Biografia di Wolfgang Amadeus Mozart | Compositore Austriaco

Genio straordinariamente precoce, morte prematura del compositore austriaco ha provocato un'accumulazione delle leggende.
Considerato da molti il più grande genio musica di tutti i tempi, Wolfgang Amadeus Mozart compose un'opera originale e potente che attraversato generi diversi come buffa di opera, musica sacra e sinfonie. Il compositore austriaco è diventato famoso non solo per le sue straordinarie doti come musicista, ma anche per la sua movimentata biografia personale, segnata dalla ribellione, cospirazione contro e morte prematura. Carattere ribelle e imprevedibile, Mozart prefigura la sensibilità romantica. Fu, insieme a Handel, uno dei primi compositori che ha cercato di vivere a parte il patrocinio dei nobili e religiosi, ha reso il momento clou mettendo il passo ad una mentalità più libera per quanto riguarda gli standard del tempo. Suo carattere anarchico, aliena si guadagnò l'inimicizia dei suoi concorrenti alle convenzioni e lo creò difficoltà con i loro datori di lavoro.
Wolfgang Amadeus Mozart nacque il 27 gennaio 1756, frutto del matrimonio di Leopold Mozart e Anna Maria Pertl. La madre proveniva da una famiglia benestante di funzionari pubblici; il padre era un modesto compositore e violinista della Corte del principe-arcivescovo di Salisburgo, autore di un manuale utile per introduzione all'arte del violino, pubblicato nel 1756. Mozart era il settimo figlio di questo matrimonio, ma i suoi sei fratelli sopravvisse solo una ragazza, Maria Anna. Wolferl e Nannerl, come famiglia, chiamato i due fratelli sono cresciuti in un ambiente in cui musica regnò dall'alba al tramonto, poiché il padre era un violinista eccellente che era nella Corte del principe-arcivescovo Segismundo de Salzburgo come vicemaestro di cappella e compositore.

Il trattato per una scuola di base violino,
Leopold Mozart
Al momento, Salisburgo stava cominciando a riprendersi dal disastro economico e umano delle guerre civili del XVII secolo, ma ancora la vita cultura ed economica ruota quasi esclusivamente intorno figura feudale dell'arcivescovo, mentre ha cominciato a circolare le idee illustrate tra una nascente borghesia urbana, ancora ignara di centri sociali di prestigio e potere. Un'atmosfera che dovrebbe essere ricordata per, a sua volta, diventare incaricato la mentalità del padre di Mozart, come pure la ribellione giovanile del figlio.
Leopold, infatti, educato i loro figli in tenera età come un musicisti capaci di contribuire al sostentamento della famiglia e presto diventano server al soldo del Principe di Salisburgo. Un'aspirazione logica e comune nel suo tempo. Nannerl, cinque anni più vecchio di Wolfgang, già ha dato lezioni di pianoforte all'età di dieci, e uno dei suoi allievi è stato suo fratello. Interesse e le attenzioni di Leopold inizialmente focalizzata sulla formazione di dotadisima Nannerl, senza rendersene conto l'appello iniziale del piccolo Wolferl sentito dalla musica: tre anni sta esercitandosi con la tastiera del clavicembalo, era senza muoversi e con gli occhi come piatti a sua sorella classi era nascosto sotto lo strumento per l'ascolto di suo padre per comporre nuovi pezzi.

I geni più precoci

Pochi mesi dopo, Leopoldo fu costretto a dare lezioni ai due e fu sbalordito a vedere a loro quattro-anno-vecchio figlio leggere le note senza difficoltà e minuetti di giocare con più facilità con cui è stata scattata la zuppa. È stato subito evidente che la musica era la seconda natura dei primi Wolfgang, capace in così tenera età per memorizzare qualsiasi ripetizione casuale, brano ascoltato le melodie di tastiera che erano piaciuto nella Chiesa e vedere con armonie tino e innocenza di un punteggio.
Un anno dopo, Leopoldo scoperto trasferiti, nel taccuino di sua figlia, le prime composizioni di Wolfgang, scritto con calligrafia bambini e riempito con sbavature di inchiostro, ma correttamente sviluppato. Con le lacrime agli occhi, Padre abbracciò il suo piccolo "miracolo" e determinato a dedicarsi anima e corpo alla loro educazione. Joker, sensibile e vivace, Mozart è stato incoraggiato da uno spirito beffardo che stava trasformando appena prima la musica; per interpretare le note dei vostri pezzi preferiti, il viso roseo adottato un'espressione impressionante di gravità, un gesto di fermezza quasi adulto in grado di diventare feroce se c'era meno rumore nei dintorni. Egocentrico, che sembrava di sentire poi una meravigliosa melodia interiore belle dita cercando di strappare dalla tastiera.
Orgoglio paterno non poteva essere fermato e Leopold ha deciso di introdurre i suoi due geniecillos nel mondo del sovrano e nobili, in ordine ad entrambi godono Lodi prevedibile come trovare generosi mecenati e protettori disposti a garantire la carriera dei futuri musicisti. Rinuncia al tutte le ambizioni personali, è stata dedicata esclusivamente alla missione di guidare i fratelli prodigiosi fino alla maturità musica completa. Anche se il bambino da tutti i conti era un genio, si deve osservare che il suo talento era educato, stimolato e lucidato con la diligenza del padre, che può essere attribuita solo per avere esposto un bambino fragile salute ai rigori costanti di un viaggi certamente scomodo. L'iconografia del bambino Mozart non ci offrono un ritratto fedele del suo aspetto, ma testimonianze concordano in un estremo, quasi malaticcio pallore.
Così, i fratelli di Mozart è diventato concerto di bambini a tours sempre più ambiziosi; avevano la benedizione del Principe, senza cui non sarebbe stato in grado di lasciare la città. Dal 1762 al 1766 hanno fatto parecchi viaggi da Germania, Francia, Gran Bretagna e Paesi Bassi. Nel 1762, un anno dopo il primo saggio di Mozart, i fratelli hanno dato concerti nelle sale di Monaco di Baviera e Vienna. Nello stesso anno, si recò a Francoforte, Liegi, Bruxelles e Parigi.

Sua sorella Maria
A Versailles, quel ragazzo viziato dagli applausi di tutti, ma alla fine e dopo il bambino, saltato in uno sfogo ai piedi dell'imperatrice di abbracciarla e ha suggerito lui al futuro Regina María Antoinette, poi la ragazza della sua stessa età, sposarlo, oltre a rendere un pubblico desplante a madame de Pompadour per aver rifiutato di baciarlo. Da lì si diressero a Londra, dove hanno giocato a Buckingham Palace e incontrò Johann Christian Bach, Johann Sebastian, cui composizioni hanno sedotto figlio preferito del bambino. In appena sei settimane Wolfgang era in grado di assimilare il suo stile e la composizione di versioni personali della loro musica.
Tuttavia, non tutti i viaggi erano benefici e successo in moquette. Concerti, a volte simili a atti di circo, non erano quello che si aspettava. Borsa di padre Mozart era vuoto troppo spesso. Come la memoria del grande è debole e capriccioso, alcune porte erano chiuse a loro; Inoltre, la salute delicata del piccolo li ha giocato diverse volte un trucco sporco. Il cattivo stato delle strade, il prezzo delle posadas e infinito viaggio causato cattivo umore e nostalgia, lacrime e frustrazioni.
Il primo tour fu costruito nel 1766. Dal 1767-1769 ha dato concerti per l'Austria e da questa data fino al 1771 per l'Italia, dove ha ricevuto la protezione di Martini, che ha gestito la sua ammissione all'Accademia Filarmonica. Leopold ha riconosciuto che anche denominato per suo figlio e in diverse occasioni tornarono a Salisburgo per porre fine alla vita nomade. Ma la città poco poteva offrire a Wolfgang, anche se avrebbe ricevuto all'età di tredici anni il titolo onorifico di Konzertmeister della Corte Salisburgo; Leopold Wolferl ha voluto continuare a perfezionare la loro formazione musical là dove era accurata e continuarono il loro viaggio in un paese e tagliare in tribunale. Wolfgang ha incontrato durante il loro tour molti celebrati musicisti e insegnanti che ha insegnato diversi aspetti della sua arte e le tecniche straniere.

Mozart a Verona (olio di Saverio dalla Rosa, 1770)
Il ragazzo è stato al corrente con il violino e l'organo, il contrappunto e fuga, Symphony e opera. La permeabilità del suo carattere lui facilitato assimilazione di tutti gli stili musicali. Inoltre iniziò a comporre seriamente, primi minuetti e successive sinfonie, Sonate e opere successive, gli ordini pagati abbastanza bene ma poco interessante per le loro aspirazioni, accettati a causa della necessità di guadagnare abbastanza soldi per sopravvivere e continuare a viaggiare. Spesso fu anche costretto a clavicembalo di insegnamento ai bambini stupidi loro età che lo irritavano immensamente.
Nel frattempo, il padre era sempre più impaziente. Perché non aveva ancora la più alta gloria di suo figlio, che già conosceva più musica che ogni insegnante e cui genio era così visibile ed evidente? Né i suoi concerti per pianoforte e sue sonate per clavicembalo e violino e né le prime delle loro opere comiche finse campanello e Bastian e Bastiana erano riuscito a metterlo tra i più grandi compositori. Solo nel 1770 Leopold prenderà in considerazione che alla fine suo figlio gode di un meritato successo: Papa Clemente XIV dà l'ordine dello Speron d'oro con il titolo di cavaliere, l'Accademia di Bologna lo contraddistingue con il titolo di compositore e il Milanese accompagnare la sua prima opera seria, Mitridate, re del Ponto, con frenetici applausi e grida di "Viva il maestrino!"

Mozart (clavicembalo) con il violinista
Linley a Firenze, 1770
Il 16 dicembre 1771 il Mozart tornò a Salisburgo, aureolados dal trionfo ottenuto in Italia, ma sempre in balia delle circostanze. Quel famoso quindici-anno-vecchio ragazzo già aveva la scrittura di più di cento composizioni (concerti, sinfonie, messe, mottetti e opere liriche) e guardato con orgoglio dello Speron d'oro dal Papa. Nello stesso anno, tuttavia, era morto l'arcivescovo di Salisburgo, e le idee e il carattere del nuovo mitrado, il conteggio di Geronimo Colloredo, alterato il corso della vita di Mozart.

A Salisburgo

Contro quello che possa sembrare, l'atmosfera della cattolica Austria era meno rigida e puritano in Germania protestante, specialmente a Vienna, e il nuovo arcivescovo non era un signore feudale vecchio stile, ma tutti un riformatore illuminato, che ha girato di servi della gleba e servitori del suo taglio a funzionari. In questa operazione, tuttavia, Colloredo ha agito con la rigidità di un despota, e per il giovane Mozart, amministrativamente identificato con giardinieri Palace, la modernizzazione della Corte trovato umiliante e più gravosa rispetto alla benevola e paterna, anche se arbitraria, trattamento del suo ex padrone. La Corte di Salisburgo è stato, inoltre, impregnato di clericalismo e intrighi nella tradizione Vaticana, e desiderava di vitalismo e cosmopolitismo di Mozart per la vita di Vienna, l'intensità della sua curiosità apertura e musicali e animazione artistica dei suoi teatri.

L'arcivescovo Colloredo (olio F. X. Koenig, 1772)
Solo la sua natura allegra e spensierata, salvato i giovani di apatia o ribellione e gli permise di creare a questo tempo più e meglio che mai. Era la fine del bambino prodigio e l'inizio della maturità musicale. Nei suoi concerti, ha rotto con le concezioni tradizionali, raggiungendo un dialogo autentico tra l'Orchestra e i solisti. Le sue sinfonie, di brillanti effetti strumentali e drammatici, erano troppo innovativi per pigre orecchie dei suoi contemporanei. Mozart era per tutti allo stesso tempo nuovo e strano. Ma non la sua opera successiva, il giardiniere finto, che sciolta prima arditamente dramma e buffonata, è stato un successo, anche se aveva cercato di seguire alla lettera le regole della moda e le convenzioni. La ragazza sentito frustrata, ha voluto comporre con libertà e sfuggire il quadro stretto e parrocchiale della sua città natale. Nuove e brevi visite in Italia e Vienna aumentato il loro desiderio per ampi orizzonti.
Durante questo periodo la produzione personalizzata era fondamentalmente sacra, anche se Mozart compose diverse opere auliche, quartetti, Sonate e divertimenti. Dopo un soggiorno a Monaco di Baviera, nel gennaio 1775, alla rappresentanza dinanzi all'elettore Maximiliano III il giardiniere finto, Mozart finalmente Colloredo autorizzazione per un nuovo tour. Accompagnato questa volta da sua madre, egli sinistra Salisburgo, felice di lasciare la sua «città natale selvaggio» e con la speranza di far rivivere i successi dei loro bambini a Parigi. Ma prima si fermò lungo mesi l 777 in Monaco di Baviera, Augsburg e Mannheim, tra le altre città. In quest'ultimo ha fatto amicizia con Ramm, Wendling e Cannabich e scrisse il concerto per pianoforte che era il numero 271 delle sue composizioni.
23 marzo 1778 arrivò a Parigi, dove ha incontrato il primo delle loro esperienze più amare: la città non era a conoscenza di lui; Era cresciuto; un fenomeno della natura che poteva essere visualizzato nei saloni, non era a causa della sua età, alcuni saloni contro cui Mozart ha scritto parole dure dalla frivolezza e insensibilità musicale al suo lavoro. Loro vivevano in condizioni estremamente precarie, che senza dubbio ha contribuito a minare la salute già precaria di sua madre. Anna Maria morì il morte di luglio 3 e questo ha contribuito per aumentare incomprensioni e relazioni tese tra padre e figlio.

La madre di Anna Maria Pertl Mozart
Sconfitto, prima di tornare a Salisburgo, Mozart è approdato sul rifugio ospitale famiglia Weber a Mannheim. Durante il suo tour di ida innamorato di Aloysia Weber, che, alla sua giovane età, ha annunziato una promettente carriera di cantante. Se poi sperava di trovare conforto in esso, questo sarebbe la sua terza esperienza del dolore. In sua assenza, Aloysia aveva trionfato e lo fece sapere chiaramente che non si sarebbe unito a sua vita un musicista senza un futuro assicurato come lui.
I seguenti due anni trascorso a Salisburgo, languono nella sua «schiavitù episcopale», fino a quando un incarico è venuto a Monaco di Baviera: la composizione di un'opera, Idomeneo, in cui Mozart, anche all'interno dello schema di Gluck aulico, avrebbe superato le sue precedenti composizioni per il palcoscenico. Nel 1781 la famiglia Mozart e Weber ha convenuto a Vienna. Come un membro del Tribunale di Colloredo, trasferì la capitale; la famiglia di Weber, di seguire gli eventi musicali della stagione. Poi è arrivato l'amore per la sorella di Aloysia, Costanza.
Nel frattempo, le relazioni con l'arcivescovo arricciata. Mozart, per la disperazione di Leopold, non era alcun modello di diplomazia e, nonostante la sua natura allegra e gentilmente, ha reagito con acrimonia istantanea quando lui era attaccato o umiliato. All'inizio di maggio, Mozart ha ricevuto l'ordine, attraverso un lacchè di Colloredo, immediatamente lasciare Vienna, apparentemente per prendere un pacchetto a Salisburgo, dove ha indicato che dovrebbe rimanere. Mozart ha presentato la sua lettera di dimissioni all'arcivescovo, che accettarono immediatamente. Modelli gratuiti, Mozart risiederebbe in Vienna il resto della sua vita.

A Vienna

Mozart così prefigurato l'artista moderno del romanticismo, in consonanza con lo spirito ribelle del wertheriana Sturm und Drang e sensibilità che conmocionaba per la gioventù tedesca del tempo; un artista che voleva sbarazzarsi di servitù feudale, che ha rifiutato di essere inserito nei ranghi culturale servizio civile, ed era destinato a sopravvivere a proprie spese. Mozart avrebbe pagato molto costoso sua audacia esemplare; ma, per il momento, si sentiva felice e libera. Ha iniziato a dare lezioni di pianoforte e comporre instancabilmente. Presto la fortuna era dalla sua parte: fu commissionato di scrivere un'opera per commemorare la visita del Granduca di Russia a Vienna. Nel momento in cui che erano di moda i problemi turco, esponenti dell'esotismo orientale con tocchi leggermente erotici, Mozart indirizzata la composizione del ratto dal serraglio, che ha debuttato un anno dopo, divenne il suo primo vero successo, non solo in Austria, ma anche in Germania e in altre città europee come Praga.
Il 4 agosto 1782, poco dopo questo grande trionfo, Mozart sposò Costanza Weber, che ha dedicato la Serenata Nachmusik (k. 388). Molto discusso i motivi biografi di questo matrimonio. Il vero amore? Debolezza alla madre di Costanza sensali manovre? Bisogno di affermarsi nella sua nuova indipendenza dalle pressioni del Leopold? Forse era tutto un po'. Il genio musica di Mozart non doveva coincidere con la maturità del personaggio.
In generale tende a credere che la onorevole Weber, che aveva sognato di diventare suo genero ai giovani promettenti, ha cercato di risvegliare l'interesse di Mozart dalla figlia più giovane, di Costanza, di quattordici anni. Non sarebbe difficile: Wolfgang non poteva o voleva resistere alla pressione dolce e promette la ragazza, lei era bella, bambino, allegro e affettuoso, anche se forse non sarebbe la moglie ideale per il compositore caotico. Costanza ancor meno praticità aveva accettato il fatto che lui, tutto era un gioco e non poteva condividere in remoto l'universo spirituale profonda di suo marito, mascherato dietro le battute e le risate. Ma anche se era un giovane uomo di poca raffinatezza spirituale, suo vitalismo dovuto piacere e affascinare anche il ribelle di Mozart. Mozart era considerato l'uomo più fortunato del mondo il giorno delle nozze, e ha continuato a credere che era durante i prossimi nove anni, fino alla sua morte. Mi sembra ingiusto dire che la costanza è stata la causa della loro rovina e perdite. Non è certo che era vero (alcune lettere della moglie marito sono estremamente patetici, nelle loro richieste per sapere di 'salvare la faccia'), ma non è che Mozart sarebbe ad esso in qualsiasi momento.

Costanza Weber (olio su tela di Joseph Lange, 1782)
E non ' dubbio, come il giovane marito, Costanza non era l'amministratore che avrebbe richiesto la delicata situazione di artista indipendente, e sembra che ha sprecato con la stessa gioia che Wolfgang Amadeus: la casa Viennese di Mozart ha ricevuto visite giornaliere da barbiere ed altri server; nei momenti di maggiore difficoltà, Mozart è riuscito a comparire in pubblico, impeccabilmente vestito e visualizzato liberale e ossequioso. Solo dopo la sua morte, suoi amici, molti dei quali in situazione economica invidiabile, imparare con sorpresa l'entità del loro indebitamento.
Matrimonio si stabilì a Vienna, in un appartamento del centro di lusso che presto riempito con traboccante di gioia, feste fino all'alba, danza, musica e bambini. E ' stato un folle, anarchico e ambiente indifferente, molto al gusto di Mozart, che in mezzo a quel caos era in grado di sviluppare la sua enorme impulso creativo. Un'ombra in questi anni è stato cattive condizioni di salute di sua moglie, indebolita con ogni gravidanza; nei nove anni del suo matrimonio ha dato alla luce sette figli, di cui solo sopravvissuti due: Karl Thomas e Franz Xaver (Nato quattro mesi prima della morte di Mozart e futuro pianista). Costanza fu costretto a seguire la cura di riposo, gravosisimas per l'economia debole.
Tutti in Mozart era, pertanto, rifiuti: facoltà, vitalismo, progetti, opere e sentimenti. Non è venuto alla Massoneria nel 1784 in cerca di sostegno finanziario che mai, con orgoglio, ha chiesto suoi amici, ma per soddisfare un desiderio di fraternità universale e spiritualità di Mozart, come molti cattolici austriaci, sacerdoti inclusi, trovato in simboli e riti muratori prima che nel fasto clericale della Chiesa. Una simbologia che più tardi sarebbe sapere come tradurre musicalmente nella composizione del flauto magico.
I nove anni che separano il matrimonio della sua morte può essere divisa in due periodi. Fino al 1787 e soprattutto dai successi Viennese 1784, Mozart gode di pochi anni che possono essere qualificati di «felice». Durante questo primo periodo, la sua produzione era enorme in tutti i generi: concerti per pianoforte, trii, quartetti, quintetti... Del 1783 è la messa in do minore, sia solenne che esultante; 1784 data dai suoi più famosi concerti per pianoforte; nel 1785 dedicato sei quartettiHaydn: tutti sono capolavori, ma il pubblico continua a essere costernato prima una musica che completamente non è capita e che pertanto lo offende.
dati di 1786 opera le nozze di Figaro, con libretto di Lorenzo da Ponte dal lavoro di Beaumarchais. La scelta del soggetto era rischiosa, perché l'opera originale è stata vietata; ma in questa stessa scelta fu rivelata compositore liberale coraggio a partecipare della critica mite, ma sullo sfondo corrosivi, che erano stati compiuti dei privilegi nobiliari, Beaumarchais. Mozart con entusiasmo nel giorno della prima della sua nuova opera: tutto sembrava annunciare un trionfo assoluto, ma dopo alcune rappresentazioni Viennese non ha restituito al Teatro, erano stato assunto i migliori artisti e critici descrissero il lavoro come essendo eccessivamente audaci e difficile.

Tramonto

Vienna ha cominciato a chiudere le loro porte inspiegabilmente ed e così ha avviato un periodo grigio e doloroso che sarebbe durato fino alla sua morte. Biografi parlano sul treno della vita, malattie costosi di Costanza e le macchinazioni dei musicisti viennesi, invidioso non sua fortuna, ma al suo genio. Nella casa di Mozart sfortuna è stato installato presto. Il denaro era mancante, mancanza di ordini e disprezzo del Viennese raddoppiò. Mozart ha dovuto affrontare la minaccia di povertà senza sapere come fermarlo.
Matrimonio ha cambiato la sua immagine di casa sempre alla ricerca di una sistemazione più economica, più volte. Gli amici ha prestati a loro all'inizio con gesto generoso somme sufficienti a pagare il macellaio e il medico, ma di essere a conoscenza del musicista sfortunato non sarebbe in grado di restituire loro in prestito, scomparso uno dopo l'altro. Se la coppia stava ballando in sempre più piccole camere durante il lungo, inverni di Vienna era non di loro gioia festosa ma di sangue circulase congelando le gambe. Costanza salute peggiorò e Mozart ha dovuto tornare, nonostante i suoi debiti, in un sanatorio. Era la prima volta che i coniugi sono separati e il compositore ha sofferto notevolmente; Non smise mai di scrivere ogni lettere appassionate di giorno, come se il suo amore continuerà come vividi come il giorno delle nozze.

Wolfgang Amadeus Mozart
Per sopravvivere, il genio è stato costretto alla risorsa del tutorial, che non sempre si trovano. L'assenza di Costanza, l'umiliazione di essere ingiustamente relegata, le difficoltà economiche, l'esperienza del dolore, in breve, non più esasperante il suo personaggio; Inoltre, aumentato e raffinato loro ispirazione musicale in una prolifica serie di capolavori nel campo della Sinfonia, concerto, opera e musica da camera. Composizioni da questo periodo parla di un Mozart tenero, luce e quasi sorridente, ma con alcuni tocchi di malinconia. Piccola musica notturna e loro famosa Sinfonia Jupiter sono buoni esempi di questo.
Mentre internato, Constance Mozart riceverà un'opera commissionata da Praga. Il risultato sarà la fanfara eseguita prima Don Giovanni il 29 ottobre 1787. Praga, nell'amore con il Maestro, lo pregò che rimase lì, ma Wolfgang ha rifiutato un'offerta attraente, che avrebbe sicuramente migliorato la sua posizione, per essere più vicini a sua moglie. Alla fine e dopo il Vienna attratto voi come il fuoco della farfalla che deve bruciare in esso.
Sua opera fu rappresentata nella capitale austriaca nel 1790 così fan tutte e il seguente anno il flauto magico. Inaspettatamente, entrambi vennero accolte con entusiasmo dal pubblico e dalla critica. Sembrava che i viennesi apprezzato il suo genio senza riserve alla fine e volevo mostrare gratitudine tinti pentimento, anche se era tardivo. Ma la sua salute si è rotto: sappiamo che il giorno della premiere di il flauto magico, 30 settembre 1791, a Vienna e poté frequentare il grande trionfo del popolo dei più ottimisti e amata delle sue composizioni. Il Maestro ha cominciato a soffrire di forti mal di testa, febbri e strani tremori.

Un Requiem per la sua morte

Ha molto ha scritto circa la morte di Mozart. L'idea romantica che è stato avvelenato aveva anche un protagonista: Antonio Salieri, musicista di successo del periodo a cui la leggenda si disegna come un mediocre artista che sapeva, come qualsiasi a suo tempo, capire il genio originale di Mozart e, morto di invidia, non poteva sopportare l'idea che un uomo infantile ha avuto tale dono. Il parossismo è diventato alla fine credendo che Mozart fu sepolto in una fossa comune per cancellare le tracce dell'uccisione. A tal punto diffondere questa storia che è diventato la trama dell'opera Mozart e Salieri di Rimskij-Korsakov, da un gioco dal famoso scrittore russo Alexandr Pushkin e dramma Amadeus de Peter Shaffer (testo che è basato sul film omonimo successo Milos Forman, ha debuttato nel 1984 e interpretato da Tom Hulce). Non non c'è alcun riferimento storico che puo ' confermare questa versione.

Amadeus (1984), Milos telaio forma
La realtà è che nel luglio del 1791, quando Mozart era già soffrono i sintomi della malattia che sarebbe stato mortale, possibilmente uremia, fu visitato da un carattere "sottile e alto che avvolto in un mantello grigio, che lo incaricò di condurre un requiem. La leggenda romantica vuole che Mozart ha visto l'incarnazione della sua morte nel carattere anonimo. Poiché 1954 è conosciuto per un ritratto, l'apparenza fisica del visitatore, che era nientemeno che Anton Leitgeb, cui degustazione era certamente sinistri; Conte Franz von Walsegg ha mandato, e la messa di requiem era dalla moglie recentemente scomparso del conteggio.
Il fatto che i caratteri alti segretamente addebitato composizioni di musicisti famosi e li ha presentato in pubblico come proprie opere non era qualcosa di raro al momento e non riusciva a catturare Mozart, che, in ogni caso, accettato i soldi della Commissione. Ma la coincidenza inquietante di aspetto sinistro del messaggero, la condizione di funerale dell'abitudine e la consapevolezza della debolezza delle sue forze dovuto profondamente impressionare la sensibilità del musicista, che non nascose il suoi amici sua convinzione per essere che compongono il proprio requiem.
In ogni caso, è fuori luogo l'ipotesi calunnioso o un deliberata complotto ordito da Salieri avvelenamento o qualsiasi altro musicista rivale. Mozart non è mai stato un diplomatico con i suoi colleghi di intaglio artistico inferiore, ma precisamente Salieri non risparmiato nessun elogio a Mozart, e uno dei quei rattristato frequentava il suo funerale. Oggi solo un interesse romantico dubbio può ignorare i motivi e le identità, perfettamente stabilita, che si nascondeva dietro l'usanza del requiem. Mentre si guarda, partite reali casuali sono più inquietante la fantasia dannosa dei fabbricanti.

Comporre il Requiem di Mozart
Mozart aveva ragione nella sua intuizione che sarebbe morto prima di finire il suo Requiem. Come in altre opere di quest'ultimo periodo, il suo stile è più contrappuntistico e la sua melodica scrittura più purificata e semplice, ma ora con il rilievo di alcuni molto ombreggiato tenori di clarinetti e fagotti. Alla morte di Mozart, Joseph Eyble ha ricevuto il punteggio per la sua terminazione, non eseguito, con questo compito in Süssmayer. Essa pretende di completamente orchestrato movimenti di Requiem, da «Dies irae» fino a quando i «padroni», sostengono che non ci sono prove convincenti.
La mattina del 4 dicembre 1791, Mozart ha lavorato ancora in Requiem, preparando la prova che suoi amici musicisti eseguirebbe il pomeriggio nella sua camera da letto. Era già una settimana che i medici avevano sfrattato lui. Che sera, durante il processo di «Lacrimosa», Mozart ha pianto e ha detto sua cognata Sophie, arrivo per aiutare Costanza: «Ah, cara Sophie, che cosa sono felice che siate venuti.» Devi stare stanotte e testimoniare la mia morte». Di notte, con grande serenità, ha dato le sue istruzioni ultimi dopo la sua morte e cade in coma. E ' morto un paio d'ore, nelle prime ore del 5 dicembre.
Suo amico Earl Deym lo rese una maschera funeraria, purtroppo perdita, come sarebbe stato in grado di chiarire l'enigma del suo aspetto fisico, così contraddittorio nei suoi vari ritratti. Sotto funerale ebbe luogo in una navata laterale della Cattedrale di Salisburgo, ha partecipato, nonostante la tempesta di neve molto forte e grandine innescato, un gran numero di musicisti, massoni e membri della nobiltà locale. I dati sono significativi, perché nega la leggenda circa l'indifferenza che circondava la sua morte e sepoltura. È vero, tuttavia, che nessuno accompagnato il cadavere al cimitero di St. Marx, dove fu sepolto senza una bara. Ma questi erano le norme stabilite da José II nel suo desiderio curioso per 'modernizzare' la salute pubblica, regole che, anche dopo essere abolito, erano rispettati da molti liberi pensatori e massoni.

Cronologia di Wolfgang Amadeus Mozart

1756Salisburgo, Austria, nacque il 27 gennaio.
1761Ha scritto la sua prima composizione.
1762-66Primo tour come solista con la sorella di Germania, Francia, Gran Bretagna e Paesi Bassi.
1767-71Nuovo tour di Austria e Italia.
1769Fu nominato primo violino del principe-arcivescovo di Salisburgo.
1770Successo alla premiere della sua opera Mitridate, re del Ponto.
1771-81Rimane a Salisburgo, anche se rende alcuni viaggi. È preferibilmente composto musica religiosa. I suoi rapporti con il suo nuovo protettore, il principe-arcivescovo di Salisburgo Geronimo Colloredo, peggiorare progressivamente.
1778Soggiorno a Parigi. Sua madre morì.
1781Rottura con l'arcivescovo Colloredo. Definitivamente fissato a Vienna.
1782Apre l' opera il ratto dal serragliocon grande successo. Sposò Costanza Weber.
1784Si unì la Massoneria.
1786Ha debuttato a Vienna State opera le nozze di Figaro, accolta con freddezza.
1787La sua opera Don Giovanni trionfa al suo debutto a Praga, ma Mozart preferisce soggiornare a Vienna.
1790Trionfa nuovamente a Vienna con opera così fan tutte.
1791Grande successo di il flauto magico, l'ultima opera, la cui premiere non possa frequentare dalla sua salute indebolita. Ha composto il Requiem. Morì a Vienna il 5 dicembre.

Musiche di Wolfgang Amadeus Mozart

Mozart e il classicismo

Classicismo, come fase dell'estetica musicale, è stata certamente breve ma fondamentale. È stato sentito con particolare intensità approssimativamente tra il 1770 e il 1805, era una notevole evoluzione degli stili musicali ed ha nelle figure di Haydn e Mozart ai suoi due rappresentanti più grande, per non parlare di una parte importante della produzione prima di Beethoven, legata ai precetti classici. Nella storia della musica occidentale, classicismo è la fase che riceve il nome del Neoclassicismo in altre arti. Durante questo periodo, le arti rimanenti prendono come modello l'arte greca e romana; la musica era carente di tali modelli, ma, come in altre arti, percepite nelle composizioni di questo periodo una ricerca per la bellezza e l'equilibrio.
Classicismo emerge come risultato di un insieme di tendenze musicali che cominciano a svilupparsi verso 1740 e che reagiscono contro la musica barocca. Esaurimento, metà del XVIII secolo in forme barocche partorito tra compositori un desiderio di rinnovamento, che ha portato alla coltivazione di uno stile di Miconia più semplice ed equilibrata, di ciò che alcuni considerati "Barocco eccessi".

Mozart
La ricerca di equilibrio e di trasparenza, cioè, di una lingua naturale, ha condotto gli insegnanti come Johann Christian Bach (1735-1782) di formulare una musica priva di architettura severa dei suoi predecessori. Era il modo di lasciare alle spalle l'ultimo delle fasi del barocco, rococò, cui intimo, un po' influenzato, era ancora un mondo formalista.
Nelle opere di Johann Christian e altri contemporanei, come suo fratello Karl Philipp Emmanuel Bach (1714-1788), Johann Stamitz (1717-1757) e Johann Christian Cannabich (1731-1798) - gli ultimi due sono stati gli architetti della famosa scuola di Mannheim, così importante per Mozart-, avverte quel tentativo di scioltezza stilistica e creare un ambiente raffinato mentre lingua agile. La sensibilità dei movimenti lenti e sempre meditativi, era una caratteristica del cosiddetto "stile galante" e ha risposto ad un nuovo modo di concepire la realtà, condizionata dall'aria dell'illustrazione. Il motivo ha portato a costruire i pezzi di musica con la logica della prosodia, musicalmente vale a dire che i punteggi avevano una chiara struttura delle frasi e una melodia unica ed eccezionale, che si è svolta su una base armonica che aveva già il loro punto di appoggio in Basso continuo.

Vienna, capitale della nuova musica

Se era Germania dove ha cominciato a rilevare questo cambiamento musica, il punto più importante di sviluppo e irradiazione dello stile classico era Vienna, poiché in questa città ha lavorato maggior parte dei musicisti del tempo. Sebbene Joseph Haydn (1732-1809) forniti relativi servizi nella Corte di Esterháza, lontano da Vienna, era molto legato a questa città, soprattutto a partire dal 1780, quando è stabilito il rapporto più alto con gli editori di musica Viennese.
Un anno dopo Mozart è stato stabilito nella capitale, quando la sua musica, già maturo stile ha cominciato a produrre opera della dimensione del ratto dal serraglio e la Sinfonia n. 35 "Haffner". Non molto più tardi, nel 1787, l'ancora giovane Ludwig van Beethoven (1770-1827) è andato a Vienna per incontrare i celebri maestri e studiato con Haydn dopo la morte di Mozart. Beethoven non sarebbe già di Vienna. Se prendiamo in considerazione Christoph Willibald Gluck (1714-1787), che nel 1762 suo Orfeo ed Euridice richiesto il nuovo stile operistico, riseduto a Vienna fin dalla sua adolescenza, sarà facile dedurre l'importanza musica acquisita dalla città. Ha vissuto anche musicisti importanti come Johann Georg Albrechtsberger (1736-1809) e Antonio Salieri (1750-1825), che fu maestro di Beethoven e Schubert, un altro celebrato Viennese e Liszt.

Joseph Haydn

Vedere Joseph Haydn il principale artefice dell'evoluzione stilistica del classicismo, almeno fino all'arrivo delle opere di Mozart mature. Il più significativo passo intrapreso da Haydn era Symphony, che servito eccellente campo sperimentale e su cui ha mostrato una sconfinata inventiva. Non invano è conosciuto come il "padre della Sinfonia", come ha contribuito al loro sviluppo in modo tale che ha conferito un nuovo aspetto rispetto a quelli di Johann Christian Bach e Stamitz. La sua longevità, passaggi solisti tra cui, l'aumento regolare in metallo, il maggiore dialogo tra le sezioni strumentali, utilizzare il minuetto (aggiunto ai tre movimenti) e il suo successivo sviluppo, cromatismo a punta, il vasto codas ed improvvise variazioni tonali sono alcune delle caratteristiche che si trovano nel catalogo Sinfonica Haydn splendida.
Haydn ha preso che l'evoluzione stessa al Regno del quartetto, cui impostare l'ormai consueto quattro movimenti e invariabilmente due violini, una viola e un arrangiamento violoncello, che ha concesso pari importanza, in modo che gli strumenti più gravi, rompendo la tradizione, ha cessato di esercitare una funzione di accompagnamento. La profusione di motivi e disegni e il dialogo sempre più aguzzo degli strumenti, che è evidente soprattutto dal suoi quartetti per archi, op. 30, fatto lo scrittore tedesco Goethe rispetto al classico quartetto d'archi con una conversazione di quattro persone intelligenti.

Mozart

"Tuo figlio è il più grande compositore che abbia mai conosciuto." Queste erano le parole che Haydn è andato a Leopold Mozart, padre del compositore. Anche Goethe, dopo la morte del musicista, detto Eckermann nei suoi colloqui che "Mozart è irraggiungibile nel campo della musica, e Shakespeare è nella poesia".

Strumenti di Mozart nella vostra casa
Natal, ora trasformata in un Museo
Nel 1772 un fatto stava per influenzare la traiettoria di Mozart: l'arrivo del principe-arcivescovo Colloredo di Salisburgo, con cui ebbe una relazione con il trono teso, violento, a volte e che sarebbe finita la struttura di Mozart a Vienna nel 1781. Tuttavia, mentre lui era in casa ha scritto belle opere come i cinque concerti per violino (1775), la Serenata "Haffner" (1776) e, soprattutto, il Concerto per pianoforte n. 9 "Jeune homme", considerato il primo classico completamente "" musicista. Questa produzione si alternata costante viaggi a Vienna, Augsburg, Monaco di Baviera e Mannheim, in cui Corte incontrò musicisti più avanzate dell'epoca, membri di una famosa Orchestra che servì da modello per tutta l'Europa. Mozart imparato molto dallo stile di quei maestri e accarezzò sempre la possibilità di far parte dell'ensemble Orchestra illustre.
Questo andare e venire (ricordate che nel 1778 intraprende nuovamente la strada per Parigi) ha rotto la pazienza di Colloredo, e nel 1781 i disaccordi ha condotto per la marcia finale dell'insegnante a Vienna. Lì Nostradamus sposò nel 1782 Constance Weber e iniziato un febbrile, decisivo per la storia della musica, come lo era allora quando ha rinforzato la lingua del classicismo e portato a fini superiori i precetti della sua cara Haydn. Va notato che fin dal suo arrivo nella capitale fino alla sua morte, periodo in cui non sono stati più di dieci anni, ha scritto circa trecento opere, tra cui ci sono capitale di composizioni come i concerti per pianoforte (specialmente i nn. 17, 19, 20, 21, 23, 25, 26 e 27), le sonate per lo stesso strumento, Concerto per clarinetto , le sinfonie (di cui sottolineare i correlati con il n. 35, 36, 38, 40 e 41), i quartetti della stringa (che mette in evidenza un bellissimo ciclo dedicato a Haydn), il Quintetto per clarinetto e varie opere, ognuna delle quali sarebbe stato sufficiente per vincere lui fama universale: le nozze di Figaro, Don Giovanni, Così fan tutte, la clemenza di Tito e il flauto magico. Il suo punteggio più recente è sacro in natura: è una delle pagine più leggendari, Requiem (ha lasciato molte parti incompiuti), che Mozart stesso credeva che stava scrivendo per se stesso, dato le sue precarie condizioni di salute, non ha favorito dagli eccessi della vita dissipata che ha portato e il duro lavoro che era così sublime e copiosa produzione.

L'opera di Mozart

Ci sono molti aspetti che devono essere presi in considerazione nel valutare l'opera di Mozart. Compositore molto prolifico, richiama l'attenzione prima di tutto la grande varietà di stili che compongono il suo repertorio. Si può dire che è l'unico dei grandi maestri della storia della musica che coltivano tutti i generi del suo tempo con lo stesso interesse. Un altro aspetto è la passione per la composizione che lo accompagnò per tutta la vita. Egli fu un compositore così presto che trasgredito i limiti di ciò che è inteso da un bambino prodigio. Suo livello di produzione, inoltre, non ha rifiutato tutta la sua vita (il più comune è che così i bambini dotati perdono ogni interesse quando si raggiunge la pubertà). L'intensità del suo lavoro era inoltre compatibile con una personalità allegra e spensierata. Suoi contemporanei lo descrivono come un uomo di mondo, appassionato e assaggio dei piaceri della vita, compiuto ballerino e ampie relazioni sociali. Questo creato per lei intorno all'idea del Mozart mondano nulla aveva a che fare con il Mozart che si siede al pianoforte, come se un essere superiore grippare distratto e l'uomo di Joker che conosceva il loro amato.
Se non si prestava al mondano attenzione speciale di Mozart, la loro musica non né ha suscitato abbastanza interesse. Musicisti contemporanei, più focalizzati sui gusti del momento (con meno talento, naturalmente) per sviluppare un nuovo linguaggio musicale, sono stati elogiati e trattati apertamente; in Mozart, i momenti di dimenticanza o di disprezzo ha superato la gloria. Non sarebbe veramente fino a il flauto magico, un lavoro quasi postumo, quando il pubblico ha cominciato a guardarlo; in precedenza aveva solo avuto successo nell'alta società. Non molto tempo dopo, Mozart sarebbe diventato l'idolo del giovane romantico, e il riconoscimento del suo lavoro sarebbe accaduto presto diventare il culto ancora sono professati da lui.
Per capire che l'universo musicale di Mozart dovrebbe tener conto, da un lato, la città dove era nato. Salisburgo è stata crocevia di influenze artistiche, a metà strada tra i grandi centri italiani e tedeschi e Vienna, la "capitale europea della musica" in tempo di Gluck e Salieri. E d'altra parte, la solida formazione cultura e musica da suo padre, Leopold, che tutti lo familiarizzato con i compositori nel sud della Germania. A questo vanno aggiunti spostamenti effettuati in Mozart e chi lo ha messo in contatto con i grandi maestri del tempo, soprattutto il vicino altro grande centro musica del momento, Parigi. Inoltre, Mozart era un consumato Maestro dell'arte di imitazione e ha saputo sfruttare al meglio ogni insegnante (Eberlin, Adlgasser o Haydn) tra germanico, Schobert, Eckardt e Honauer tra il circolo parigino per poi utilizzarlo a proprio vantaggio. Se aggiungiamo il suo immenso talento e la sua capacità di lavoro (ad esaurimento proprio), possiamo arrivare a capire l'immensa eredità che ha lasciato dopo la sua morte.

Primo stadio: bambini e adolescenti

Mozart ha scritto più di seicento composizioni, tra cui quaranta-sei sinfonie, venti masse, centinaia e sonate per pianoforte di settantotto, venti sette concerti per pianoforte, violino sei, venti-tre opere, altri sessanta composizioni orchestrali e altre centinaia di opere. Sue opere sono state compilate nel 1862 da Ludwig Von Köchel; Da qui la lettera "K" seguita da un numero che viene sempre utilizzato per la catalogazione delle composizioni.
Sua produzione abbondante è solitamente raggruppate in tre periodi, il primo di che dovrebbe coprire la sua infanzia piena di viaggi e concerto prodigy tour e finito circa quando, nel 1771, terminare il loro tour e preferibilmente rimangono a Salisburgo. Nelle loro prime parti, semplici frasi brevi tra 5 e 7 anni, non lasciano ancora vedere le qualità del Mozart che è venuto dopo, ma danno un'idea della fioritura precoce del suo genio. Suoi primi composizioni complete, principalmente vari movimenti per Sonate per pianoforte, faccia vedere le influenze del suo primo viaggio a Parigi, soprattutto la struttura melodica di Johann Christian Bach.

Mozart a 11 anni
Con soli nove anni Mozart già compose sinfonie (creerebbe un totale di trenta-quattro), che mostra il suo desiderio di apparire davanti agli occhi del mondo musicale del tempo non solo come un musicista, ma come un vero compositore. Oltre a comporre opere di generi più vicini a lui, come serenate e divertimenti, anche osato con forme che stavano cominciando ad essere sviluppato in quell'epoca, come i quartetti della stringa, in cui può essere osservato linea italiana che pesa anche sulle loro prime composizioni.
Un altro importante corpus della sua prima volta come compositore è musica religiosa, che fa parte della tradizione di Salisburgo. Così, ha scritto cinque Messe, due "Regina Coeli", due litanie e un gran numero di opere minori, come pure sei sonate per l'epistola. Tuttavia, la composizione italiana fiorente del momento fatto ammaccatura nel giovane creatore, che ha stampato le sue opere un linguaggio vicino all'opera, con linee melodiche esaltati e un'orchestra che agisce come un semplice passeggero, tutto senza danneggiare la dignità armoniosa delle sue composizioni.
I primi tentativi in generi che poi diventerà padrone, come il singspiel, opera buffa o opera seria dovrebbe essere aggiunto a questo. Apollo e Giacinto, Bastian e Bastiana e finse campanellodeve distinguersi in questo campo. All'interno dell'opera sarebbe stato, appartengono a questa fase Mitridate, re di Ponto (1770), Ascanio in Alba (1771), il sogno di Scipione (1772) e Lucio Silla (1772).

Gioventù a Salisburgo

Secondo periodo corrisponde alla fase dove, nonostante alcuni viaggi, rimase a Salisburgo al servizio di Colloredo e fine su con la rottura definitiva con l'arcivescovo (1771-1781). In questo momento produrrà principalmente musica religiosa e strumenti. L'opera, il genere che Mozart ha mostrato molta inclinazione, difficilmente potrebbe svilupparsi in questa fase a causa della mancanza di ordini. Tuttavia, il lavoro più notevole di questa fase è stata proprio un'opera: Idomeneo, re di Creta (la prima volta nel 1781). Caratteristiche dell'universo musica di Mozart, come introspezione armonica e melodica, la ricchezza formale, il colore strumentale e profondità nell'interpretazione del testo erano già presenti in questo lavoro e sono stati un avanzamento del Mozart maturo della sua fase Viennese. Tuttavia, l'intensità drammatica non è lo stesso in Idomeneo rispetto nelle relative grandi opere successive.
In questo periodo compose innumerevoli arie per il concerto, che ha raggiunto un'intensa espressione di natura passionale sia l'ampiezza del suo concepimento. Musica religiosa, d'altra parte, continua a metà strada tra lo stile antico e stile moderno. Questo può essere visto nelle dodici messe di questo periodo, dove Mozart comincia a forma musicale lunghi testi di "Gloria" o il "Credo", in particolare i KV 317 e 337.
Per quanto riguarda le opere sinfoniche, Mozart si è sforzato in questo periodo di definizione del carattere di diversi movimenti e saldo in tutta l'opera, come esso può essere visto in KV 183 e 201, che sono accuratamente rifiniti. L'influenza della musica parigina, che è molto presente nelle opere sinfoniche di questo periodo, può essere visto in "Paris" Sinfonia KV 297, che è più pomposo.
Dove, tuttavia, il talento di Mozart raggiunto la sua vera dimensione come artista in questo momento era in suoi divertimenti e serenate. Questa musica, lontano dal fasto e la serietà di opere religiose e sinfonica e opera e molto più indifferente e allegra, è stato molto contento per la società di Salisburgo. Movimenti di carattere sinfonico, danze popolari e altre opere mostrano la loro inventiva e la loro libertà compositiva. Qualcosa di simile è accaduto nel campo del concerto, dal suo primo concerto per pianoforte KV 175, dove la ricchezza musicale della sua arte, già indicato per le sonate per pianoforte, che fanno parte della stessa linea delle opere precedenti, ma con più largo in termini di sue esigenze tecniche. D'altra parte, i quartetti sono ispirati da Haydn e allontana i quartetti di Italianate primi dal periodo di riferimento precedente.

La maturità Viennese

Questo terzo e ultimo periodo è associato con la relativa istituzione definitiva a Vienna (1781-1791) e la relativa prima caratteristica una goccia sintomatica la composizione di opere religiose. Sinfonie e serenate inoltre sono stati ridotti. Tuttavia, poco di questo tipo di produzione di lavoro non è incompatibile con una raffinatezza e squisita cura dal compositore. Sinfonie e serenate darà modo di concerti per pianoforte, dove si registra la musica più "mondana" produzione di Mozart. Il valore dato alle opere e musica della fotocamera in questo periodo è molto più alto, quasi esclusivo, anche se Mozart aveva anche interesse nel comporre opere di circostanze, arie, ensembles e cori, lieder e cannoni.
Nel clima artistico della capitale stile di Mozart arriva alla sua maturità ultimate, spargimento tutti localismo: ha fatto diminuire la produzione di musica religiosa, serenate e divertimenti, sinfonia classica, emergono le forme quartetto e concerto. Si deposita con Haydn un fruttuoso e reciproco scambio di influenze, soprattutto nella produzione di quartine. Un amante della musica Viennese illustrato, il barone Van Swieten, rivela la grandezza di Bach e Händel a Mozart, e la sua arte si rafforza con la solidità del contrappunto. Quindi si riferisce alla musica per pianoforte non ha esercitato influenza sullo stile di Mozart il torneo di capacità esecutiva agrodolce dove fu suo avversario Muzio Clementi, passando attraverso la Corte di Vienna nel 1781.

Mozart-1780
Ma anche se Mozart basato su parti del suo amico Joseph Haydn e lo studio delle opere di Bach e Händel, se qualcosa è contrassegnato questo periodo è per l'appropriazione delle fonti, che sono modificati e modellato per adattarsi completamente i desideri del compositore, creando un linguaggio musicale completamente originale e unico. Lo studio di Haydn partono pezzi come i sei quartetti per archi KV 387, 421, 428, 458, 464 e 465. Per quanto riguarda l'influenza di Bach e Händel, si concentra sulle numerose perdite e fantasie; l'impronta di Il Messia, Acis e Galatea o Ode a Santa Cecilia sono presenti in due grandi opere, religiose di questo periodo, la messa in do minore KV 427 e il Requiem, entrambi di incompiuto.
L'assenza di pratica di serenate e divertimenti dà un'idea della mancanza di interesse di Mozart dalla musica di semplice intrattenimento e il desiderio di concentrarsi su una musica di alloggiamento spiritualizzata, come si può vedere nelle serenate KV 361, 375 e 388 e soprattutto nella piccola musica notturna KV 525. Inoltre, le ultime sei sinfonie Mostra l'interesse di Mozart dalle opere sinfoniche di Haydn e la sua evoluzione nel lavoro contrappuntistico e tematico. Mozart si estende inoltre il suono di Symphony e dà l'ultimo di un'introspezione profonda, portando questo tipo di composizione per un'espressione più profonda che aveva fino ad allora. Buona prova di ciò sono la Sinfonia Haffner KV 385, la Sinfonia "Linz" KV 425 e la Sinfonia "Jupiter" KV 551.
Mozart trascorso molto più tempo in questa ultima periodo composizione di concerti. In questa fase, compose diciassette concerti per pianoforte. Alcuni sono nella riga precedente; altri sono più vicini alla loro musica da camera di lavoro (KV 449, 453 e 456), mentre in altri la brillantezza e la freschezza sono le note dominanti (KV 450, 451 e 459). La rumorosità è particolarmente attenta ai concerti KV 482, 488 e 491, raggiungendo livelli che Mozart non aveva raggiunto fino ad allora, sublime in KV 537, che contrasta con il concerto "incoronazione" KV 537 e concerto se piatto KV 595, dove la serietà dell'occasione, che può essere visto in certa assenza di contrasto è più presente. Oltre a questi concerti per pianoforte, Mozart ha scritto quattro per un concerto per clarinetto e corno.
Mozart è stato il primo a fare un genere indipendente della musica da camera per pianoforte. In questa fase, ha composto cinque trii per violino, pianoforte e violoncello; il "Kegelstatt" trio per clarinetto, viola e pianoforte KV 498; due quartetti per violino, viola, violoncello e pianoforte; e il Quintetto per quattro fiati e pianoforte KV 452. La caratteristica principale di questi pezzi è sobrio e attento stile a tema semplice ma pieno di grande intensità. In loro, nonostante sia il pianoforte che domina, le corde acquisiscono un'importanza maggiore. Qualcosa di simile accade in divertimento KV 563, il quintetto con clarinetto KV 581 e le ultime quattro quintetti di corda KV 515, 516, 593 e 614; tutti li combinano la Maestà, la delicatezza e l'estrema semplicità delle ultime composizioni di Mozart, presente anche nei numerosi lieder e arie da concerto in questo periodo.

Le opere Viennese

Le opere del periodo Viennese elencati, senza dubbio tra i pezzi più famosi dell'opera di Mozart; Essi sono il culmine di singspiel tedesco, mescolate opere e le opere gravi che già avevano coltivato in gioventù. Il primo di questi generi si distingue il lavoro che ha cominciato in questo periodo, il ratto dal serraglio (primo eseguito nel 1782), dove la diversità stilistica supera corsetto storico del genere. È, inoltre, la prima opera in cui Mozart è intervenuto con decisione nello sviluppo dello script, quindi assumendo un ruolo non solo come musicista, ma anche come un autore drammatico. Degno di nota contributi nelle melodie delicate nel canto di amore e gioiosa servi parla.
Ciò ha raggiunto il relativo picco in le nozze di Figaro (nel 1786 1785). In parte, l'evoluzione di Mozart come compositore operistico emblematiza lo stesso corso della sua vita personale ed estetico. Nelle nozze di Figaro (primo fra i tre script che Da Ponte ha scritto per esso) prevale il concetto di opera buffa bloccato, come alcuni storici dell'arte, per la modalità personalizzata, sarebbero il punto ed è sottoposto a regole che richiedono il patrocinio (rispetto delle convenzioni, la presentazione del genio all'ufficio). Mentre era nell'inizio di un'opera buffa, guidano lontano di questo genere, lo sviluppo dei caratteri dei personaggi, che raggiungono una componente umana impensabile nei precedenti lavori.
Don Giovanni (Don Juan, 1787) introduce, per parte sua, altri livelli di dramma, aggiungendo ai caratteri umani altri di natura soprannaturale. Attualmente considerato il più tragico e perfetto delle sue opere, è stato concepito da Ponte e Mozart come un dramma-stile impostato di Carlo Goldoni il teatro italiano: un dramma «umoristico», dove gli intrichi e la leggerezza delle avventure di seduttore e il suo servo Leporello sono opere un punteggio pieno di presagi oscuri e minacciosi idee demoniache : il ritorno dei morti e le porte dell'inferno sono aperti per il peccatore non riscattato. Espressione musicale comprende sfumature maggiore, poi a causa le buffonate di Leporello è passata per l'arroganza e disprezzo per le leggi del don Juan. Il terrore di don Juan nei suoi ultimi momenti contrasta con l'aspetto agghiacciante dello spettro del comandante, in una delle scene di maggior intensità drammatica dell'opera eseguita finora.
Così fan tutte (Così faccio tutto, 1789, ha debuttato nel 1790), tuttavia, prende la trama del gioco puro. Armonia in canzoni e numerose serie di caratteri che, davvero, sono soli marionette con una leggera caratterizzazione, ottenere una risonanza come in nessun altro lavoro di Mozart. Probabilmente, è la parte in cui più lontano dalla realtà di abbandonarsi alla pura arte per l'arte. Un argomento e una trama completamente appartenendo alla tradizione buffa Mozart impone una musica di tale complessità (tipico delle sue ultime stile o Spatstil) che rende la storia leggera nell'impalcatura di una grande realizzazione estetica: musica e sentimenti sono una distanza enorme da script molto leggero, che consente di incorporare suonerie ironia e parodia appuntito e sublimi momenti di alta espressione opponendosi risate e commenti tra i denti degli attori secondari e cantanti. L'effetto è sorprendente: in parte, può essere visto come la manifestazione, in Mozart, una tensione che solo sarebbe sua risoluzione finale in Beethoven: la tensione tra l'artigiano e il genio. Per Beethoven, la musica e la sua discussione è venuto interamente da dentro. Mozart, d'altra parte, dovrebbe bilanciare il proprio sfogo alle esigenze storiche della sua funzione al servizio della Corte.
Questo contrasta con la clemenza di Tito, anacronistico e tanto criticata opera in cui, tuttavia, si possono trovare elementi del Mozart nella maturità della sua arte. Forse il motivo per l'ordine, l'incoronazione di Leopoldo II, pesava sul compositore nella sua creazione e porterà a mettere in scena una "pesante" e molto più pomposo rispetto all'opera precedente. Il flauto magico (1791) chiuso un ciclo di vita. In esso, Mozart si concentra su una idea massonica dell'umanità che verso il quale convergono tutti i personaggi, così si può dire che è un lavoro che è più interessato a idee che dalla caratterizzazione di questi. L'estrema semplicità tonale di molti passaggi del lavoro dare una spiritualità senza precedenti fino a quel momento.

Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici