Passa ai contenuti principali

Chi è Efestione | L'origine e la storia.

da Donald L. Wasson
clip_image012
Efestione era un membro di Alexander il grande guardia del corpo personale del re macedone più vicino e permanente amico e advisor. Così tanto così, morte di Efestione avrebbe portato il giovane re fino alle lacrime. Dal 334 al 323 A.C. Alessandro Magno conquistò gran parte del mondo conosciuto. Egli condusse il suo esercito in un Odissea di dieci anni in Asia minore e in Persia, Egitto e India. Alla fine, dopo la sua sconfitta di Dario III, divenne l'auto-proclamato re dell'Asia. Naturalmente, egli non avrebbe potuto questo senza il supporto del suo esercito fedele e staff di ufficiali qualificati - Tolomeo, Perdiccos e Cratero, ma sopra tutti gli altri, Efestione.

Primi anni di vita

Il figlio di Aminta, Efestione è stato sollevato nella capitale macedone di Pella e secondo la maggior parte delle fonti Nato nel 356 A.C., lo stesso anno il re. Venendo da una famiglia aristocratica, come erano molti degli ufficiali di personale che seguirebbero Alexander in Asia, è diventato un allievo, insieme a Alexander, del filosofo Aristotele a Mieza, una città a ovest di Pella. La sua intelligenza ha impressionato il mondo accademico ateniese, e, come il re, corrisponderebbe con a vicenda durante la campagna lungo persiana. Efestione era considerato bello da molti, e padre di Alessandro, Philip II, lo considerava un'ottima influenza su suo figlio. Poco dopo Filippo sposò Cleopatra, il futuro re divenne preoccupato per la sua posizione come successore. Un disaccordo scoppiò tra Filippo e Alessandro, una disputa alimentata dai suoi amici. Per questo motivo, molti degli amici di Alexander furono mandati in esilio; Tuttavia, a causa del rispetto di Philip per Efestione, fu risparmiato questa umiliazione.

Sulla campagna

Nel 334 A.C., dopo aver riconquistato la lealtà di molte delle città-stato greche-soprattutto dopo la distruzione di Tebe - Alexander e il suo esercito attraversò l'Ellesponto sulla prima tappa della loro conquista della Persia. Tuttavia, prima di scontrarsi con l'esercito persiano al fiume Granico, Alexander ha scelto di visitare la tomba del suo eroe (e presunto antenato) Achille a Troia (un piccolo villaggio al tempo di Alessandro). Tale era il suo fascino con l'eroe, il re dormiva sempre con una copia dell' Iliade di Omero sotto il suo cuscino. Con lui a Troia, naturalmente, fu, tra l'altro, Efestione che ha deposto una corona di fiori presso la tomba dell'amico di Achille Patroclo. Infatti, molti hanno visto il rapporto di Alessandro ed Efestione per essere simile a quello di Achille e Patroclo. Più tardi, i due uomini si trovava by-side come Alexander reciso il nodo gordiano. A causa di questa vicinanza unica, molti ufficiali è cresciuto estremamente gelosi. Stranamente, questa gelosia non era limitato al personale per Olympias, madre di Alessandro eccessivamente protettivo, risentì anche la relazione.
Efestione era Alexander più vicini e più fedele compagno durante le campagne militari del grande re.
Amicizia di Efestione con Alexander alla fine avrebbe permesso di essere nominato chiliarca o comandante in seconda. Anche se c'è disaccordo considerevole tra le fonti contemporanee, molti all'interno dell'esercito non credevano Efestione ad avere la leadership necessaria o abilità militare; Infatti, alcuni non riescono a ricordare qualsiasi partecipazione attiva in molte delle principali battaglie (anche se fu seriamente ferito a Gaugamela); Tuttavia, per fortuna per Alexander, dimostrò un talento per l'organizzazione. Alexander avrebbe lasciato gran parte della logistica della campagna di Efestione - la fornitura e il trasporto di attrezzature, costruzione di ponti e anche l'istituzione e la pianificazione di nuovi insediamenti.

Rivalità & posizione speciale

Un ufficiale, Cratero, crebbe a risentirsi profondamente Efestione (il sentimento era reciproco) e Alexander dovuto separare i due in più di un'occasione. A un certo punto in India in realtà avevano disegnato spade. Alexander fu costretto a li biasimo sia, scolding Efestione e dicendogli che sarebbe nulla senza Alexander. (Gli storici non concordano sul significato di questa affermazione). E ' stato spesso detto che Cratero era un amico del re, ma Efestione era un amico di Alexander. Nel suo storico Vive greco Plutarch ha scritto,
... egli (Alexander) amato Efestione meglio, ma rispettato Cratero più, costantemente stava dicendo che a suo parere mentre Efestione era fedele ad Alessandro, Cratero era fedele al re. Questo aiuta a spiegare perché c'era brutta sensazione festering tra i due di loro, così che si sono scontrati spesso.
Plutarch ha detto più tardi, che il re ha riunito i due e li ha fatti gli amici ancora ma ognuno ha dato un avvertimento - che avrebbe ucciso entrambi, se li trovò mai litigare nuovamente. Alla fine, Cratero ritornerei in Macedonia, infine morendo nel 321 A.C. durante le guerre di successore dopo la morte di Alessandro.
clip_image013
Questa intima relazione tra Efestione e Alexander può essere visto anche in un incidente dopo la battaglia di Isso e la sconfitta di Dario III. Il re persiano si è giocato dal campo di battaglia e sfuggì alla cattura, lasciando al suo esercito per subire una sconfitta devastante. Purtroppo per sua madre, moglie e figlie, sono stati lasciati insieme ad abbondanti ricchezze; Darius alla fine farebbe appello senza successo per il loro ritorno. Realizzando il destino della maggior parte dei prigionieri di guerra, soprattutto donne e mi aspettavo il peggio, madre di Dario, Sisygambis, temuto per la loro sicurezza e come Alessandro ed Efestione entrò nella tenda, si gettò prima il più alto e più bello di Efestione, pregando per la sua vita. Nel suo The campagne di Alexander lo storico Arriano raccontò l'accaduto.
Madre di Darius, in dubbio a causa della somiglianza dei loro vestiti, quale dei due era il re, prostrato se stessa prima di Efestione, perché lui era più alto di suo compagno. Efestione ha fatto un passo indietro, e uno di supervisore della Regina rettificato suo errore puntando ad Alessandro; la Regina si ritirò nel profondo imbarazzo, ma Alexander semplicemente osservò che il suo errore è stato di nessun conto, per Efestione, anche, era un Alexander.
Arriano aggiunto che, indipendentemente dal fatto che l'incidente era vero, il giovane re dovrebbe essere ammirato per il suo rispetto e la fiducia in un amico - ma si parla anche per la natura del personaggio di Alexander.

Comando navale

Dopo isso, Efestione fu messo a capo rinforzi navali di Alexander, ordinati per seguire il progresso dell'esercito lungo la costa mediterranea da Gaza per la città Pelusium sul delta egiziano - governatore di quest'ultima si arrese sia la città e il suo tesoro intero senza combattere. In un altro test di fiducia di Alexander in Efestione, il re lo incaricò sostituendo il vecchio, deposto sovrano persiano della città appena sequestrato Porto di Sidone con un altro governatore. Un membro della famiglia reale vecchio Abdalorymus è stato rapidamente trovato e dato il Governatorato. Successivamente, Efestione condusse la flotta fino al fiume Nilo nella capitale egiziana di Memphis dove, Tolomeo, Cratero e Alexander studiò legge egiziana e doganale. Prima della battaglia finale contro Dario a Gaugamela, Alexander incaricò Efestione di uno squadrone di scout il Tigri e l'Eufrate e costruire un ponte. Saggiamente, non ha completato il ponte fino all'arrivo di Alessandro, temendo che i persiani si distruggerebbe. Da parte per la menzione della sua ferita ricevuta, fonti non menzionano Efestione nuovamente fino al processo di cospirazione di Filota.

Lealtà verso Alexander

Prima di marciare in India e prima della loro spedizione in Battria, c'era grande agitazione all'interno dell'esercito. I veterani erano stanchi e volevano tornare a casa a Macedonia e loro famiglie. Inoltre, molti ufficiali di personale in disaccordo con il re su molte delle sue decisioni atipiche - la sua adozione di costumi persiano e abbigliamento, nonché il suo desiderio che si prostrano davanti a lui e baciare il suo anello. Hanno risentito soprattutto sia l'aggiunta di persiani nell'esercito e viene chiesto di prendere mogli persiane. Tuttavia, a differenza di molti altri, Efestione sempre supportato le decisioni di Alexander anche con l'idea di prendere una moglie persiana e lui è stato dato una delle figlie di Dario, Drypatis, mentre Alexander ha scelto l'altra figlia, Barsine, come sua amante.
Tuttavia, fedeltà di Efestione Alessandro migliore è stata dimostrata durante l'ammutinamento aspiranti contro Alexander. Nel 330 A.C. Efestione, insieme a Cratero, ha parlato contro Filota, il capobanda sospettato della trama, convincere il re che lui e gli altri cospiratori dovrebbero essere torturati ed eseguiti - questa esecuzione anche incluso Parmenio, padre di Filota e il comandante da lungo tempo dalla Corte di Filippo. In seguito, Alexander ricompensati Efestione suddividendo il comando dei compagni tra lui e Clito.
Durante la campagna in India, Efestione ha condotto una grande forza attraverso il passo di Khyber sottomettere qualsiasi ribelle tribù indiane. Successivamente, Perdiccos e lui ha preso mezza i compagni, la cavalleria mercenaria, il treno di bagagli e diversi ingegneri indiani di costruire un ponte attraverso l'Indo (questo stesso ponte servirebbe a guado l'Idaspe). Quando le linee di comunicazione sono state assistite, essi si riunì Alexander e preparati ad attraversare l'Indo e faccia re Porus - presso il Hydaspes Hephaestion sarebbe stato posto al comando di uno squadrone. Dopo la vittoria contro Porus, Efestione split con Alexander riconnessione più tardi e combattendo contro il Mallians - fu qui che Alexander è stato ferito e vicino alla morte. Infine, poteva andare più lontano; Alexander ha soccombuto ai desideri delle sue truppe e ha deciso di tornare verso nord a Babilonia.

Morte

Trascorsero l'estate e la caduta a Ecbatana, dove, dopo una notte di bevute, Efestione sviluppato febbre alta - Alexander sarebbe rimasta al fianco del suo amico fino a quando non ha mostrato segni di ripresa. Purtroppo, Efestione è ricaduto presto, e nel mese di ottobre di 324 A.C., morì (è stato respinto qualsiasi possibilità di avvelenamento). Alexander stesso sarebbe morto otto mesi più tardi. Il re ha trascorso i due giorni successivi in lacrime, in lutto per la morte del suo amico. Oltre a tagliare i capelli, ha ordinato le criniere e code di tutti i cavalli tagliati fuori pure. È stato dichiarato lo stato di lutto, i sacrifici sono stati fatti e sacri fuochi accesi. Purtroppo, è stata una giornata triste per il medico di Efestione, Glaucius, che fu giustiziato per la sua incapacità di mantenere vivo il suo paziente. Corpo di Efestione alla fine sarebbe stata inviata a Babilonia, dove è stata costruita una gigantesca pira. Alessandro ha inviato un inviato a Siwa per richiedere Efestione essere dichiarato un Dio, ma la richiesta è stata rifiutata; solo, egli possa essere onorato come un eroe divino. Plutarch ha scritto,
... (Alexander) aveva il dottore miserabile infilzata su un palo e vietato giocare i tubi e tutta la musica nell'accampamento per un considerevole periodo di tempo, finché non avesse ricevuto un oracolo da Ammon, dicendogli di adorare Efestione come un eroe e di Istituto rituali sacrificali in suo onore.
Anche se alcune fonti sostengono che Efestione e Alexander sono stati più di solo buoni amici, la maggior parte sono d'accordo che il loro rapporto era unico e rafforzata sia per gli uomini. Tutta la sua vita, Efestione è rimasto vicino al re, che serve sia come un prezioso consigliere e amico. Se o non era un comandante capace è irrilevante, le sue abilità nella logistica assistita nella sconfitta dei persiani e il loro re Dario III.
Estratti dal sito Web: Ancient History Encyclopedia sotto licenza Creative Commons.
Storia antica

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…