Passa ai contenuti principali

Che cosa è Intelligenza spirituale | Concetti di Psicologia

L' Intelligenza spirituale è un terzo complesso di facoltà intellettuali, che entra nel nostro atteggiamenti e di esperienze in un contestura senza restrizione del significato e valore, dando loro un carattere più coerenza. Oggi hanno un più elevato livello di quoziente spirituale-QS-rende l'individuo in grado di esercitare un'esistenza più piena di significato.
In questo modo l'intelligenza spirituale implica avere il potere di credere in un creatore e psiche cosmico, così come la possibilità di relazionarsi con lei; So che esiste questa dimensione si estende la fede umana. Tradotto, la più alta coscienza della presenza divina, l'uomo sperimenta e si riferisce a Dio.
Il Maestro ha chiarito l'umanità su questa eredità, promuovendo la comprensione di questa sfera, attraverso la propria pratica di intelligenza spirituale, esemplificando la necessità di una riforma intimo raggiungere la serenità interiore e un più appropriato significa per valorizzazione spirituale e la rivelazione di valori e sensi rinnovata esistenza.
Fattore di intelligenza spirituale si estende la prospettiva umana e la sua inventiva, come bene come stimolare l'individuo a seguire sempre in avanti. Attraverso questa capacità che l'uomo è in grado di trascendere le sfide del viaggio e risolvere i problemi del significato e valore. Questo quoziente è strettamente legata alla mancanza di scopo umano, di decifrare il significato della sua vita.
Questo disegno è molto vasto e viene ulteriormente perfezionato nel corso degli anni dai ricercatori. Essa comprende questioni come lo scopo dell'esistenza; lo sviluppo delle virtù; la scommessa sulla fede e speranza come strumenti per affrontare gli ostacoli del trekking; la sfera metafisica e spirituale dell'essere umano; comprendere il significato della vera libertà, che si svolge sul perimetro stabilito di standard etici e morali; il rilascio, in essere, delle energie negative e distruttive; la testimonianza di Gesù; No valori acquisiti da risorse materiali, tra molte altre questioni.
È importante rendersi conto che l'intelligenza spirituale può essere ingrandita mentre l'uomo si riferisce alla coscienza del creatore. Fino all'inizio del XX secolo la IQ o il quoziente di intelligenza è stato l'unico elemento ufficialmente accettato di mezzi scientifici per misurare l'intelligenza umana. 90 anni furono segnati, a sua volta, dall'apparenza di intelligenza emotiva, che ha rivelato l'inadeguatezza del fattore intellettuale, perché egli non poteva impostato senza il contributo della dimensione campo emozionale.
Il XXI secolo, a sua volta, si risveglia alla realtà dell'intelligenza spirituale, senza che uno non può veramente capire la vita umana. Fisica e filosofo americano Danah Zohar e la sua sposa, lo psichiatra Ian Marshall, stanno dimostrando l'esistenza, nel cervello umano, un settore da cui si irradiano le esperienze spirituali dell'uomo, il "luogo di Dio".
Diversi settori di business cominciano a interessarsi di questa nuova misura di intelligenza, già con l'obiettivo di migliorare la sfera umana, così che gli esseri umani possono incontrare nella loro attività professionale un maggiore significato esistenziale. Sono blocchi aziendale, oltre a profitto, anche scopo di agire nella metà nella promozione dei loro prodotti, sia in questioni ambientali, educativi, sia nel settore della sanità.

Fonti:

http://www.engenhariaespiritual.com/index.php?option=com_content&task=view&ID=14&Itemid=28
http://www.universocatolico.com.br/index.php?/a-Inteligencia-Espiritual-o-Ponto-de-Deus-no-cerebro-humano.html
Pubblicato per scopi didattici
Cultura e scienza

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…