori e i dirigenti dell'azienda cliente sono capace consulente è in grado di implementare tali soluzioni.
Essendo le true sopra, che nella sua essenza è, perché è quindi necessaria la presenza di un consulente?
È giustificato e a volte molto importante: può aiutare a chiarire, si può aiutare il cliente a identificare il problema, definire la soluzione e applicarlo: ci sono reazioni che si sviluppano senza la presenza di un facilitatore, un catalizzatore un agente di cambiamento. Il consulente.
Consulenza collaborativo si manifesta l'esigenza teorica e pratica soprattutto, la partecipazione nel decennio degli anni cinquanta che hanno manifestazioni concrete nel campo della gestione aziendale non è dubbio che più questo convinto una persona che ha fissato i propri obiettivi e ha contribuito a definirli, molto probabilmente non c'è che l'impegno lavoro nel loro raggiungimento e superare tutti gli ostacoli che si distinguono.
Di conseguenza, la consulenza che ha cercato di sviluppare oggi è di tipo collaborativo che cerca cambiamenti attraverso processi partecipativi. Nella promozione di tali cambiamenti è essenziale per realizzare un lavoro unico, collettivo tra l'organizzazione cliente personale e consulenti, debitamente sono presenti principi e tecniche moderne di indirizzo
In un processo di scambio o di interazione tra un agente a casa e altri esterni, che si fondono in un'unità di lavoro con il criterio di dare o aumentare la capacità di auto-sviluppo di un'organizzazione, e quindi gruppi di competenze che formano loro di individuare, classificare e occuparsi di risolvere i problemi con migliore possibilità di successo.
La consulenza - e soprattutto la collaborazione - funzioni si svolge in un contesto complesso di fattori politici - sociale, tecnico-organizzativo ed economici, che richiede determinate qualità del consulente.
Consulenza possa anche essere classificato secondo la loro portata:
Completa : si riferiscono per modificare in tutta l'organizzazione, che considera tutti i processi e i sottosistemi, è così comune a parlare di una consulenza completa collaborazione è uno dei più comuni al giorno d'oggi.
Parziale: Fare riferimento ai processi di cambiamento o di sostegno attraverso azioni di consulenza in uno o più sottosistemi o processi dell'organizzazione.
Tuttavia sopra e qualsiasi è l'ambito della consulenza deve avere presente che l'organizzazione è un sistema e che qualsiasi cambiamento deve tener conto dell'effetto che è stato raggiunto in relazione al resto del sistema e ricordate che ottimizzazione parti raramente a che si arriva ottimizzano il sistema, piuttosto il contrario.

Consulenza e formazione, ricerca e informazione

Consulenza non è l'unico servizio o tecnica di intervento che aiuta a migliorare le competenze manageriali e le prestazioni di un'organizzazione. Anche se hanno i propri criteri metodologici, formazione, ricerca e informazione Servizi perseguono lo stesso obiettivo finale aiuta la direzione come la consulenza, che sono strettamente legati. I consulenti utilizzano ampiamente questi servizi nel loro rapporto con i clienti o la preparazione di nuovi compiti.

Consulenza e formazione

La consulenza è inseparabile dalla formazione. Come accennato in precedenza, in particolare nell'approccio consulenziale efficace il componente di apprendimento è molto importante. Il cliente viene a conoscenza del consulente, ma consulente impara anche del cliente e questo aiuta a regolare il suo approccio nelle fasi successive della loro missione e accumulare esperienza per i contratti futuri.
In tutta la missione di consulenza si impara qualcosa, anche se le conoscenze acquisite possono essere limitata se il consulente che direttamente esegue l'attività e trasmette i risultati al client. Questo è il motivo per cui nel nostro libro è così importante per un rapporto di collaborazione e le modalità di consulenza che richiedono la partecipazione attiva del cliente. Il client apprende non performanti normale routine, ma svolgimento, in collaborazione con il consulente, attività utili che sono nuove a e guadagnando la capacità di analizzare problemi da nuovi punti di vista.
La capacità è spesso utilizzata come tecnica di intervento per aiutare a cambiare e aiuto i membri dell'organizzazione ad assumere le modifiche propongono a seguito della consulenza. Il consulente può essere che diverse modalità di formazione sono inclusi nell'attività, che essi possono assumere la forma di un seminario sulle tecniche di raccolta dati o nuovi sviluppi nel settore tecnico coperto dalla società di consulenza. Programmi di formazione approfondita possono essere parte della fase di Start-up, in pratica, ad esempio, se introdurre importanti modifiche all'indirizzo informazione e sistemi di controllo o nella strategia e tecniche di marketing.
Molte organizzazioni di consulenza non sono limitate a offrire servizi di formazione ai propri clienti. L'esperienza acquisita attraverso i vari compiti assegnati dai clienti è molto utile per concepire dei programmi di sviluppo personale indirizzo, orientato alla pratica. Si può provare programmi regolari, o speciale gestione seminari e tavole rotonde. L'esperienza del consulente può riflettere sul contenuto del programma (focalizzati sulle questioni che riguardano la maggior parte dei clienti) e metodologia (evidenziando metodi pro che media da cui i partecipanti migliorano la loro capacità di risolvere problemi e altre tecniche). Le relazioni dei consulenti forniscono una ricchezza di materiale di sfondo che può essere utilizzato nelle aule come case study, esercitazioni pratiche, simulazione di gestione aziendale, liste di controllo, risoluzione di esercizi di giochi di casi, ecc.
Nel stesso modo in cui la formazione è una tecnica di intervento essenziale consulente, consulenza è molto importante per l'allenatore professionista. Anche se la loro funzione primaria non è la consulenza, centri e istituti di miglioramento della gestione sono sempre più interessati a eseguire determinate attività di consulenza relative ai programmi di formazione. Ciò è necessario per i motivi di cui sopra: formazione principalmente sull'esperienza pratica di Base e concentrarsi su questioni considerate prioritarie da professionisti. Inoltre, in molte situazioni la formazione non è sufficiente: i partecipanti devono acquisire nuove idee e imparare alcune nuove tecniche, ma hai bisogno di più aiuto se hanno per iniziare ad applicare ciò che hanno appreso. Formazione workshop orientati verso la soluzione dei problemi può essere utilizzato in modo che registi partecipanti che conoscono qualche metodo efficace di consulenza messo ha rivelati problemi che devono essere risolti e loro interesse a lavorare con un consulente una volta finito di lavoro o seminari. Miglioramento delle istituzioni di gestione, quindi, incoraggiare al suo insegnamento personale svolge compiti consultivi e diverse modalità di lavoro per rendere questo possibile. È chiaro che in queste situazioni i formatori dovrebbero essere anche relativi a consulenze tecniche.

Consulenza e ricerca

Molti dei consulenti della generazione precedente che era lieta li considerare come piloti professionisti, dotati di conoscenze di base che non avevano nulla in comune con i ricercatori. Tuttavia, questa dicotomia riflette una piccola preparazione teorica del consulente e la mancanza di fini pratici dalla maggior parte dei teorici, piuttosto che un conflitto di fondo tra l'approccio di consulenza e ricerca. Infatti, nonostante le loro differenze ricerca e consulenza hanno molto in comune e possono essere forniti servizi reciprocamente utili.
Alcuni fattori che differenziano la consulenza e la ricerca
FATTORE DI RICERCA CONSULENZA
PROBLEMA Parte di una necessità per il ricercatore e la società è aperta. Concepito da parte del cliente a volte su base condivisa.
TEMPO Flessibile Regolata, più rigida
RISULTATO Nuove conoscenze e tecnologie, è possibile includere l'innovazione o l'applicazione pratica Miglioramenti nelle pratiche di gestione organizzativa e risultati
PROPRIETÀ.
DARE LE INFORMAZIONI
Normalmente pubblicati con l'autorizzazione dell'interessato Uso spesso riservata, che il cliente decide
DECISIONI Possono essere modificati a discrezione del ricercatore secondo i piani Le modifiche decide il cliente ed è limitate al compito essenziale
RIGORE ACCADEMICO Alta e molto stretti metodologicamente Il minimo richiesto per risolvere il problema
VALUTAZIONE Esterno; dalla comunità scientifica e gli organi di governo Interno; dall'organizzazione cliente

Affrontare i problemi pratici della direzione o gestione, consulenti hanno pubblicato i risultati delle indagini di cercare per loro. Prima di consigliare una tecnica per favorire, ad esempio, è meglio sapere se c'è stata alcuna ricerca sull'uso di questa tecnica in modalità simile al client. Organizzazioni di consulenza stimolano più suoi membri non solo per essere informato circa i risultati pubblicati di ricerca su economia aziendale, ma anche di essere a conoscenza dei progetti di ricerca in corso e conoscere i ricercatori principali.
D'altra parte, l'unico risultato di ricerca può beneficiato di uno stretto rapporto con la consulenza. I dati raccolti dai consulenti nelle organizzazioni del cliente possono essere utili per ricerche più approfondite. Dati da varie organizzazioni possono essere utilizzati per ottenere conclusioni di carattere generale su tendenze settoriali o altro, senza violare la riservatezza delle informazioni. Di conseguenza, molti uffici di consulenza sono stati lanciati alla ricerca. Ha un programma specifico di ricerca. Svolge attività di ricerca sui libri pubblicati e propri sulla base della propria ricerca o collaborare su progetti di ricerca con Università e singoli ricercatori. Alcuni uffici di consulenza conquistarono come solidamente basato sulle indagini. Commercio e negli affari gestione scuole e istituti di ricerca sono sempre più interessati a testare e diffondere i risultati delle loro ricerche attraverso il lavoro di consulenza.
Sul piano metodologico, i consulenti imparare molto da ricercatori e viceversa. La ricerca del processo è un esempio di ricerca sul confine tra due campi; due obiettivi simultanei sono costituiti da risolvere un importante problema pratico e ottengono nuove conoscenze circa il sistema sociale che è oggetto di studio. Ricerca sui processi implica il cambiamento in quello che è sotto inchiesta, mentre ciò non accade nella ricerca convenzionale.

Consulenza e informazioni

Fornire informazioni al client sono uno dei compiti principali di un consulente in ogni missione di consulenza. In alcuni casi questo è l'unico o il principale contributo previsto di esso; ad esempio, se il cliente ha interesse nel confronto tra i loro livelli di prestazioni con altre organizzazioni, utilizzando dati che possono fornire il consulente.
Infatti, in molti casi semplicemente con il consulente per trovare e presentare informazioni che consentano di riorientare il cliente loro lavoro, una decisione sugli investimenti o decidere che si desidera saperne di più sulle organizzazioni che ottengono risultati migliori. Le informazioni si possono avere molto potere e fortemente influenzare le persone interessate e in grado di trarre conclusioni da esso.
Uffici di consulenza hanno a loro disposizione un enorme flusso di informazioni e molti hanno veri esperti nella raccolta e nell'elaborazione dei dati. Uffici di consulenza stanno cominciando a essere considerato come banche dati specializzate e studiare nuovi modi di lavorare con le informazioni e utilizzarlo per fornire altri servizi ai clienti. Questo settore sta attualmente sviluppando molto rapidamente. Esso comprende vari tipi di servizi di informazione, ordinaria o straordinaria, attraverso il quale i clienti possono conoscere sviluppi teorici e pratici in aree che sono essenzialmente per le loro aziende.
Questo è utile per i clienti servizio diretto e una fonte di nuovi contatti. Un client può estrarre nuove idee delle informazioni così ottenute e chiedi al consulente di esplorare più a fondo e ciò che aiutare a metterli in pratica.

Un insieme equilibrato di metodi di intervento

Consulenti tendono ad essere pragmatico di decidere che tipo di servizi per fornire ai clienti. La formazione è così strettamente legata al consultante che, per le ragioni e spiegata, consulente tutti svolto alcune attività di formazione ed è anche un allenatore. Non ci sono motivi validi anche per correlare le attività di ricerca e consulenza di informazioni. Ad esempio, un regista che ha un problema possibile raccogliere ulteriori informazioni a questo proposito, frequentare un programma di formazione che sarà studiato più a fondo il problema, o chiedere un consulente per aiutarlo a risolverlo.
Le istituzioni di formazione orientata alla pratica considerato suoi metodi di lavoro in un modo simile. Anche se la sua sfera di attività principale è la formazione e che desiderano rimanere in essa, hanno difficoltà a fornire una formazione efficace senza qualche partecipazione nella consulenza, attività di ricerca e informazioni.
Per questo motivo, il problema non è nella consulenza o formazione o altri metodi di aiuto professionale per l'amministrazione della società, ma di padroneggiare e applicare un insieme equilibrato di metodi di intervento con l'immaginazione. Ciò non significa che devono scomparire le differenze tra consulenti, formatori, ricercatori e altri professionisti nella gestione di aziende e combinare diversi metodi di intervento in un modo che rischia di produrre un effetto ottimale a beneficio del cliente.

Consulente di agente del cambiamento

Caratteristiche fondamentali che richiedono il consulente

È considerato che tra le caratteristiche essenziali che devono soddisfare un consulente siano le seguenti:
  1. Buona salute fisica e mentale.
  2. Etica professionale e cortesia.
  3. Stabilità di comportamento e di azione ed essere di esempio da imitare.
  4. Fiducia in sé.
  5. L'efficienza e l'efficacia personale, il dinamismo
  6. Integrità (qualità che genera fiducia).
  7. Indipendenza.
  8. Concorrenza intellettuale.
  9. Corretto giudizio (essere in grado di giudicare obiettivamente).
  10. Analisi ad alta capacità o risoluzione dei problemi.
  11. Immaginazione creativa (capacità di vedere le cose sotto nuove prospettive
  12. Attitudine ai rapporti interpersonali, che coinvolgono:
    • Orientamento verso l'aspetto umano del problema.
    • Ricettività a informazioni o nuovi punti di vista mettere avanti di altri utenti.
    • Possibilità di guadagnare la fiducia e il rispetto del personale dell'organizzazione cliente.
    • Capacità di ottenere la partecipazione del cliente nella soluzione dei problemi.
    • Capacità di trasmettere le loro conoscenze al personale del cliente organizzazione.
    • Capacità di applicare i principi e le tecniche di un cambiamento previsto.
    • Capacità di spersonalizzare problemi e insegnare ad per attaccare le cause e non alle persone.
  13. Capacità di comunicare e persuadere personalizzato (verbalmente o per iscritto, graficamente).
  14. Maturità psicologica.
  15. Abilità come mediatore di conflitti
  16. Capacità di auto-apprendimento continua.
In particolare rileva che:
... requisito indiscutibile che deve essere generato per la preparazione del consulente consiste di possedere una vasta erudizione, vale a dire, oltre a una conoscenza complessa e profonda in un particolare ramo necessarie competenze in settori correlati .for che molto consulente di frequenza si è laureato in due o tre specialità.
Molti consulenti hanno esperienze nel lavoro di insegnamento sviluppato da loro nei centri di istruzione superiore, così come gradi e titoli scientifici.
È necessario che non è sufficiente avere conoscenza profonda teorica, ma "noi... bisogno di esperienze pratiche di lavoro concreto."
Sui punti base sopra alle ditte di consulto generalmente non funzionano giovani specialisti che dominano i lavoratori con molti anni di esperienza. Più recenti esperienze, soprattutto cubani e di altri paesi, mostrano che possono sviluppare consulenza lavoro personale relativamente giovane correttamente combinati con le più grandi esperienze, essendo necessario stabilire modi adatti per la formazione dei consulenti.

Gli aspetti etici del consulente.

È stato riconosciuto che, nell'esercizio della consulenza, il consulente deve osservare una certa etica . Tra le regole di condotta che devono essere l'etica del consulente abbiamo.
  1. Modestia.
  2. Dimostrare la vostra competenza senza usare trucchi per impressionare.
  3. Lavorando con organizzazione e disciplina.
  4. Non utilizzare più a lungo richiesto dal problema.
  5. Riservatezza.
  6. Capacità e la pazienza di ascoltare le argomentazioni del consulente personale.
  7. Insegnamento a lavorare senza parlare.
  8. Evitare il confronto con il personale della società, o tra questo e il corpo superiore e territoriale. piuttosto, di agire come mediatore nel conflitto.
  9. Usate la convinzione e non imporre i criteri sono accettati.
  10. Evitare la responsabilità per le decisioni. Il consulente deve essere un attivo promotore del cambiamento, responsabilità per la realizzazione dello scambio è dal client.
  11. Le soluzioni fornite dal consulente dovrebbero avere un impatto positivo a livello dell'economia nazionale e non solo sul client e dovrebbero prendere in considerazione gli effetti sociali e ambientali derivanti dal loro.
  12. Spirito di sacrificio e dedizione al lavoro.
  13. Essere un baluardo dell'adempimento delle leggi stabilite e non stabilire eventuali raccomandazioni che coinvolgono negativi verso il cliente, società o soggetti terzi.
  14. Essere onesti nel più vasto senso della parola.
  15. Lavorare con lo spirito di win / win
Pratica ha dimostrato che la trasgressione di una qualsiasi delle regole di condotta che devono essere l'etica del consulente, rallenta il processo di cambiamento che è destinato a promuovere e può portare anche altre implicazioni che influenzano l'immagine del cliente, il consulente o altri effetti e implicazioni anche legali.

Alcuni aspetti da considerare per i consulenti.

Nel caso l'intervento di consulenti all'interno dell'azienda, occorre ricordare che la responsabilità per il processo di integrazione del team di lavoro è proprio manager e che decisioni essenziali devono essere fatta da loro. La missione del consulente è concreta, quindi, per avviare e promuovere il processo di integrazione, aiutando il gruppo di rivedere i suoi progressi e difficoltà periodicamente; soprattutto, per fornire supporto al leader formale fino a quando è in grado di sostenere lo sforzo di integrazione con le proprie risorse. Alcune delle funzioni più importanti effettuate dai consulenti e in particolare i processi elencati di seguito:
  • Creare un clima di apertura e un'atmosfera di fiducia e rispetto per l'individualità del popolo nel cuore delle squadre di lavoro.
  • Aiutare i team di lavoro per identificare gli ostacoli che impediscono il raggiungimento degli obiettivi.
  • Promuovere il lavoro di squadra problem solving attraverso l'analisi delle loro cause e la generazione di soluzioni alternative.
  • Promuovere e partecipare i cambiamenti sono necessari, come indicato dall'analisi dei problemi.
  • Esaminare i concetti e i valori che sono in gioco durante l'implementazione di modifiche.
  • Proporre strumenti che facilitano la realizzazione delle azioni di cambiamento.
  • Rafforzare la capacità delle squadre per identificare, analizzare e risolvere i problemi.
  • Educare al team di identificare eventi organizzati nella loro dinamica interna e la sua interazione con altri gruppi.
  • Di seguire le azioni completate e commesso dal team per apportare modifiche; collaborano per sostenere, mai sorvegliare.
  • Trovare la soluzione dei problemi passo dopo passo senza violare fasi e inducono questo team.
  • Lavorare consapevolmente sulla formazione e lo sviluppo di lavoratori e dirigenti al fine di creare una capacità adeguata e permanente per il cambiamento e garantire l'irreversibilità delle modifiche.
  • Il consulente dovrebbe anche
Facendo Manager a capire che la vera esperienza essi e i loro lavoratori averlo e sono responsabili per il cambiamento e i suoi risultati e che devono portare loro.
Dimostrare che le idee e le soluzioni sono della squadra e non loro proprio, ma riconoscere la loro collaborazione e responsabilità.
Instillare nell'umore di tutti i tempi e trasmettere lo spirito di vincitori.

I consulenti a tutti i costi evitare di cadere i seguenti errori:

  • Supponiamo che la soluzione è nelle tue mani, perché è nelle mani di dirigenti e lavoratori nell'organizzazione.
  • Prendere troppe responsabilità in aspetti critici, sono imprenditori e loro squadre che adottano e attuare le azioni e la loro partecipazione attiva dovrebbero essere incoraggiate.
  • Violare i passaggi, "bruciando le tappe" al fine di guadagnare tempo o per un altro motivo.
  • Utilizzo di qualsiasi informazione ottenuta senza l'autorizzazione del cliente.
  • Mostrare la sconfitta, l'impotenza in situazioni o permettere che ciò accada, non siamo perdenti, i perdenti sono destinati a perdere.
È necessario chiarire che non solo persone con capacità specifiche, come nel caso di consulenti, possono essere designati funzioni "ma anche uomini e donne comuni spesso lavorano come agenti del cambiamento. Tutti noi siamo, spesso, dovere per dare supporto o la possibilità di riceverlo ". L'idea di base è che tutti sono a senso unico o altri consulenti e sono disposti a fare così e soprattutto tutti coloro che lavorano nello staff dell'organizzazione.
Di conseguenza, gli individui che agiscono come consulenti, per fornire un sostegno efficace nella pianificazione e implementazione delle modifiche, devono essere pronti a controllare periodicamente il vostro persona sulla base delle seguenti esigenze:
  • Approfondire la conoscenza di se stesso: il consulente deve essere disposto a confrontarsi con l'immagine che ha di se stesso, anche le potenzialità e limiti, con l'immagine che riflette lo l'attrezzatura con cui lavorare.
  • Interagire con gli altri e di comprendere la situazione di questi: mezzi per stabilire un caratteristico tipo di rapporto profondo e significativo gli altri per capire le circostanze di ogni persona e delle apparecchiature all'interno dell'ambiente di lavoro. Significa sentirsi nel mondo degli altri come se fosse il proprio, senza perdere la possibilità di analizzare con obiettività.
  • Ascoltare e osservare i fenomeni delle squadre: si riferisce alla volontà di concentrare l'attenzione su quanto sta accadendo nelle dinamiche delle squadre di lavoro in modo tale che, attraverso l'azione di volontà d'ascolto, cogliere il significato e le implicazioni della comunicazione e comprensione attraverso l'osservazione del comportamento di gruppo. Questo atteggiamento di ascolto per attirare l'attenzione ai bisogni e risorse dei membri della squadra per rispondere alle esigenze della loro necessaria e non i propri.
  • Dare e ricevere feedback: è disposto a comunicare con persone e gruppi di osservazioni derivate dal loro comportamento per orientarli verso il raggiungimento dei loro obiettivi. Allo stesso tempo, è di essere aperti alle informazioni riguardo alle loro prestazioni come consulente.
  • Gestire l'ambiguità e la frustrazione: è relativo alla capacità di accettare le contraddizioni e le limitazioni. Per questo motivo, il consulente sarà consapevole che in qualsiasi azione di sviluppo c'è sempre il rischio che i risultati non corrispondono alle aspettative anche se essi possono rispondere alle esigenze dei membri del team.
È importante notare che il consulente può acquisire e sviluppare queste caratteristiche attraverso un processo di costante aggiornamento delle loro conoscenze, abilità e attitudini e attraverso la sua esperienza al lavoro.
Tutte queste qualità e capacità di formano il profilo del consulente ideale, obiettivo difficile da raggiungere, ma che servono per ogni consulente, secondo le loro capacità, stile e circostanze, identificare coloro che hanno bisogno di sviluppare.
Concetti di Leadership e Marketing

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…