Passa ai contenuti principali

Che cosa è Omofobia | Concetti di Psicologia

L' omofobia imposta l'odio, il bigottismo, l'odio che alcune persone nutrono contro gli omosessuali. Quelli che harboring nella vostra mente questa fobia non sono ancora completamente definiti tua identità sessuale, che solleva dubbi, ansie e certa una rivolta, che si sono trasferiti a coloro che professano questa preferenza sessuale. Questo si verifica spesso nell'inconscio di questi individui.
Per riaffermare la loro sessualità e come meccanismo di difesa istintiva contro qualsiasi possibilità di sviluppo di una sensibilità diversa per persone dello stesso sesso, i soggetti diventano aggressivi e possono anche commettere un omicidio per conservare qualsiasi rischio. Spesso, tuttavia, l'omofobia omosessuale stesso, come un processo di negazione della sua sessualità, a volte solo nei primi momenti, altri di una forma persistente, quando l'individuo si tratta di contrarre matrimonio con una moglie e fondare una famiglia, senza mai prendere la sua omosessualità. Quando questo meccanismo diventa cosciente, può essere elaborato attraverso una terapia che funziona i concetti e i valori di questi individui per quanto riguarda l'opzione omosessuale.
L'omofobia termine fu impiegato inizialmente nel 1971, dallo psicologo George Weinberg. Questa parola, di origine greca, si riferisce a un'irrazionale paura dell'omosessualità, con una profonda connotazione di repulsione, disgusto totale, anche per nessun motivo apparente. Questa è una domanda che affonda le sue radicata nel razzismo e ogni tipo di pregiudizio. Questa paura va attraverso il problema di identificazione di gruppo, cioè l'omofobico conforme loro credenze a quelle della maggioranza e coloro che si oppongono radicalmente non si allineano con questi ruoli tradizionali che essi svolgono nella società, anche se solo in apparenza.
Alcuni assimilare l'omofobia a una sorta di xenofobia, il terrore di tutto ciò che è diverso. Ma questo concetto non è accettato, perché il timore di strano non è l'unica fonte in che gli avversari della bevanda gay, come esistono anche culturali, religiosi provoca – principalmente credenze cristiane (cattolici, protestanti), ebrei o musulmani-ideologica,-gruppi politici di estrema sinistra ed estrema destra e altri che si intrecciano anche nel pregiudizio. Solitamente i fondamentalismi cede spazio all'omosessualità. Esistono, tuttavia, all'interno dei gruppi citati, chi difendere e sostenere i diritti degli omosessuali. All'interno le norme di legge, ci sono anche varianti, cioè ci sono leggi che tra le coppie dello stesso sesso e coppie di sesso opposto se diversificare. E, per quanto possa sembrare strano, nel XXI secolo, alcuni paesi applicano anche la pena di morte contro gli omosessuali.
L'omofobo può reagire agli omosessuali con insulti, insulti verbali, gesti, o con una convivialità sociale basato su antipatia e ironie, travestite da modi per raggiungere l'obiettivo, senza correre il rischio di essere citato in giudizio perché è difficile in questi casi dimostrano che c'è stato un atto di omofobia. Alcuni movimenti sono eseguiti in codice, condiviso in tutto il mondo dagli avversari degli omosessuali, come fischietti, alcuni canti e battimani.
Pubblicato per scopi didattici
Cultura e scienza

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…